domenica 25 aprile 2010

PER CHI ANCORA RESISTE E' SEMPRE 25 APRILE

In una delle ultime lettere che Giordano Cavestro scrisse ai compagni si legge:

« Cari compagni, ora tocca a noi. Andiamo a raggiungere altri tre gloriosi compagni caduti per la salvezza e la gloria d'Italia. Voi sapete il compito che vi tocca. Io muoio, ma l'idea vivrà nel futuro, luminosa, grande e bella. Siamo alla fine di tutti i mali. Questi giorni sono come gli ultimi giorni di vita di un grosso mostro che vuol fare più vittime possibile. Se vivrete, tocca a voi rifare questa povera Italia che è così bella, che ha un sole così caldo, le mamme così buone e le ragazze così care. La mia giovinezza è spezzata, ma sono sicuro che servirà da esempio. Sui nostri corpi si farà il grande faro della Libertà. »
(Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana (8 settembre 1943 - 25 aprile 1945))

Fonte: Giordano Cavestro - Wikipedia



Per chi ancora resiste, per chi rispecchia i propri valori fondanti nel sacrificio di quegli eroi.

Resistere, è un dovere.

12 commenti:

Alligatore ha detto...

Buona Liberazione, con la forza delle idee, queste, sempre...

il monticiano ha detto...

Un saluto da Roma medaglia d'oro della Resistenza.

Roby Bulgaro ha detto...

Non ti nascondo che la vedo dura. Ma resistere oltre che un dovere, è un diritto che i nostri avi ci hanno regalato donando il loro sangue.
Quando ho sentito berlusca rinominare il 25 aprile come "festa della libertà" mi è ribollito il sangue: il suo solito gioco mediatico. Riscrivere la storia attraverso piccoli dettagli, che pian piano vanno a comporre il suo mosaico.
Dannazione, no!
Eppure i segnali che arrivano, anche attraverso i comportamenti che denunci nel tuo precedente post, sono sempre in quella direzione: ci sta riuscendo.
E che dire dei comportamenti adottati nel contestare la Polverini a Roma? Così non va bene, ma per noi però. Si va sempre più verso una rottura sociale che darà sempre più forza al nano malefico.

la Volpe ha detto...

buon 25 aprile dalla Norvegia! festeggiamo anche in esilio

Pierprandi ha detto...

Buona Liberazione compagneros.

Punzy ha detto...

Resistenza sempre: ieri e oggi più che mai!!!!

auguri carissimo!!

Ross ha detto...

Ha aperto il volantino di presentazione della festa della liberazione locale che i miei compagni e io abbiamo organizzato per ieri, questa lettera di Mirko. Mi emoziona ritrovarla e riascoltarla anche qui.
Grazie, e buona continua resistenza.

Ross ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ANGELAGABBIANO ha detto...

Il 25 Aprile ed il Primo maggio ancora oggi sono ad esprimere la resistenza al fascismo, allo sfruttamento, al razzismo. Per questo non facciamo cadere la polvere sulla memoria e nemmeno sulle realtà dell'oggi ed è più che mai simbolica la scelta di essere per il 1° Maggio a Rosarno dove mafia, corruzzione, razzismo e sfruttamento hanno cercato di prendere il posto della solidarietà e dei diritti, ma i riflettori dell'informazione e quel che resta della democrazia stanno facendo resistenza.

Alessandro Tauro ha detto...

Strasottoscrivo! E buon 25 aprile in ritardo... (un ritardo relativo vista la necessità oggi più che mai di trasformare ogni giorno in un 25 aprile)

riri ha detto...

...tutti i giorni..resistenza!!
Un abbraccio fraterno

luce ha detto...

Ha ragione Alessandro; qui ogni giorno è 25 aprile!
Un abbraccio anche se in ritardo.