domenica 7 agosto 2011

Il comando straniero

Eccolo... il comando straniero e` arrivato: non un comando militare; non un comando caratterizzato da ordini dati con pistole puntate o minacce di morte imminente. Il nemico, perche` di questo si tratta, si e` fatto piu` astuto: ha capito come distruggere la democrazia minimizzando gli effetti di qualsiasi reazione a politiche che ormai senza alcun pudore o senso di colpa spingono milioni di persone verso la poverta` piu` assoluta.
Siamo senza protezione, in guerra con gli ultimi brandelli rimasti di uno stato sociale a difesa dei piu` poveri che si vuole distruggere completamente.
Ridurre il debito e` la parola d`ordine. Ma io, povero inutile uomo su questa terra mi chiedo e chiedo a questi politici-economisti:
Ma con chi abbiamo questo debito?
E` possibile che uno "stato sovrano" sia indebitato con banche private?
E` possibile che un consiglio di amministrazione di una qualsiasi importante banca a livello planetario possa decidere, pensando solo a fare profitti, delle sorti di milioni di persone?
Come e` possibile, che uno stato definito sovrano, debba essere indebitato con qualcuno?
Sono solo alcune domande che mi girano per la testa in questi giorni leggendo le notizie.

Il comando straniero e` arrivato, prepariamoci al peggio.

4 commenti:

Gap ha detto...

Dirti bentornato mi sembra una cattiveria, comunque ...
Che le nazioni, o i loro re, siano sempre stati indebitati con i privati è un fatto storico. I banchieri servivano a finanziare guerre di conquista, annessioni, crociate e altro ancora.
E' altrettanto un fatto storico che i debiti dei ricchi li pagano sempre e comunque i poveri. Ovvero noi.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Caro Gap, grazie per esserci sempre.
Oltre a svariati impegni personali, ho avuto problemi con il pc e non riuscivo a postare.
cerchero` di esserci piu` spesso.
Anche se a dirti il vero a volte, mi sembra solo di sprecare parole e ossigeno contribuendo solo ad aumentare il riscaldamento globale.

elena ha detto...

Ciao SoL e ciao GAP. Stessi dubbi, stessi assilli per tutti, a quanto vedo... solo che io questa volta non credo si tratti di debiti effettivamente contratti - come in passato facevano i re per le guerre etc - dagli stati. Secondo me è la finanza all'opera... un po' il discorso dei bond e tutte quelle robe strane per cui sei convinto di fare un affare e ti ritrovi inguaiato. Non è possibile che - ormai manca solo la Germania mi pare, perché pure la Francia è entrata nel mirino - tutti i governanti europei, indipendentemente dallo schieramento, abbiano lavorato per far scoppiare tutto... è più facile che i signori nella stanza dei bottoni abbiano deciso che è giunto il momento di piegare definitivamente quella massa di gente che in definitiva altro non è che carne da cannone. Non ci resta che prenderne atto e, se vogliamo salvarci, imitare i fratelli Islandesi (e Greci: anche loro stanno chiedendo l'audit del debito) e poi far pagare i reali colpevoli. Altrimenti... pagheremo caro e anche più di tutto. Purtroppo per noi e per i nostri figli.

il Russo ha detto...

Ma il comando straniero, siamo sicuri implicasse anche soppressione dei diritti dei lavoratori e abolizione delle feste antifasciste?