Passa ai contenuti principali

L' IMPORTANZA DELL'ACQUA.

Guardate, e fate un esame di coscienza. Aver sposato e scelto acriticamente la politica del mercato, potrà voler dire morire di sete. Se non potremo più accedere liberamente all'acqua, se non con il denaro, sarà soprattutto colpa nostra e di conseguenza della stolida politica con cui ci troviamo a dover fare i conti.

Commenti

Anonimo ha detto…
Il Forum italiano dei movimenti per l'acqua stà dando battaglia...non metto l'indirizzo per evitare di fare spam...cercate su google!
Alludi all'art 23 bis immagino sulla privatizzazione dell'acqua... ne parlai anch'io qui:

http://agoradelrockpoeta.blogspot.com/search?q=art+23+bis+e+l%27acqua
Paola ha detto…
Si anch'io ho letto in merito... questo bene prezioso... è meglio zittirmi!!!
Ciao carissimo ho il premio “VALE A PENA FICAR DE OLHO NESSE BLOG” da consegnarti, se gradisci e vuoi passare da domani a ritirarlo ti aspetto...
Buona giornata... un abbraccio... ciao ciao Paola
stella ha detto…
Ciao caro Marco.
luce ha detto…
Carissimo, il problema dell'acqua è sottovalutato da molti, perchè qui nell'Italia dei cachi tutti pensano a tirare avanti senza curarsi minimamente di quello che succede intorno, ma qualcosa si sta muovendo,almeno da quello che sento, la sensibilizzazione è lenta ma c'è.
Temo solo che si stiano accumulando tutta una serie di problemi che potrebbero scoppiare tutti insieme e non ci sarà acqua che possa spegnere nessun fuoco ( e scusami la metafora collegata al tuo post)
Grazie di aver messo il fatto in prima pagina.
Un abbraccio affettuoso
luce ha detto…
Un saluto al volo...ma quando torni?
Un abbraccio affettuoso.
Franca ha detto…
Altro che petrolio.
E' l'acqua il vero businnes mondiale...
Anonimo ha detto…
Confidence, perseverance, courage, all three in place, then the world is not impossible to do things.
http://www.104woo.com.tw
www.104woo.com.tw/index.htm
www.kinghouse.cc
www.kinghouse.cc/house.php
DNAcinema ha detto…
ciao! ha aperto i battenti il nuovo portale di cinema direttamente dagli studios di Cinecittà. News, recensioni, anteprime, foto, video e tanto altro ancora; e se vuoi collaborare con noi scrivendo recensioni scrivici @ dnacinema@yahoo.it http://dnacinema.blogspot.com/ P.S. Complimenti per il blog, ottimo lavoro! (saresti daccordo per un'affiliazione? ci terrei particolarmente...) A presto! Lorenzo
l'incarcerato ha detto…
Compagneros, non sai quanto mi ha fatto piacere il bentornato di un vero compagno combattente e romantico nello stesso tempo come te!
Anonimo ha detto…
On the ground planted vegetables, it is unlikely that long grass; the hearts of the good, it is unlikely that health evil.

www.gayoyoga.com.tw
www.gayoyoga.com.tw/teacher.html
www.gayoyoga.com.tw/time.html
www.sunny-yoga.net
www.sunny-yoga.net/news/news001.php?userid=6&page=1
www.sunny-yoga.net/aboutus/aboutus.php

Sur le terrain planté de légumes, il est peu probable que l'herbe longue, le cœur du bien, il est peu probable que le mal de la santé.

Auf dem Boden gepflanzt Gemüse, ist es unwahrscheinlich, dass die hohen Gras, die Herzen der gut ist, ist es unwahrscheinlich, dass die Gesundheit das Böse.
adoro il lessico di Don Giorgio e seguo quasi giornalmente le sue news, dal suo giornale web,qualcuno ne vorrebbe fare polpette ma lui è uno tosto!!

Post popolari in questo blog

CHI CONOSCE AMA, VEDE, OSSERVA...

Colui che non sa niente, non ama niente.
Colui che non fa niente, non capisce niente.
Colui che non capisce niente è spregevole.
Ma colui che capisce, ama, vede, osserva ...
La maggiore conoscenza è congiunta indissolubilmente all'amore ...
Chiunque creda che tutti i frutti maturino contemporaneamente come le fragole, non
sa nulla dell'uva.

Paracelso

Queste parole mi fanno riflettere sul periodo in cui viviamo. Forse perchè penso seriamente, che uno dei problemi della nostra società, sia l' ignoranza che sfocia in una banale superficialità. Guardandomi attorno, noto quanto i media siano riusciti nel compito, di farci credere informati quando in realtà la disinformazione dilaga. Noto quanto le persone siano sempre meno propense a riflettere e a fare una sana autocritica. Mi rendo conto, quanto siamo sempre più incapaci per fragilità, o mancanza di tempo, a gestire i rapporti umani. Quello che voglio dire con queste parole, è quanto sia importante la conoscenza, la riflessione e la …

IL CONSUMISMO

Origini del consumismo

di Andrea Bertaglio

“Se cerco di immaginarmi il nuovo aspetto che il dispotismo potrà avere nel mondo, vedo una folla innumerevole di uomini eguali, intenti solo a procurarsi piaceri piccoli e volgari, con i quali soddisfare i loro desideri” (Alexis de Tocqueville, 1835).

Sarebbe molto più facile uscire dall’ondata di depressione a cui stiamo assistendo se non avessimo paura di ammettere che la nostra società di consumi ci rende infelici (Bruce E. Levine, 2007).

Il consumismo è la manifestazione del bisogno cronico di acquistare continuamente nuovi beni e nuovi servizi, con scarso riguardo all’effettiva necessità che si ha di essi, alla loro durata, alla loro origine o alle conseguenze ambientali della loro produzione e smaltimento. Il consumismo è dovuto ad ingenti somme spese in pubblicità con lo scopo di creare sia il desiderio di seguire una moda, un trend, sia il conseguente sistema di auto-compiacimento che ne deriva. Il materialismo è uno dei risultati finali…

IL SENSO DI ESSERCI

Tutti noi siamo alla ricerca della felicità, di una vita tranquilla con i nostri cari. Ma cosa è la felicità, il benessere al quale tutti noi ambiamo in ogni anelito di vita? Questo sistema continua a illuderci che la felicità dipenda da un qualcosa di esterno da noi, dall'aver più cose, una bella famiglia o un amore per il quale scioglierci. Eppure, il consumo di psicofarmaci nell'occidente considerato ricco aumenta, e sempre più persone si aggrappano a effimere condizioni per superare il vuoto che attanaglia il quotidiano. Qui allora nasce l'eterno quesito filosofico sul quale sia lo scopo della nostra vita; possibile che lo scopo della vita sia accumulare cose che comunque un giorno dovremo lasciare in ogni caso? O la felicità e il senso di esistere dipendono da un percorso interno che porta all'autorealizzazione indipendentemente da ciò che ci circonda, da ciò che abbiamo o lavoro facciamo? Questi quesiti nascono in me dopo anni di impegno politico, credendo di po…