mercoledì 9 giugno 2010

LA COSTITUZIONE

Dopo l'ennesimo attacco alla Costituzione fatto da uomini che non valgono nemmeno un milionesimo rispetto a chi quella Costituzione l'ha scritta, mi sento di ringraziare ancora una volta quei cittadini che, stante la situazione, sembrano godere nel prenderlo nel culo.
Ma già....è colpa di una Costituzione a cui confronto, siamo all'epoca preistorica; non sembra nemmeno scritta per lo stato italiano se mi guardo attorno.
Forza! tutti in coro a lodare ancora una volta la magnificenza dell'impresa e del mercato.
Grazie, ai tanto sono tutti uguali....

3 commenti:

Alessandro Tauro ha detto...

La Costituzione, quando fu concepita dalle menti illuminate che la costruirono parola dopo parola, virgola dopo virgola, era un testo visionario, nato dalle ceneri di quel fascismo politicamente decaduto e dal fuoco della speranza di un paese realmente moderno.

Oggi stiamo ancora rincorrendo i principi in essa descritti. Siamo qualche secolo dietro la mentalità che l'ha forgiata.

E qualcuno, "giustamente", sta ben pensando di adattare la nostra Costituzione ai tempi attuali. E far terminare, così, questa interminabile corsa per raggiungerla...

Paolo ha detto...

Cao amico, ho trovato questo blog cercando il Discorso di Pericle agli Ateniesi, che hai pubblicato nel 2008. Io scrivo in ilvecchio.splinder.com dal 2003. Leggo parole di scoraggiamento,ma ne abbiamo il diritto, di scoraggiarci, noi liberi? Che ne sarà dei nati schiavi, o resi schiavi con opportune e oggi non violente manovre? Per quegli occhi vuoti, per quelle bocche aperte dietro al Capo, per quelle menti semplificate fino all'idiozia...per loro, e per l'amore che portiamo a questi fratelli. Non ci dobbiamo MAI scoraggiare...Buon lavoro...

luce ha detto...

La Costituzione è un tesoro che stiamo maltrattando e vituperando ma è anche una barriera insormontabile per questi ominicchi di Governo
Io sono abbastanza serena sulla sua applicazione e forza.
un abbraccio