Passa ai contenuti principali

SIAMO ALLA FRUTTA

http://www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?art_id=683691

Commenti

non sai come hai ragione caro marco,purtroppo sembra che milioni di Italiani si siano tappati il naso e abbiano messo la benda nera sugli occhi,hoiiiiiiii,sono convinti che da oggi tutto andra' per il meglio,dimmi te-:-) va be lasciamo stare,la tristezza è immensa ormai non si sa' piu quando ci si svegliera' da questo incubo-Prendere lezioni di storia etica dalla Carfagna è il massimo della bassezza!!

gabrybabelle ۶(๏̯͡๏)۶.
Pietro ha detto…
che cazzo ne sa la carfagna della cultura gramsciana?
in che mani siamo, ma è tutta colpa della sinistra se siamo riusciti a dare il governo di un paese mederno ai nani e alle ballerine
Franca ha detto…
Ma perchè invece di fare discorsi non torna a fare quello che le è sempre riuscito meglio?
pierprandi ha detto…
Detto da una mente illuminata come la Carfagna sicuramente da più autorità al concetto...Certo che la Gabry ha ragione, gli italiani si sono completamente inebetiti...A presto
Le Favà ha detto…
O signore mio santo....

Siamo al ridicolo.....
luce ha detto…
Caro Marco grillo parlante, in nome delle donne che rappresento essemdo donna, vergognandomi della Carfagna, chiedo scusa; a fare politica da donna adesso sono persone come lei( o come la Santanchè..dio mio!!), non tanto per alcune cose buone che dice di aver fatto ( la legge sullo stalking ci voleva) ma per quello che dicono senza sapere cosa stanno dicendo,e per essere arrivate lì non per il cervello ma credo purtroppo per altro, molto altro ( o poco altro??)
Un abbraccio affettuoso comunque.
Elsa ha detto…
concordo con Pietro... la Carfagna di Gramsci non sa un emerico cazzo.

pss siamo alla frutta, ringraziamo anche la sinistra per questo, ma non rinuciamo a lottare. Giammai, sentire il discorso del Premier eletto all'unanimità mi ha girato le palle,,, una farsa con un unico obbietivo... l'anticamera del potere assoluto. Da pauraaaaaaaaa
Italiani svegliaaaaaaaaaaaaaaa
Alessandro Arcuri ha detto…
E voi state anche qui ad argomentare... con quella non vale la pena di affaticarsi oltre un secco "taci, troia!"
frufrupina ha detto…
Ciao dolcissimo,ti auguro di cuore una serena serata.
Dino ha detto…
Certo che berlusconi,il nuovo duce, ha proprio rimbambito tutti!!
meno male che silvio c'è ha detto…
berlusconi è stato democraticamente votato e si sacrifica per tutti noi per cambiare questo Paese cercando di far prevalere il merito e i fatti parlano chiaro.

i rifiuti sono stati tolti dalla campania, il debito pubblico è dimezzato, la delinquenza pure, dopo i 30,000 omicidi al mese con Prodi..
insomma tutto è cambiato e molto c'è ancora da fare ma lui è il nostro padre e noi lo amiamo come uno di famiglia.

meno male che silvio c'è

Post popolari in questo blog

Considerazioni

La crisi morde, e il degrado al quale stiamo assistendo lascia sbalorditi. Tutto ormai si riduce ad una contrattazione al ribasso in  qualsiasi campo della vita politica, economica e sociale di questo paese. Sotto il peso del ricatto della crisi e di questa stolta teoria di sviluppo, subiamo miserie che fino a qualche decennio passato pensavamo buttate nel dimenticatoio della storia.
Così ci ritroviamo qui a difendere nel terzo millennio l'acqua come bene pubblico, ad aggrapparci ad un lavoro che nella maggior parte dei casi subiamo come violenza psicologica e sociale senza una qualche speranza di realizzazione professionale; a lottare per ciò che ritenevamo elementari diritti di una società civile come poter godere di una vecchiaia senza il dover pensare a come fare per mantenersi.
Siamo in crisi, in crisi di sistema economico e antropologica: ci hanno cambiati in questi 40 anni, adattati ad un pensiero unico che, promuovendo individualismo e competizione, ora ci sta conducendo …

Per la mia candidatura a rappresentante sindacale

La situazione economica che stiamo attraversando necessita di un’ analisi accurata.
Se guardiamo all’Europa e alla sua politica deflazionistica, dettata dai padroni della finanza per ridurre il potere dello Stato , lo scenario assume contorni apocalittici.
Ai vari Stati membri infatti, vengono imposte politiche di austerità condite con massicci piani di privatizzazioni e liberalizzazioni: una vera e propria macelleria sociale ( qui si apre anche la questione democratica sul perché due organismi come BCE e Commissione europea , i cui membri non sono eletti dai cittadini, possano decidere la politica di Stati con parlamenti eletti dai popoli). Senza parlare poi di questa globalizzazione, la quale serve solo ad una ristretta cerchia di persone al di sopra di tutto per arricchirsi ai danni dell’intera umanità.
In questo contesto la lotta capitale - lavoro, che qualcuno mistificando la realtà ci aveva detto superata, diventa non lotta per migliorare la propria condizione esistenziale,…

IL SENSO DI ESSERCI

Tutti noi siamo alla ricerca della felicità, di una vita tranquilla con i nostri cari. Ma cosa è la felicità, il benessere al quale tutti noi ambiamo in ogni anelito di vita? Questo sistema continua a illuderci che la felicità dipenda da un qualcosa di esterno da noi, dall'aver più cose, una bella famiglia o un amore per il quale scioglierci. Eppure, il consumo di psicofarmaci nell'occidente considerato ricco aumenta, e sempre più persone si aggrappano a effimere condizioni per superare il vuoto che attanaglia il quotidiano. Qui allora nasce l'eterno quesito filosofico sul quale sia lo scopo della nostra vita; possibile che lo scopo della vita sia accumulare cose che comunque un giorno dovremo lasciare in ogni caso? O la felicità e il senso di esistere dipendono da un percorso interno che porta all'autorealizzazione indipendentemente da ciò che ci circonda, da ciò che abbiamo o lavoro facciamo? Questi quesiti nascono in me dopo anni di impegno politico, credendo di po…