lunedì 20 luglio 2009

Carlo

Morire a 23 anni, è sbagliato. Ci sono volte, in cui la vita ci riserva punizioni più grandi rispetto ai nostri errori. Dicono sia il destino, ma il destino è fatto dagli uomini e da proprie colpe o meriti. Un ragazzo è morto, non è destino, è il frutto dell'odio che porta alla cecità, a quel sonno della ragione che genera mostri.
23 anni.... non si trovano le parole per descrivere quei giorni.

5 commenti:

riri ha detto...

Non ci sono parole, solo tristezza e pietà per chi resta a piangere....

l'incarcerato ha detto...

Scusami se vado fuori post, ma ho bisogno del tuo aiuto per diffondere un importante iniziativa. Appena puoi passa da me. Ti ringrazio!

Crocco1830 ha detto...

La giustizia ha lasciato impuniti i responsabili di quell’omicidio. Speriamo che almeno la storia li condanni. E per farlo, occorre ricordare quello che è successo.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Marco, sicuramente Giuliani é stata una vittima penso però sia difficile considerarlo un eroe.

Gli eroi sono altri, sono per es. come quelli di cui hai parlato nel post precedente...

Gatta bastarda ha detto...

sono stufa di versare lacrime e non vedere giustizia!