Passa ai contenuti principali

Vaccini?.....forse


Volevamo portare un pò chiarezza sul dibattito vaccini partendo da un punto di vista più intuitivo ed ampio per far capire a tutti in maniera trasparente come questa situazione è degenerata. Semplicemente ragionandoci su con senso critico ma sincero ci si accorge di diversi eventi che pongono parecchi dubbi.

Prima parte

Innanzi tutto vogliamo divulgare la costituzione ovvero gli articoli costituzionali che difendono l’individuo dall’essere una cavia ma anche tutti quei trattati internazionali che ci difendono da questo scempio ed inseriremo solo gli articoli per non rendere il testo troppo pesante e lungo ma ovviamente starà a voi andare a leggerli per sapere effettivamente il loro contenuto.

Art. 1, art. 4, art. 5 ed art. 7 Codice di Norimberga (1947)

Art. 32 costituzione italiana (1947)

Art. 3, art. 5 ed art. 25 Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo (1948)

Art. 5 ed art. 6 Dichiarazione di Helsinki (1964)

Art. 1 Dichiarazione di Jakarta (1997)

Art. 3 Carta dei Diritti Fondamentali dell’unione Europea (2000)

Art. 5, art. 9 ed art. 14 Carta europea dei diritti del malato (2002)

Art. 32 codice di deontologia medica (2014)

Da come si evince sopra gli articoli che ci difendono sono tanti ma casualmente durante la stesura della legge 119/2017 ovvero legge Lorenzin sono stati buttati nel dimenticatoio ma, soprattutto, la corte costituzionale che durante la sentenza si dimentica di tutti i sopracitati articoli e conferma la validità della legge giustificandosi con il fattore epidemia ed immunità di gregge. Si sono persino dimenticati che due giudici erano sotto inchiesta. (link)

Seconda parte

Ora vogliamo analizzare su come è stata costruita l’epidemia Morbillo di fatto dall’oggi al domani.

Dichiarazione della Lorenzin: “solo di morbillo a Londra, cioè Inghilterra, lo scorso anno (2013) sono morti 270 bambini per un epidemia di morbillo molto grave”.                                                         Un anno dopo dichiarazione Lorenzin: “ di morbillo si muore, in Europa!!! C’è stata un’epidemia di morbillo lo scorso anno (2014) e sono morti più di 200 bambini.”

Quindi secondo la ministra in circa due anni avremmo avuto circa 470 bambini morti inglesi.               Riporto ora il link del sito della sanità inglese che invece parla di tutt’altri numeri.

https://www.gov.uk/government/publications/measles-deaths-by-age-group-from-1980-to-2013-ons-data/measles-deaths-by-age-group-from-1980-to-2013-ons-data.

Terza parte

Questa parte è la più difficile da assimilare in quanto dobbiamo mettere a conoscenza i cittadini di cosa contengono i vaccini in commercio e qui vi lascio il sito di CORVELVA la quale ha fatto analizzare i vari vaccini ed ha tenuto persino un incontro con la camera dei deputati il quale esito lo vedremo nei prossimi giorni. Vi riporto il link del sito e vi invito a leggere completamente tutte le analisi fatte (link). Ci sarebbero parecchi altri studi da proporre decisamente inquietanti ma per ora mi limito a questo che credo sia già notevole.

Quarta parte

Questa parte è la nostra riflessione ovvero come possiamo fidarci di un sistema sanitario dove ogni giorno vi sono sempre più persone malate, partendo dai bambini, passando per gli adulti ed arrivando agli anziani. Uno stato che vuole la salute del proprio cittadino vieterebbe la vendita di sigarette e super alcolici, garantirebbe uno stipendio ed una tassazione in maniera consona ad una vita decorosa, investirebbe mensilmente in scuole, ospedali ed infrastrutture in maniera da garantire servizi sempre più adeguati e migliorativi.
Quindi alla luce di ciò la domanda è: “lo stato vuole il mio benessere veramente???”                         Abbiamo parecchi dubbi ed invitiamo tutti a riflettere.
Fino a luglio 2017 comunque non ci sembrava di essere così a rischio cosa è successo per far accelerare tutto questo?

L’articolo oggi scritto in realtà meriterebbe di moltissime pagine di approfondimento con riferimenti a tantissimi dati ufficiali ma per permettere a tutti di addentrarsi superficialmente in questo mondo oscuro abbiamo pensato di inserire solo concetti chiave su cui ognuno di voi potrà intraprendere ricerche molto più accentuate. Ovviamente restiamo a disposizione di chiarimenti.

Finchè ognuno di noi non deciderà di cambiare da subito sarà impossibile migliorare il nostro sistema fallimentare. Dobbiamo spingere le autorità preposte verso il cambiamento perché se una legge è sbagliata dobbiamo poterla  non rispettare e rimandarla al mittente. Abbiamo bisogno di tutti come sindaci, presidi, carabinieri, polizia, presidenti di provincia e regione ecc.. per cambiare velocemente questa nazione sempre più allo sbando, sempre più preda dei poteri forti e sempre più disumana.



Commenti

Clipping Path Service ha detto…
Nice article as well as whole site.Thanks for sharing.
SCHIAVI O LIBERI ha detto…
Thank you so much!!!

Post popolari in questo blog

CHI CONOSCE AMA, VEDE, OSSERVA...

Colui che non sa niente, non ama niente.
Colui che non fa niente, non capisce niente.
Colui che non capisce niente è spregevole.
Ma colui che capisce, ama, vede, osserva ...
La maggiore conoscenza è congiunta indissolubilmente all'amore ...
Chiunque creda che tutti i frutti maturino contemporaneamente come le fragole, non
sa nulla dell'uva.

Paracelso

Queste parole mi fanno riflettere sul periodo in cui viviamo. Forse perchè penso seriamente, che uno dei problemi della nostra società, sia l' ignoranza che sfocia in una banale superficialità. Guardandomi attorno, noto quanto i media siano riusciti nel compito, di farci credere informati quando in realtà la disinformazione dilaga. Noto quanto le persone siano sempre meno propense a riflettere e a fare una sana autocritica. Mi rendo conto, quanto siamo sempre più incapaci per fragilità, o mancanza di tempo, a gestire i rapporti umani. Quello che voglio dire con queste parole, è quanto sia importante la conoscenza, la riflessione e la …

IL CONSUMISMO

Origini del consumismo

di Andrea Bertaglio

“Se cerco di immaginarmi il nuovo aspetto che il dispotismo potrà avere nel mondo, vedo una folla innumerevole di uomini eguali, intenti solo a procurarsi piaceri piccoli e volgari, con i quali soddisfare i loro desideri” (Alexis de Tocqueville, 1835).

Sarebbe molto più facile uscire dall’ondata di depressione a cui stiamo assistendo se non avessimo paura di ammettere che la nostra società di consumi ci rende infelici (Bruce E. Levine, 2007).

Il consumismo è la manifestazione del bisogno cronico di acquistare continuamente nuovi beni e nuovi servizi, con scarso riguardo all’effettiva necessità che si ha di essi, alla loro durata, alla loro origine o alle conseguenze ambientali della loro produzione e smaltimento. Il consumismo è dovuto ad ingenti somme spese in pubblicità con lo scopo di creare sia il desiderio di seguire una moda, un trend, sia il conseguente sistema di auto-compiacimento che ne deriva. Il materialismo è uno dei risultati finali…

IL SENSO DI ESSERCI

Tutti noi siamo alla ricerca della felicità, di una vita tranquilla con i nostri cari. Ma cosa è la felicità, il benessere al quale tutti noi ambiamo in ogni anelito di vita? Questo sistema continua a illuderci che la felicità dipenda da un qualcosa di esterno da noi, dall'aver più cose, una bella famiglia o un amore per il quale scioglierci. Eppure, il consumo di psicofarmaci nell'occidente considerato ricco aumenta, e sempre più persone si aggrappano a effimere condizioni per superare il vuoto che attanaglia il quotidiano. Qui allora nasce l'eterno quesito filosofico sul quale sia lo scopo della nostra vita; possibile che lo scopo della vita sia accumulare cose che comunque un giorno dovremo lasciare in ogni caso? O la felicità e il senso di esistere dipendono da un percorso interno che porta all'autorealizzazione indipendentemente da ciò che ci circonda, da ciò che abbiamo o lavoro facciamo? Questi quesiti nascono in me dopo anni di impegno politico, credendo di po…