Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2008

ACCORDO FALLITO.

Troppo grandi le distanze fra Usa, Cina e India sulle misure rivolte a tutelare l'agricoltura dei paesi poveri.

GINEVRA: Ancora un fallimento per il ciclo di negoziati lanciato a Doha nel 2001 per la liberalizzazione del commercio internazionale. Dopo nove giorni di discussioni, le sette principali potenze commerciali (Stati Uniti, Unione europea, Giappone, Brasile India, Cina e Australia) non sono riuscite a raggiungere un compromesso sul meccanismo di salvaguardia delle importazioni agricole, in particolare per le forti divergenze tra Stati Uniti e India, facendo fallire la discussione.
Fonte La Stampa.

Cosa è il WTO acronimo dell'inglese World Trade Organization?
E' un'organizzazione internazionale, composta da più di 152 stati membri, che rappresenta circa il 97% del commercio mondiale di beni e servizi.

Obiettivo generale del WTO è quello dell'abolizione o della riduzione delle barriere tariffarie al commercio internazionale; a differenza di quanto avveniva in ambi…

PALESTINA TERRA INSANGUINATA

Vi chiedo cortesemente di diffondere questa iniziativa il più possibile in ogni modo. Non voglio continuare a far parte di un mondo, che riesce a girarsi dall'altra parte anche rispetto a questa tragedia.

da LogicoKaos:
Attraverso alcuni sms, Guerrilla aka Vik ci sta tenendo informati (per quanto possibile) sull'andamento dell'iniziativa.Ultima aggregata alla "comitiva" una suora di 81 anni Anne Montgomery ... Vik giustamente si chiede che ne penserà Papa Ratzi Israele sta cominciando a muoversi, preoccupata delle possibili conseguenze (anche a livello di relazioni internazionali) di questa missione.Al riguardo Guerrilla ci ha segnalato questo articolo, chiedendo di tradurlo e diffonderlo.Se il comportamento ipotizzato dalle Autorità Israeliane sarà quello ipotizzato alla fine dell'articolo (lasciar passare la nave ed evitare scontri), ancora non si sa, l'unica cosa certa è ormai che Israele teme che l'iniziativa possa prendere una piega critica.

Israel …

STORIA DI TUTTI I GIORNI

Tempo fa, in un bar che frequento spesso, ho conosciuto un ragazzo marocchino diventato poi mio amico. E' stato un incontro molto bello perchè nato da una fiducia reciproca impensabile, visto che eravamo 2 perfetti sconosciuti. Una delle cose che mi ha fatto più piacere, è stata una sua frase in cui ha voluto dimostrarmi la fiducia, fin da subito provata nei miei confronti. Ora, tutte le volte che ci si vede, discutiamo neanche fossimo amici da una vita. Sabato, mentre parlavamo di lavoro e altre cose, gli ho chiesto da quanto tempo non vedeva i suoi familiari. Ebbene... sono 6 anni. Devo dire che una volta venuto a conoscenza di questo, ho provato, oltre un profondo dolore, rabbia nei confronti del sistema e dei miei connazionali. Viviamo in un modello economico, tra l'altro l'unico possibile e universalmente accettato, che costringe persone a partire e non vedere più i familiari stretti per anni. Perchè una persona per avere un lavoro, tra l'altro nemmeno decente vis…

VITTIME INNOCENTI

Cancro: sempre più bimbi colpiti


r.s. a cura della redazione ECplanet
In Italia aumentano Nei bambini e negli adolescenti i nuovi malati di cancro.

Ci domandiamo perché ?

Vorremmo invitare tutti i lettori ad un attimo di riflessione su questa frase: “la deliberata spietatezza con la quale la popolazione operaia è stata usata per aumentare la produzione di beni di consumo e dei profitti che ne derivano si è ora estesa su tutta la popolazione del pianeta, coinvolgendone la componente più fragile che sono i bambini, sia con l'esposizione diretta alla pletora di cancerogeni, mutageni e sostanze tossiche presenti nell'acqua, aria, suolo, cibo, sia con le conseguenze della sistematica e accanita distruzione del nostro habitat”.

Queste parole, che concludono un articolo sui rischi attribuibili ad agenti chimici scritto dal professor Lorenzo Tomatis* nel 1987, ci sono tornate alla mente come una lucida profezia davanti agli ultimi, recentissimi dati sull'incidenza di cancro nell'in…

RICOMINCIARE

Mi ero ripromesso cari amici, di non parlare del congresso di Rifondazione prima della sua fine. I motivi sostanzialmente erano 2 : il primo perchè pur avendo una preferenza, credo sia ora di ricominciare a costruire assieme qualcosa, il secondo per rispetto delle scelte altrui. Devo ammettere, che sono rimasto abbastanza deluso di come ognuno di noi si sia arroccato nella sua mozione, quasi venissero da 5 partiti diversi. Io ammetto di aver votato per la 3 perchè credo, visto le scelte politiche fatte dalle passate avanguardie, nella necesità di un cambio di rotta. Però, e questo a mio avviso è importante, il fatto che abbia vinto Ferrero oltre a non dispiacermi non mi preoccupa neppure. Perchè? Perchè non ho votato in base al leader, ma alla scelta politica visto, che noi comunisti non dovremmo avere miti ma rappresentanti. Ognuno di noi deve essere il leader di se stesso, ognuno di noi deve mirare alla propria crescita culturale e personale; solo i fascisti hanno bisogno di un…

TEMA DELICATO

Pubblico questa storia fortunatamente finita bene, per introdurre un argomento molto grave come può essere la scomparsa di un bambino..

LA STORIA DI ESTHER E ANA SCOPERCHIA IN GUATEMALA IL TRAFFICO DI ADOZIONI ILLEGALI
Gennaro Carotenuto(25 luglio 2008)

La piccola Esther, figlia di Ana Escobar, ad appena sei mesi di età era stata sequestrata da banditi armati che l’avevano strappata dalle braccia della madre a Città del Guatemala per alimentare il traffico multimilionario delle adozioni illegali verso gli Stati Uniti. Sono stati necessari un anno e mezzo di battaglia e due esami del DNA per ottenere giustizia.In Guatemala le adozioni per anni sono state informali e facilissime. Quasi un supermercato di bebè che alimentava un traffico intenso quasi tutto diretto verso gli Stati Uniti, 5.000 bambini solo nello scorso anno, al secondo posto al mondo dopo la Cina. Ana Escobar era ed è una giovane casalinga della capitale. Nel negozio di scarpe della famiglia entrò, era l’inizio del 2007, una…

I PARADOSSI DEL NOSTRO TEMPO.

Il paradosso del momento storico in cui viviamo è che abbiamo edifici più alti, ma tolleranza più bassa; autostrade più ampie, ma punti di vista ridotti; spendiamo di più, ma abbiamo meno; compriamo di più, ma ne godiamo di meno.
Abbiamo case più grandi, ma famiglie più piccole; siamo più agiati, ma abbiamo meno tempo; abbiamo più lauree, ma meno buon senso; sappiamo di più, ma abbiamo meno giudizio; siamo più esperti, ma con più problemi; più medicine, ma meno benessere.
Beviamo troppo, fumiamo troppo, siamo spendaccioni, ridiamo troppo poco, guidiamo troppo veloce, ci arrabbiamo più in fretta, facciamo le ore piccole, ci alziamo più stanchi, leggiamo troppo di rado, guardiamo troppa televisione e preghiamo raramente.
Abbiamo moltiplicato i nostri beni ma ridotto i nostri valori. Parliamo troppo, amiamo di rado e odiamo spesso.
Sappiamo come guadagnarci da vivere, ma non sappiamo vivere; abbiamo aggiunto anni alla nostra vita, ma non vita ai nostri anni.
Siamo andati e tornati dalla luna,…

OPPOSIZIONE

ULTIM'ORA:
DANIELE LUTTAZZI

Berlusconi: «Il lodo Alfano è il minimo che una democrazia possa apprestare a difesa della mia impunità».

Berlusconi: «Ho guai giudiziari da 14 anni. Per questo sono entrato in politica. E ha funzionato!»

La stilografica di Napolitano: «Sono nauseata».

Veltroni: «Grande manifestazione contro il lodo Alfano nel 2015»

Tratto dal manifesto.

Lo so ragazzi, molto probabilmente c'è poco da ridere. Ma quel Veltroni in piazza nel 2015 rende bene l'idea, anche se in modo estramamente sarcastico, su che tipo di opposizione dobbiamo sperare. E naturalmente spero di sbagliarmi.



Cosa penseranno di questa Italia? !

IL MIO CUORE SOFFRE CON I PALESTINESI

Fra poco meno di due settimane cercherò di entrare a Gaza.
Con una quarantina di attivisti per i diritti umani provenienti da 15 paesi diversi, compresi palestinesi e israeliani, e un carico di aiuti umanitari abbiamo deciso di sbarcare sulle coste della Palestina.
Il primo di agosto ci ritroveremo a Cipro, e il 5 salperemo su alcune barche che abbiamo acquistato verso Gaza, laddove ci attendono i rappresentati di una decina di ONG che ci hanno invitato. (fra cui the Palestinian Red Crescent Society in the Gaza Strip, the Palestinian Medical Relief Society, the Palestinian Centre for Human Rights and the Gaza Community Mental)

La condizione umanitaria di un milione e mezzo di palestinesi, uomini donne e bambini incarcerati illegalmente in Gaza è catastrofica,
la peggiore degli ultimi 40 anni di occupazione israeliana.
Nonostante Israele dichiari che Gaza non è più occupata, di fatto nega alla vasta maggioranza della popolazione l'accesso al lavoro, agli spostamenti, all'educazione…

PRESA DI COSCIENZA

Devo ammettere che stasera, è una di quelle sere in cui scrivo un po' per consolarmi, e un po' per sfogare l'amarezza del vivere in una società impazzita. Detto questo, io penso che come popolo italiano abbiamo 2 momenti storici dei quali essere orgogliosi: il Risorgimento dal quale è nata la Nazione, e la Resistenza dalla quale è nata la Costituzione. Ebbene... siamo stati in grado di oltraggiare entrambi i ricordi. Il sacrificio degli uomini che hanno lottato per il Risorgimento è morto con la Lega, con la parola terroni usata con diprezzo, con il movimento per l'autonomia, con la mafia, con i rifiuti a Napoli arrivati dal Nord, con le forti disuguaglianze tra Nord e Sud e con l'incapacità a distanza di 150 anni di sentirci un' unica Nazione al di fuori del capitale. Siamo il paese degli stereotipi: i siciliani sono tutti mafiosi, i napoletani sono tutti sporchi o camorristi, al Nord hanno tutti voglia di lavorare, il Nord è il motore dell'economia e in…

E NOI DICIAMO:" ITALIA SPROFONDA!"

Il grande sfracello
Gabriele Polo
Una Finanziaria feroce: autoritaria nel metodo, crudele nella sostanza. Questa è la manovra sbrigativamente approvata ieri dalla camera, in attesa del voto definitivo del senato. Una «pratica» da sbrigare in fretta, per poi andarsene allegramente in vacanza, in attesa di un autunno che sarà socialmente durissimo (per l'occupazione e per i redditi), ma che tutti fanno finta di rimuovere, preferendo perdersi nelle cortine fumogene di effimeri scontri, come quello sulla lesa maestà di un brutto inno nazionale. Mentre la vera lesione in corso è quella contro la democrazia di un parlamento posto nell'impossibilità di discutere alcunché e contro la costituzione materiale di una repubblica feudalizzata in potentati individuali. Primo fra tutti quello del principe di Arcore.Il ciambellano Tremonti ha messo in campo una serie di misure all'insegna del taglio di tutto ciò che si muove, dagli animali dei parchi agli studenti dell'università, passan…

PER CHI ALZA IL DITO MEDIO DURANTE L'INNO.

« Una cannonata lì sul ponte rapiva al momento questa cima in geologia di Leopoldo Pilla, che spirò dicendo "non ho fatto abbastanza per l'Italia. »

Leopoldo Pilla (Venafro, 20 ottobre 1805 – Curtatone, 29 maggio 1848) è stato un geologo e uomo politico italiano. È ricordato anche per il suo patriottismo in epoca risorgimentale.

I fermenti politici che cominciarono ad attraversare l'Italia fin dalla metà del 1847 indussero Pilla il 22 marzo del 1848 a imbracciare un fucile e a partire, con il grado di capitano, comandante della prima compagnia, alla testa dei volontari del battaglione universitario alla volta della Lombardia per schierarsi al fianco di Carlo Alberto e partecipare alla prima guerra d'indipendenza.

La Battaglia di Curtatone e Montanara fu combattuta il 29 maggio 1848 nei luoghi situati tra i due paesi, nei pressi di Mantova e rappresenta una fra le più simboliche battaglie della Prima guerra d'indipendenza.

Fonte Wikipedia

Come penso sappiate tutti voi, …

FASCISMO

Tempo fa, nel blog del RUSSO, lessi questa lettera di Giorgio Bocca che ripropongo molto volentieri ritenendola una descrizione molto fedele alla realtà.

"Il risultato delle recenti elezioni, il successo dei ricchi e potenti che si autodefiniscono liberali, fa sì che da noi ci si chiede se stiamo ritornando al fascismo. E non valgono a tranquillizzarci le precisazioni degli storici sulla unicità irripetibile del medesimo.Perché gli italiani temono un ritorno di qualcosa di molto simile al fascismo? Perché si conoscono, perché dai rapporti di ogni giorno con il loro prossimo sanno di essere una somma di piccoli autoritari in potenza. Qual è il modo di pensare e di essere che presto assume ognuno di noi che arrivi al comando di un'azienda, metal- meccanica o editrice, profit o non profit, cooperativa o padronale? In 90 casi su cento arriva la megalomania, l'alzabandiera quando è in azienda, il nome scritto in caratteri cubitali sulla facciata, le cento fotografie sull'ho…

NAPOLI CHIAMA KENYA O KENYA CHIAMA NAPOLI

Pubblico questa lettera di padre Zanotelli, per provare a chiarire la questione di Napoli con gli occhi di chi quella situazione la vive ogni giorno.

“E’ AL COLMO LA FECCIA”
LETTERA AGLI AMICI di padre Alex Zanotelli
Alex Zanotelli(17 luglio 2008)
Carissimi, è con la rabbia in corpo che vi scrivo questa lettera dai bassi di Napoli, dal Rione Sanità nel cuore di quest’estate infuocata. La mia è una rabbia lacerante perché oggi la Menzogna è diventata la Verità. Il mio lamento è così ben espresso da un credente ebreo nel Salmo 12:“ Solo falsità l’uno all’altro si dicono:bocche piene di menzogna,tutti a nascondere ciò che tramano in cuore.Come rettili strisciano,e i più vili emergono,è al colmo la feccia.”Quando, dopo Korogocho, ho scelto di vivere a Napoli , non avrei mai pensato che mi sarei trovato a vivere le stesse lotte. Sono passato dalla discarica di Nairobi, a fianco della baraccopoli di Korogocho alle lotte di Napoli contro le discariche e gli inceneritori. Sono convinto che Napoli…

UN SALUTO A CARLO GIULIANI

Carlo, sento ancora le urla del tuo corpo disteso a terra, chiedere giustizia alla storia. IN QUALE PAESE? di Pierluigi Sullo - da carta.org
In quale paese il capo del dipartimento anticrimine del ministero degli interni e l'ex numero due dell'antiterrorismo sono sottoposti a un processo, al termine del quale il pubblico accusatore chiede per loro una condanna a quattro anni e mezzo? In quale paese il capo della polizia all'epoca dei fatti. E oggi capo dei servizi segreti, viene indagato per aver indotto i suoi colleghi a mentire? In quale paese chi comandava l'azione che ha provocato il processo diventa un imputato per il quale i pm chiedono 4 anni e mezzo di carcere? In che razza di paese la prova principale addotta dalla polizia per discolpare se stessa viene smarrita o distrutta nel corso delle indagini dalla polizia e ciò nonostante per colui che le aveva messe sul luogo dei fatti viene chiesta una condanna a cinque anni? Che Stato è, quello che nel frattempo promuov…

LOTTIAMO ANCORA

Dal libro "Lettere dei condannati a morte della resistenza italiana"
(una a caso)

Regina Coeli, 16 gennaio 1944
Cara adorata madre,
non avrei mai creduto di darti tanto dolore, ma il destino ha voluto così, quindi ti chiedo perdono a te come pure ai miei cari fratelli, sorelle e amici. Mamma cara, tu sola mi comprendi e sostieni questo terribile momento e non mi resta che dirti addio e farti auguri per una vita migliore della mia. Auguro pure che la nuova Italia sia più forte, degna e libera per le nuove generazioni. Mi sento veramente un italiano, contento di andare alla morte invocando la tua benedizione.Ti bacio e vi bacio tutti il vostro
Romolo
P.S. L'orologio l'ho consegnato al reverendo padre che te lo darà personalmente, parlandoti ancora di me. Per il portafoglio contenente L.2200, si trova sempre a Via Tasso presso il comando, dove andrai a ritirarlo.

Ecco, per tutta questa infinita fila di morti, nel loro nome, lottiamo ancora.
Luz

Luz, certo lottiamo ancora anche p…

LE VOSTRE IDEE CAMMINANO SULLE NOSTRE GAMBE. MA DI CHI?

Caro Paolo, innanzitutto scusa se ti do del tu. Lo so, sono matto a scrivere ad una persona che non c'è più, ma sappi, che sei una delle poche figure che mi rende ancora orgoglioso di essere italiano. Pensa... nonostante tu sia dell'opposta corrente politica, ti scrivo per chiederti aiuto, perchè tu possa indicarmi una strada che permetta di risvegliare questo popolo caduto nella più profonda immoralità. Si...perchè ormai non è più solo questione di destra o sinistra, qui c'è in ballo la tenuta della democrazia, il rispetto delle istituzioni sempre più latitante in chi le rappresenta e un popolo che ha fatto dell'indifferenza e dell'egoismo il suo cavallo di battaglia. Sai qual è l'ultimo provvedimento del governo? Rendere immuni alla legge le prime quattro cariche dello stato. Ti rendi conto? Pensando a questo, i tempi delle tue lezioni contro la mafia sono lontani anni luce; quando dicevi che non importa se la magistratura accerti o meno il reato, chi rappres…

CONTRO CHI FA CREDERE LA GUERRA UN DOVERE

Afghanistan, nove civili uccisi in un attacco delle forze statunitensi
Quattro donne e cinque bambini sono stati uccisi martedì in un bombardamento della coalizione a guida americana nell'Afghanistan occidentale. Lo ha reso noto il vicegovernatore della stessa provincia di Farah, Mohammad Yunus Rasculi.

«Il bombardamento ha avuto luogo martedì mattina nel distretto di Bakwa. - ha dichiarato Rasculi - una bomba si è abbattuta su una casa, uccidendo quattro donne e cinque bambini».
La notizia è stata confermata dal capo della polizia di Farah, Khalilullah Rahmani.
Un portavoce della coalizione, il tenente Nathan Perry, ha confermato che alcune ricognizioni aeree avevano avvistato degli insorti in quella regione. Perry ha poi aggiunto che la coalizione investigherà sull' «eventuale morte di civili».
Già venerdì 47 civili erano morti in un raid statunitense mentre partecipavano ad un matrimonio. E altre 17 persone avevano perso la vita un altro attacco. Il governo afgano ha aperto un&#…

LA CRISI SOFFIA FORTE

Fannie e Freddie sono due istituti di credito degli Stati Uniti. Vendono mutui immobiliari. Sono come Ginger e Fred, ma non ballano su un set cinematografico. Danzano sul baratro del fallimento. Le loro azioni sono crollate nel mese di luglio.In caso di bancarotta Fannie e Freddie lascerebbero un buco di 5000 miliardi di dollari, la metà del debito pubblico americano. Dovrebbe intervenire lo Stato nazionalizzandole con un automatico aumento del costo del denaro e delle tasse. In Italia è come se fallisse contemporaneamente la maggior parte delle imprese quotate in Borsa. Fannie deve rimborsare 216 miliardi di dollari entro un anno, Freddie un po’ di più, circa 291 miliardi. I soldi non ci sono. Per due motivi. Le rate dei mutui non vengono più pagate e nessuno sottoscrive nuovi mutui. In sostanza il mercato immobiliare non c’è più.La gente non ha più soldi e il costo del denaro è salito. Inoltre, il valore delle case è crollato e le banche sono piene di case ipotecate. Nella pancia de…

FISCHIA IL VENTO

Vergogna!




FISCHIA IL VENTO
Fischia il vento, urla la bufera
scarpe rotte eppur bisogna andar
a conquistare la rossa primavera
dove sorge il sol dell’avvenir.

Ogni contrada è patria del ribelle
ogni donna a lui dona il sospir
nella notte lo guidano le stelle
forte il cuore e il braccio nel colpir.

Se ci coglie la crudele morte
dura vendetta sarà del partigian
ormai sicura è già la dura sorte
del fascista vile traditor.

Cessa il vento calma è la bufera
torna a casa il fiero partigian
sventolando la rossa sua bandiera
vittoriosi, alfin liberi siam

Quel vento ritorna sempre più impetuoso.
Quel vento, non è mai stato placato da questi sciocchi italiani.
Quel vento, viene addirittura rimpianto da questi ignoranti di italiani.

Essere italiani, non è ne un merito, e neanche una colpa: è la naturale conseguenza dell'essere nati in una determinata area geografica. Perchè allora provo questo senso di svilimento?

A pensarci bene vivo in una nazione, dove le 4 più alte cariche dello stato sono al di sopra delle leg…

CI STANNO MASSACRANDO

Post dedicato a Daniele Verzetti il Rockpoeta diAGORA'




Una sentenza che nega i gravi fatti accaduti. Chiesti 76 anni, condannati in 15 a 24. Grazie alla prescrizione, nessuno pagherà
Bolzaneto, giustizia negata: nessuna tortura nella caserma

Quindici condannati e 30 assolti dopo 11 ore di Camera di consiglio. Quando il giudice Delucchi legge la lunga sentenza sono in molti a scuotere la testa nei banchi occupati dalle parti civili e dai loro legali. Un calcolo sommario arriva a contare 24 anni complessivi comminati a un terzo dei 45 imputati, pene quasi tutte condonate, aggravanti tutte escluse. E nessuno è stato condannato per falso ideologico, l'unico reato che avrebbe resistito alla prescrizione. Una sentenza che nei fatti non riconosce le torture ma soltanto alcuni maltrattamenti specifici. «Ma le torture ci sono state - spiega Sara Busoli, uno dei legali di parte civile - lo dimostra il fatto che sono stati trasmessi alla Procura gli atti delle testimonianze di alcuni polizi…

PER CHI NON VUOLE VEDERE

Quasi 7 milioni gli stupri di cui 74mila nel 2006.
Il 6,6% sotto i 16 anni
Oltre il 90% non denuncia i soprusi. Pollastrini: "E' un dramma rimosso"

Tre donne su 10 hanno subito violenza Indagine Istat: più di 14 milioni le vittime
Il 36,9% ha subito violenza psicologica da parte del partner
Molto frequenti anche i comportamenti persecutori
Tre donne su 10 hanno subito violenza

Indagine Istat: più di 14 milioni le vittime " ROMA - Oltre 14 milioni di donne italiane sono state oggetto di violenza fisica, sessuale o psicologica nella loro vita. La maggior parte di queste violenze arrivano dal partner (come il 69,7% degli stupri) e la grandissima maggioranza (oltre il 90%) non è mai stata denunciata. Solo nel 24,8% dei casi la violenza è stata ad opera di uno sconosciuto, mentre si abbassa l'età media delle vittime: ben un milione e 400mila (il 6,6%del totale) ha subito uno stupro prima dei 16 anni. Inquieta il quadro che emerge dalla prima indagine sulla violenza e i malt…