Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2008

ITALIETTA

Sopra un po' di ironia con Crozza e la nostra volontà di perseguitare POVERI CRISTI.
Times: Italia razzista e xenofoba sotto il governo di centrodestra? È la domanda che si pone oggi il Times in un reportage da Roma di due pagine dal titolo «La politica della paura». Il Times racconta ai lettori come «gli immigrati in Italia sono sotto l'attacco di una destra risorgente e anche di una massa popolare di vigilantes». Il quotidiano londinese dà spazio a dichiarazioni molto preoccupate di stranieri che si sentono «trattati come criminali» e in genere addossano al governo Berlusconi e all'elezione di Alemanno a sindaco di Roma la responsabilità per la situazione di incertezza e pericolo in cui si sentono. 1

Inoltre, quello che è successo ieri a Milano è la riprova della deriva razzista che ormai attanaglia l' italia ( la minuscola è voluta) dei giorni nostri.
Adesso, e non solo da adesso, sui mezzi pubblici fanno retate di puro razzismo. Telefonano all'azienda pubblica, co…

INIZIAMO A SMONTARE IL GOVERNO

Mutui. Movimento Difesa del Cittadino (MDC): “L’accordo
ABI-Tremonti azzera la concorrenza. E l’Antitrust
incredibilmente applaude…”

“Mentre il mutuatario che sceglie di tornare al 2006 e di cambiare il tasso variabile in
fisso, in realtà, non risparmia neppure un euro, le banche ci guadagnano tre
volte”. Lo afferma il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) commentando le
dichiarazioni del Ministro Tremonti alla conferenza stampa di oggi pomeriggio.
“Il ministro Tremonti e l’ABI – afferma Antonio Longo, Presidente del Movimento
Difesa del Cittadino (MDC) - dovrebbero spiegare come hanno fatto a stipulare
l’accordo sui mutui in poche ore, quando invece l’ABI aveva combattuto per mesi e
mesi lo scorso anno con le associazioni dei consumatori, prima per la riduzione delle
penali in caso di estinzione anticipata del mutuo, poi per azzerare i costi della surroga
e della portabilità dei mutui”.
“Le banche ci guadagnano tre volte. La prima volta – spiega Longo - perché a
fronte di tassi aumentati si riprend…

I FASCISTI SERVONO

Visto i fatti recenti, pubblico questo articolo di Radio Città Aperta. Sempre per cercare di fronteggiare questo strisciante revisionismo storico.

Non si erano ancora placate le polemiche per il doppio raid del fine settimana - uno contro un attivista del movimento omosessuale, l'altro contro alcuni commercianti del Pigneto - che la violenza fascista è diventata di nuovo protagonista nella città di Roma.Quella che anche per le agenzie di stampa e i maggiori media era inizialmente un'aggressione squadristica in piena regola ai danni di una decina di inermi studenti, è diventata con il trascorrere delle ore una “rissa”, uno “scontro tra bande giovanili” o tra “opposte fazioni”…
Un copione, quello della giustificazione mediatica delle aggressioni fasciste, già visto alcune settimane fa nella copertura dell'assassinio di Nicola Tommasoli a Verona, o ancora prima di Renato Biagetti. E poi ancora per l'aggressione di Casalbertone, o quella al termine del concerto della Banda B…

MOMENTO STORICO

Non so il perchè, ma dopo l' ennesima aggressione fascista a Roma , mi è venuta in mente questa frase:

»Istruitevi perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza. Agitatevi perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo. Organizzatevi perché avremo bisogno di tutta la nostra forza.«
Antonio Gramsci
Gramsci è morto nel 1937 e leggendo ora queste sue parole, sapendo come sono andate poi le cose, sembrano veramente un monito, un avvertimento. Naturalmente spero che non abbiano la stessa funzione oggi, anche se ci troviamo, difronte a crisi molto gravi. Nonostante tutto ciò, devo ammettere di non saper neppure io, il motivo reale per il quale le pubblico. Se è per mettervene a conoscenza, o il mio vuole essere un vero e proprio appello, per trovare un punto di unione nell' affrontare le sempre più impervie sfide ( ci troviamo dinanzi a una forte crisi sociale) che ci aspettano nel futuro. Analizzando la frase, nonostante tutte le sue parti abbiano un notevole impatto sull…

LETTERA A GRILLO

Caro Beppe grillo, io sono un cittadino che fortunatamente, è riuscito a sviluppare un forte senso critico. Ieri leggevo delle dichiarazioni riguardo il provvedimento del governo sui rifiuti. Tra le varie, una in particolare mi ha colpito. E' tratta da Rainews24:

E sull'emergenza dei rifiuti torna a parlare anche il leader dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, che si dice propenso ad appoggiare le scelte del governo: "Piaccia o non piaccia i rifiuti a Napoli, in Campania e dovunque si trovino, bisogna smaltirli. Ecco perché noi dell'Italia dei Valori dobbiamo appoggiare la scelta del governo di fare pulizia nel senso tecnico del termine al comune di Napoli".

Ma come, non era il candidato da lei scelto? Lei che pare essere così tanto contro il sistema, gli inceneritori, e questa politica di devastazione ambientale. La cosa mi sembra poco chiara. Anche quando dice di voler difendere a tutti i costi il soldato Travaglio è in parte incoerente. Travaglio è un …

COSA STIAMO DIVENTANDO?

Oggi sfogliando le notizie, mi sono trovato difronte ad una notizia del genere: Palermo, accoltella il figlio gay: "Vergogna e disonore". Ora, oltre ad un forte senso di frustrazione, una domanda mi sorge spontanea: " Come possiamo riuscire ad accettare uno straniero, se non siamo neppure in grado di accettare le diversità di un figlio? In questa società, dove tutto deve essere perfetto, dove non puoi mostrarti debole altrimenti, sei sovrastato dal più forte. La nostra fragilità, deriva proprio dalla paura di sentirci deboli, di non crederci all' altezza, dalla nostra continua dipendenza dal giudizio altrui. Tutto questo porta ad una omologazione, ad un conformismo spaventoso, utile solo, a mantenere uno stato di cose sempre più assurdo e disumano. Tutti in coda al gregge, per codardia, perchè è più facile deresponsabilizzarsi quando si è in mezzo a tanti. Perchè se tutti vanno da quella parte, senza chiedersi il perchè, la maggior parte delle persone si accoda per …

IL NUCLEARE

Nel video sopra Rubbia spiega i problemi del nucleare a Casini.
Ora riporto un pezzo di articolo tratto dal manifesto sul nucleare visto che, la nostra conclamata classe dirigente vuole propinarcelo come la soluzione ultima dei nostri problemi energetici.

Ministri, politici e Confindustria ripetono che dall'energia nucleare si può trarre energia abbondante, tanto da liberarci dalla schiavitù del petrolio e del gas, energia pulita, tanto da contrastare l'incubo del cambiamento climatico, energia a prezzi ben più limitati, tanto da ridar fiato alla nostra stanca economia. Tutto ciò è una favola, non ha alcun fondamento scientifico razionale: non poco o tanto discutibile, semplicemente inesistente. Tanto che sorge una domanda ingenua: è possibile che ministri, politici e industriali possano proclamare tante assurdità senza che un tecnico amico gli suggerisca qualche dato?Basterebbe guardare gli altri paesi nucleari: forniscono un quadro di crisi dell'energia nucleare, documenta…

BASTA GUARDARE

Vi porto a conoscenza, di questo articolo tratto dal blog dell' Incarcerato


Carissime teste di capra, molti di voi giustamente dicono che non basta solamente scrivere su un blog per cambiare la nostra società, non basta solo denunciarle. Verissimo. Adesso c'è l'opportunità di emergere dal sottosuolo, far vedere che c'è anche l'altra Italia. E quella siamo noi, viviamo in un periodo di barbarie e se non facciamo nulla per fermale, ne siamo complici. Il primo giugno, a Roma, ci sarà la manifestazione promossa dai rom e intellettuali italiani. Siamo tutti incarcerati (anche voi, cosa vi credete?), e siccome siamo altruisti e siamo per la fratellanza e sorellanza, aiuteremo i rom e sinti a liberarli e proteggerli da questo genocidio culturale. Ringrazio l'Associazione Them Romano per avermi inviato il programma. Non possiamo non partecipare e chiedo a voi di esserci e soprattutto di diffondere il comunicato tramite i vostri blog. Riporto il testo. Questo è il link d…

GIOVANNI E PAOLO PER SEMPRE

23 MAGGIO-19 LUGLIO 1992 SONO LE DATE CHE DEVONO RESTARE STAMPATE NELLA NOSTRA MEMORIA PER SEMPRE

23 MAGGIO-19 LUGLIO 1992 SONO LE DATE IN CUI LA MAFIA HA VINTO ANCORA

23 MAGGIO-19 LUGLIO 1992 SONO LE DATE PER RIPARTIRE E COMBATTERE COME LORO HANNO INSEGNATO, SENZA PAURA NE TIMORE


HO VOLUTO ACCOSTARE LE DUE DATE PERCHè CREDO SIA INIMMAGINABILE DIVIDERLE.



GUARDANDO QUESTO VIDEO MI SONO COMMOSSO A TAL PUNTO DA PIANGERE, SENZA NULLA TOGLIERE AGLI ALTRI EROI CHE HANNO FATTO TANTO CONTRO LA MAFIA, PERCHè LORO SONO L’ EMBLEMA DELLA LOTTA ALLA MAFIA DEGLI ULTIMI ANNI.UOMINI VERI CHE NON HANNO AVUTO PAURA DI PORTARE A TERMINE IL LORO LAVORO ANCHE DI FRONTE ALLA MORTE, CHE HANNO LOTTATO FINO ALLA FINE A FIANCO DI VERI IDEALI, PROPOSITI DI LEALTà E VERITà, I QUALI POTEVANO RIDARE ALL’ ITALIA LA DIGNITà CHE MERITEREBBE SE NON FOSSE PER LA GENTE CHE LI HA UCCISI ANCORA , ANCORA E ANCORA. PARLO DEL POPOLO CHE, NONOSTANTE SIA SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI, HA RIELETTO QUEI POLITICI CHE HANNO ASSASINATO QUE…

AFGHANISTAN

Fate in modo di fare pressioni al vostro governo, perchè diverga dalla politica estera statunitense.
Fate in modo che in Afghanistan, vengano appoggiate le organizzazioni umanitarie che si battono per i diritti umani e non i signori della guerra.
Malalai Joya
Ho aperto l' articolo con questi appelli di Malalai Joya, ex deputata afgana, estromessa dal parlamento per aver denunciato i signori della guerra. Ho avuto la fortuna di incontare questa donna, in un convegno al quale partecipava anche Vittorio Agnoletto, e devo dire, che è stata una grande emozione. Ora con questi appelli, è facile intuire quale sia stata l' utilità della missione nato chiamata da lei, sempre con il termine di occupazione. Ma vi snocciolo alcuni dati di delegazioni dell' Onu:
Kabul: su 50.000 donne circa, il 65% di loro pensa, che l'unica alternativa dopo essere rimasta vedova sia il suicidio.
L' 85% delle donne è vittima di abusi e violenze.
18 milioni di afgani su una popolazione di circa 30, vi…

GOMORRA

Ieri sera, ho partecipato alla visione del film Gomorra. Per quanto mi riguarda, nonostante avessi letto il libro, sono rimasto colpito dal film. Forse perchè, seppur nella finzione cinematografica, vedere alcune scene, impressiona più che immaginarle. Soprattutto quando si viene da una realtà, completamete diversa. Inutile dire, che le sensazioni provate sono state molteplici. Quella preminente però, è stata il non riconoscersi in quel modello di Italia fatto di violenza e prevaricazione. In quel capitalismo selvaggio dove il profitto e il potere territoriale, mettono in secondo piano la vita altrui e il rispetto ambientale. In ambienti dove dall' oggi al domani, tutti possono diventare nemici anche gente, della quale ti fidavi ciecamente. In tal senso, è emblematica la scena del ragazzino che a causa dei suoi ottimi rapporti di fiducia con una donna, viene usato come esca per ucciderla. Ora, nonostante sappia che l' Italia non è solo quella, uno strano sconforto mi assale…

PERCHE'

Ieri sera, ho partecipato al comitato politico della mia federazione a Mantova, presidiato da Alfio Nicotra, segretario regionale del PRC. La situazione che è emersa, è al quanto preoccupante. Il selvaggio imbarbarimento, che ormai dilaga nella nostra società, ha aperto un dibattito sullo stato democratico del nostro paese e non solo. Oltre a questo, è stata un' occasione per evidenziare gli errori che una classe dirigente dimostratasi troppo autoreferenziale, ha commesso allontanandosi dai movimenti . Certo, l' esito del voto è da attribuirsi anche ad altri fattori, la campagna di paura dei media, assopimento generalizzato del senso civico e dal fatto, che ormai il sistema, con il suoi valori, ha condizionato gran parte delle persone. Quando penso, che la maggior parte dei lavoratori dipendenti ha votato centro destra, piango. Ora dopo quasta batosta, ricominciare è difficile ma non impossibile. La cosa importante è non ricommettere più gli stessi errori, facendosi carico, d…

CRISI ALIMENTARE

Le cose da dire, commentare, come al solito sono tante. Ma siccome quella della crisi alimentare è un problema che fa tremare anche il cielo di rabbia, pubblico questo articolo che spiega le cause e chi in ogni caso ne trae guadagno. Ricordo che anche l' Onu lo definisce un crimine contro l'umanità .

Ecco chi è lo straniero per me , l' extracomunitario. Chi per profitto, è la principale causa di morte, per milioni di persone.

LE MULTINAZIONALI GUADAGNANO MILIARDI GRAZIE ALLA CRESCENTE CRISI ALIMENTARE

Gli speculatori sono accusati di far alzare i prezzi dei cibi fondamentali mentre 100 milioni di persone affrontano una grave carenza di ciboThe Independent on Sunday può rivelare che i giganti del business agricolo stanno ricavando guadagni e profitti sempre crescenti dalla crisi alimentare mondiale che sta portando milioni di persone verso la morte per fame. E la speculazione sta aiutando a portare i prezzi degli alimenti base fuori dalla portata degli affamati. I prezzi di gr…

BARLUMI DI VERITA'

Ebbene, sono ancora qui a scrivere, per esprimere ancora una volta il mio dissenso nei confronti di questi barlumi di onestà intellettuale. Di queste mezze verità. Ci lamentiamo della presenza dei pericolosissimi stranieri, quando noi con missioni come Sarissa in Afghanistan andiamo in casa di altri con le bombe. Ma potrei dire benissimo anche Iraq o Balcani nel '99 con la guerra appoggiata da D' Alema. Al termine di questa, nell' indifferenza delle nazioni occidentali, guerriglieri dell’UCK a Kosovska nei pressi di Mitrovica e dintorni, con in mano le cartine delle città in cui risiedevano le varie etnie, bruciarono 1600 case di rom. Anche per questo si sono dovuti spostare nell' Europa occidentale. Quando si parla di fatti oltre a dire le conseguenze, bisognerebbe parlare anche delle cause. E' un pò come festeggiare le vittime delle foibe, senza dire quello che i fascisti hanno fatto prima in Jugoslavia e come consideravano gli slavi. Cioè una razza da sfruttare,…

POVERA ITALIA

Ora posterò un articolo, che espone quanto sempre più drammatica stia diventando la situazione in Italia. Cercando di contrastare questa cultura che tende ad andare sempre più verso la deriva, e che è la causa principale della scomparsa della sinistra in parlamento, rimetto questo articolo con l' intento di dare l'ennesimo stimolo a tutte quelle persone che hanno deciso per comodità, di affossare la propria coscienza. Perchè anche girarsi dall' altra parte è una colpa.

Io non mi riconosco più nel mio Paese. Ogni volta che torno da un viaggio all'estero, e ho quindi quel "recul", quel distacco che è necessario all'osservazione e che manca quando stai troppo dentro una situazione, vengo colpito da come ci siamo ridotti. La straordinaria maleducazione, il cinismo, l'indifferenza. Il lettore ricorderà, forse, quel povero portinaio precipitato dal quarto piano sulla strada, a Porta Pia a Roma. Ebbene, i passanti tiravano dritto, presi dai loro impegni, e se…

VI RINGRAZIO

Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo
Articolo 1
Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.

Articolo 3
Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciati nella presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione.
Nessuna distinzione sarà inoltre stabilita sulla base dello statuto politico, giuridico o internazionale del Paese o del territorio cui una persona appartiene, sia che tale Paese o territorio sia indipendente, o sottoposto ad amministrazione fiduciaria o non autonomo, o soggetto a qualsiasi altra limitazione di sovranità.

Articolo 25
Ogni individuo ha il diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere propr…

LETTERA ALLA TERRA

Cara Terra, non so perchè sento il bisogno di scriverti. Forse è semplicemente perchè penso, di essere proprio come te, incompreso. Oppure, per rispetto nei confronti di chi, dall' alto della sua saggezza, ha visto sotto il suo cielo passare ogni cosa. Infatti, hai visto guerre anche di 30 anni, continui ad assistere a genocidi e non per ultimo, vedi fare festeggiamenti per uno stato nato da un' occupazione. Tu, tradita da quell' uomo a cui hai offerto ogni meraviglia, partecipi silenziosa ad ogni avvanimento. Anche alla tua lenta ma inesorabile fine. Ieri leggevo un dato allarmante: ogni 20 minuti circa, si estingue una specie diversa dell'ecosistema. Quanto potrai resistere ancora? Capisci il paradosso? Noi umani, facciamo liste di animali pericolosi quando in realtà, siamo noi i più pericolosi per il tuo benessere. Tuttora incapaci di sentirci parte di te, pensiamo di poterti sfruttare all'infinito dimenticando che solo nel tuo amplesso può esserci vita. Non ri…

ANESTETIZZATI

In questo articolo ritrovo gran parte delle mie convinzioni.
In Italia, si ha da tempo l'impressione di un intero paese, di un'intera cultura anestetizzati. Dalle anestesie, si sa, ci si può risvegliare molto male – con la possibilità di trovarsi di fronte, per esempio, realtà nuove e terribili, come il “figlio di Iorio” di una rivista di Totò che si ridestava nella Roma dell'occupazione tedesca. Ma capita anche che non ci si risvegli affatto, precipitando direttamente nel nulla della morte o nelle nebbie di un coma profondo, irreversibile. Il “ritorno alla vita” è sempre traumatico, anche quando è quello di Lazzaro: se ci sarà, non sarà semplice e a scontarlo maggiormente saranno proprio gli ignavi che si sono lasciati addormentare (fuor di metafora: che si sono lasciati ammazzare la coscienza, cioè la capacità di ragionare sulla propria condizione, nel quadro dello stato del mondo ).
Ad anestetizzarci sono stati – e lo hanno fatto, bisogna dirlo, con molta abilità – giorna…

CHI CONOSCE AMA, VEDE, OSSERVA...

Colui che non sa niente, non ama niente.
Colui che non fa niente, non capisce niente.
Colui che non capisce niente è spregevole.
Ma colui che capisce, ama, vede, osserva ...
La maggiore conoscenza è congiunta indissolubilmente all'amore ...
Chiunque creda che tutti i frutti maturino contemporaneamente come le fragole, non
sa nulla dell'uva.

Paracelso

Queste parole mi fanno riflettere sul periodo in cui viviamo. Forse perchè penso seriamente, che uno dei problemi della nostra società, sia l' ignoranza che sfocia in una banale superficialità. Guardandomi attorno, noto quanto i media siano riusciti nel compito, di farci credere informati quando in realtà la disinformazione dilaga. Noto quanto le persone siano sempre meno propense a riflettere e a fare una sana autocritica. Mi rendo conto, quanto siamo sempre più incapaci per fragilità, o mancanza di tempo, a gestire i rapporti umani. Quello che voglio dire con queste parole, è quanto sia importante la conoscenza, la riflessione e la …

CHI PAGHERA'

In un momento storico, in cui tutti hanno la fisima di demonizzare qualcuno, anch'io mi sento in diritto di avvalermi di questo privilegio. Certo, essendo contro l'assopimento generale, non posso stigmatizzare gli extracomunitari come la maggior parte degli italiani fa. Infondo, si ascrive come extracomunitario colui, che non ha come paese d'origine uno dei paesi membri dell'unione europea. Partendo dalla convinzione, che nessun paese è fatto solo di reprobi, e le donne italiane forse lo straniero se lo sposano, visto che i dati Istat dicono che nel 69,7% dei casi la violenza arriva dal patner, non voglio rientrare nella normalità perchè in un mondo sbagliato ritengo l'essere normale un errore. Per me il nemico è questa notizia: BANCHE: UTILI RADDOPPIATI IN QUATTRO ANNI. Bella notizia per chi ha un mutuo da pagare. Poi, non so perchè se presto dei soldi ad una persona e gli modifico gli interessi sono un' usuraio, mentre a questi istituti tutto è permesso conce…

QUESTIONE MORALE

« La questione morale esiste da tempo, ma ormai essa è diventata la questione politica prima ed essenziale perché dalla sua soluzione dipende la ripresa di fiducia nelle istituzioni, la effettiva governabilità del paese e la tenuta del regime democratico. »
Enrico Berlinguer
Guardando il video di questo incontro con Giulio Andreotti , le parole di Berlinguer risuonano più attuali che mai. Credo, che chiunque sia titolare di una carica pubblica, debba essere esente da ogni possibile macchia o sospetto. Purtroppo, nella repubblica delle banane come la nostra, queste parole risuonano come una triste utopistica rincorsa, a qualcosa che per ora, affolla solo i nostri contenuti onirici.

PICCOLA CONSOLAZIONE

Guardando l' evoluzione della politica italiana, le prime dichiarazioni, una magra consolazione risale dal mio animo ferito da questo decadimento culturale. Infatti posso dire: " Non sarà colpa mia!" Mi rivolgo ai milioni di precari, che per paura degli immigrati hanno votato per chi ha ampliato la legge 30. Mi rivolgo a chi, dice di non arrivare alla fine del mese, e poi vota per chi vuole aumentargli lo stipendio detassando gli straordinari. Mi rivolgo a quei cittadini della Val di Susa, che hanno dato il proprio consenso a chi vuole fare la TAV. Infine provo una triste compassione che sfocia nel livòre, per quelle famiglie che hanno in casa malati di tumore le quali, non capendo che è da ricondurre per la maggior parte ad un modello di sviluppo inconcepibile, votano per chi promette centrali nucleari, inceneritori e tav. Oggi guardavo un telegiornale in cui si parlava delle sanzioni da attribuire agli immigrati clandestini. Bene, sono proprio contento che il mio paese…

COMMENTI ANONIMI

"Se una persona non ha trovato qualcosa per cui morire, non è adatta a vivere."
Martin Luther King
Ho scelto questa frase, per introdurre un argomento che mi sta molto a cuore, vale a dire: la libertà di espressione. Con questa frase voglio ribadire all' amico anonimo che, nella misura in cui, una persona non è in grado di assumersi le responsabilità di ciò che dice, a mio modestissimo parere, non è degna di vivere in una democrazia. Se non verrete censurati è per l' enorme rispetto che questo blog ha per le opinioni altrui. A meno che, non vengano fatti commenti che istighino alla violenza o all' odio raziale. Mi sembra una citazione dovuta per ricordare chi, per inseguire giustizia e libertà, ha pegato con la vita il prezzo delle proprie idee . Con tutto ciò voglio rispondere in pubblico all'amico.
La violenza, a mio avviso, è da condannare in ogni caso. Qualsiasi colore politico abbia! Il colore della morte, è sempre la disperazione di quei familiari che la s…

MAESTRO DI VITA

"La gentilezza nelle parole crea confidenza; la gentilezza nel pensiero crea profondità; la gentilezza nel dare crea amore"
(Lao Tze)
Ho scelto questa frase di Lao Tze, il giorno dopo la morte di Nicola Tommasoli, per ribadire quanto la società abbia bisogno di confrontarsi con queste parole. Lao Tze, è considerato fondatore del Taoismo una religione monistica originaria della Cina. Erich Fromm , parlava di lui come un maestro di vita, una persona in grado di insegnare l' arte del vivere. Questo tipo di persone, proclamavano che vivere bene è un'arte che va imparata, che imparare quest'arte richiede fatica, dedizione, comprensione e pazienza, e tuttavia costituisce la cosa più importante da apprendere. Per loro era impossibile trovare un equilibrio interiore senza essere attivi e produttivi. Questi due termini, al giorno d' oggi, vengono fraintesi facendoli ricondurre ad una persona indaffarata quando in realtà, servivano per descrivere la produttività dell'…

Per Verona: Vergogna! Primo Levi: " Chi non conosce la storia, sarà costretto a riviverla!

Con questo post, intendiamo rendere omaggio a Nicola Tommasoli il ragazzo MASSACRATO da 5 giovani neofascisti. Questo episodio, oltre che gettare ogni persona degna di essere chiamata in questo modo, nello sconforto, genera nell' animo un profondo risentimento! Morire a 29 anni per una sigaretta. Tutto questo è accaduto a Verona, la città dei giusti, dei lavoratori. La città di quelle persone, che dall' alto della sua ridicola cultura e superiorità, si sentono in diritto di fare ronde contro il diverso, la città ben integreta in quel Veneto che Galan definisce con uno spot non come Napoli ... Adesso ci sarebbe da fare uno spot all' estero di questo tipo: Non andate in vacanza a Verona, possibili aggressioni da gruppi neofascisti! Vergogna!!!! Vergogna!!! Vergogna!!! E poi smettiamola perpiacere di dire che questo tipo di delinquenti provengono da famiglie per bene. Famiglie che allevano questi, non so come definirli, mostri, sono incapaci di educare. Avere i soldi o una po…

PAURA DI ESSERE LIBERI

CHE GUEVARA DICEVA:

Nessuno è libero finchè anche un solo uomo nel mondo sarà in catene.

Vale milioni di volte di più la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell’uomo più ricco della terra!

Questo per dire che non siamo assolutamente liberi ma siamo manovrati dai potenti e dai loro idealismi fatti di solo potere e schiavitù. Dobbiamo tutti insieme, reagire, perchè uniti possiamo cambiare in meglio e tornare ad essere uomini veri con diritti e doveri, ma uomini.Credo che dobbiamo vincere anche un altro problema molto grave che è quello della gente. Le persone purtroppo, hanno bisogno di un figura che li comandi e li gestisca probabilmente, solo per poter scaricare i loro errori o semplicemente perchè, non sono in grado di prendere decisioni (causa ignoranza).La libertà è da riconquistare assolutamente perchè in molti, hanno perso la vita per riaverla e non trovo giusto che siano morti invano. Inoltre dobbiamo farlo, per le ganerazioni future, le quali, non devono scontare …

IPOCRISIA DI FONDO O PAURA DELLA VERITA'?

C'è un politico in Italia che fonda il suo successo sulla violenza dell' insulto - preferibilmente verso chi non può difendersi - e sull'urlo mediatico sguaiato che riesce a mandare in onda. Questo politico si chiama Vittorio Sgarbi. Ce n'è un altro – stavolta fondatore e segretario di un partito vincente e prossimo ministro - che si gloria di straparlare di fucili padani e pallottole per i magistrati. Si chiama Umberto Bossi. Entrambi da decenni hanno libero accesso su tutte le tv d'Italia e in parlamento. Il primo si trovava all'ultima puntata di Anno zero. C'è un manipolo (definizione dell'antica Roma) di politici di successo che ritengono l'improperio violento lo strumento privilegiato del loro “messaggio”. La vicenda Petruccioli-Santoro-Grillo viene ben ultima. L'insulto di Grillo a Veronesi e l'improprio accenno al presidente della repubblica sono stati del tutto inopportuni. Questi insulti, conosciuti da sette giorni dai lettori dei q…

MONDO AL ROVESCIO

Ieri sono rimasto colpitò nel vedere la notizia che, il premio nobel per la pace Nelson Mandela rientra nella lista dei terroristi Usa. Il leader sudafricano che ha contribuito, come capo della guerriglia, alla fine dell' apartheid scontando per queste sue contrapposizioni al regime 27 anni di carcere fino al 1990. Uomo universalmente considerato eroico combattente per la libertà. Questo a mio avviso, è un ribaltamento della realtà anche perchè, se considerassimo Mandela pericoloso, mi chiedo come dovremmo definire la guerra al terrorismo. Mi sembra di rivedere il filmato della manifestazione di Vicenza contro l' ampliamento della base quando, chi manifestava per la pace veniva etichettato terrorista, mentre chi continuava e continua a lanciare bombe, difensore della democrazia. Si è cercato attraverso i media di definire i pacifisti nemici dell' America quando in realtà, si era solo contrari alla politica estera dell' ettuale amministrazione. Poi, per il concetto di a…

IL PERCHè DI QUESTO

SALVE A TUTTI! IO (ALESSANDRO) E IL MIO GRANDE AMICO MARCO APRIAMO QUESTO BLOG SEMPLICEMENTE PERCHè SIAMO STANCHI DI VIVERE IN UNA SITUAZIONE POLITICA ITALIANA DISASTROSA DOVE LA SOCIETà è ANNEBBIATA DALLA FALSA INFORMAZIONE, IN CUI NON RIESCE AD "APRIRE GLI OCCHI", E SOPRATUTTO NON CAPIAMO DEL PERCHè IL DENARO è DIVENTATO PIù IMPORTANTE DELLE AMICIZIE, DELL' AMORE, ECC...... . NOI CI AUGURIAMO DI RIUSCIRE PER LO MENO A FARVI RIFLETTERE PERCHè LA VITA è SOLO UNA E CREDIAMO VADA VISSUTA DIGNITOSAMENTE. VI RINGRAZIAMO ANTICIPATAMENTE DELL' ATTENZIONE.