lunedì 31 agosto 2009

PROBLEMI

Schiavioliberi, ha problemi di ginocchia. Purtroppo, dopo due interventi, lo stesso ginocchio ha ceduto ancora e per l'ennesima volta non sembra nulla di facilmente risolvibile.. Anche in questa "occasione", il cedimento è avvenuto semplicemte camminando. Visto la sfortuna, inizio a pensare che sia un nuovo metodo per eliminare i dissidenti. Ma io resisterò!
Ritornerò il prima possibile, vale a dire quando riuscirò a stare nuovamente seduto difronte ad una tastiera.
Grazie a tutti, a presto.

Vi lascio con questa canzone di Modugno, che ritengo bellissima, impregnata di quel dolore causato dall'essere obbligati ad abbandonare la propria terra natale.
Nel tempo delle facili demonizzazioni, è giusto ribadire ciò che gli italiani sono stati e le sofferenze conseguitene. Per fare in modo che il Mediterraneo non sia più il cimitero degli oppressi.

domenica 9 agosto 2009

L' IMPORTANZA DELL'ACQUA.

Guardate, e fate un esame di coscienza. Aver sposato e scelto acriticamente la politica del mercato, potrà voler dire morire di sete. Se non potremo più accedere liberamente all'acqua, se non con il denaro, sarà soprattutto colpa nostra e di conseguenza della stolida politica con cui ci troviamo a dover fare i conti.

sabato 1 agosto 2009

ESSERE DI SINISTRA

Come tutti abbiamo notato purtroppo, la politica italiana si trova in un momento storico caratterizzato da una forte crisi di moralità. Per chi come me, militante di estrema sinistra, risulta difficile trovare quella credibilità per poter scendere in piazza a raccogliere consensi. Siamo al cospetto di un centro-sinistra, che sembra essere sulla falsa riga del centro-destra tanto criticato e osteggiato. Non entrerò nel merito della questione Puglia, perchè non ho ancora sufficientemente dati per essere obiettivo e attendo eventuali evoluzioni. La mia amarezza però, sta nel constatare come si sia riusciti a buttare via l'ennesima occasione per risultare reale alternativa dello stato di cose attuale. Essere di sinistra è altra cosa: per me significa non prostrarsi al dio denaro, ma uscire dalle logiche che portano a voler soddisfare quell'aporia dell'accumulo infinito di esso. Essere di sinistra vuol dire non cedere alla corruzione proprio perchè il denaro non è tutto e vale comunque meno della propria dignità. Non basta etichettarsi alternativa per cambiare il mondo, serve una costante analisi, che porta a profonde riflessioni, e una continua volontà di mettersi in gioco. Come possiamo pensare di cambiare questa società marcia se non siamo in grado di migliorare nemmeno noi stessi? Si...è vero, poi si corre sempre il rischio, sbagliando, di generalizzare e fare di tutta un'erba un fascio, situazione tanto cara al potere perchè genera diffidenza e quindi isolamento, ma occorre una profonda autocritica anche in chi si dichiara contrario alle logiche che regolano questo tipo di società. Giorno per giorno, situazione per situazione, attimo per attimo con la volontà di raggiungere una maggiore presa di coscienza come unica alternativa al degrado che ci circonda. Ieri leggevo in un articolo una bellissima frase che recita così più o meno: non esiste potere tanto lontano e indistruttibile, che non usa qualcuno vicino a noi per esercitare la sua oppressione. Siccome penso che il problema non è solo di rappresentanza politica, credo fermamente che il cambiamento debba venire prima di tutto dal nostro modo di intendere la vita e la struttura sociale in cui essa si consuma.