Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2018

IL TRADIMENTO

Fin da piccolo vedevo il giornalista come uno figo, tosto, intelligente e meritevole delle mie grazie perché lo consideravo colui che smascherava gli intrighi del potere e faceva riaffiorare notizie segrete e che non ostentava paura e timore verso nessuno, era il mio eroe. Infatti sognavo di essere come Clark Kent ovvero di giorno giornalista ma all' occorrenza mi bastava andare in una cabina del telefono pubblico per trasformarmi in Superman……..veramente figo.  Poi col trascorrere del tempo, forse perché hanno tolto le cabine del telefono o forse perché la scatola dello smartphone è troppo piccola per la trasformazione, ho cominciato a nutrire qualche dubbio sulla loro affidabilità ed onestà per cui decisi di approfondire il problema e fu così che da allora il giornalismo lo considerai pari al rotolo della carta igienica con un punto a favore di quest'ultima perché almeno ha una funzione indispensabile di utilizzo che i giornali non hanno se non per deviare i pensieri della …

Pensieri al vento……… forse al muro

IL SENSO DELLA VITA

Un sistema , che non aiuta l'essere umano a capire il senso della propria esistenza, non ha diritto di esistere, La tecnologia, così come internet, serve solo a farci vivere in un mondo virtuale. Il problema di fondo a mio avviso è che, rinchiusi nella virtualità, siamo sempre più soggetti passivi nella realtà. La realtà però, sempre decisa da qualcun altro, ci travolge inermi. E nel frattempo soccombiamo, scaricando le nostre colpe sugli altri.