domenica 14 marzo 2010

La Patria di Socrate si risveglia

La Grecia sull'orlo della rivoluzione contro le misure di austerità volute dalla compagnia della grande finanza?
A leggere queste poche righe " Grecia, anarchici e maialini. " parrebbe proprio di si.
E allora vai Grecia, perchè se è come sembra, per questa tua battaglia passa gran parte del nostro futuro.
La Patria di Socrate, nonchè culla del pensiero occidentale, potrebbe essere l'imput a ribellarsi a questa scempio che ruba ai poveri per dare ai ricchi.
Tremate burocrati, tremate, perchè la ragione sta da un'altra parte.
La megalomania di chi si crede senza limiti, può portare solo alla rovina storica, con o senza la coscienza del popolo.



Solo il fatto che la riforma abbia incassato il plauso del FMI, vuol dire voler perpetuare l'ideologia che ha contribuito a causare la crisi.



Facci sognare, Grecia.

9 commenti:

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

E sembrerebbe che circa 200 poliziotti, siano passati dalla parte dei manifestanti.
Si Grecia, l'essere umano viene prima del mercato.

la Volpe ha detto...

non dimenticarti l'ottima notizia del referendum islandese che ha sfanculato le banche inglesi e olandesi... appena metto online l'articolo per alla-fonte te lo linko

e sembra che sarkozy abbia preso grosse sveglie

piccoli passi, uno per volta.

riri ha detto...

...un esempio, almeno lo speriamo tutti.
Un abbraccio fraterno.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Forse la Grecia ha visto il video del tuo post precedente. E guarda che non faccio ironia. Sarebbe utile che anche qui da noi lo si guardasse e magari la gente ne recepisse il messaggio. Tanta gente, tutta la gente. D'altronde é un mondo perfetto quello a cui é giusto tendere.

Un abbraccio forte
Daniele

Ernest ha detto...

facci davvero sognare!

Zion ha detto...

oddio, io mi sono persa buona parte della storia. A leggere così superficialmente le notizie avevo solo capito che la recessione avesse messo in ginocchio la grecia, e che i politici avessero preso "contromisure economiche" molto vessanti...ma necessarie perchè altrimenti colano a picco. Quindi non ho capito niente!!! :-O e dire che di solito mi informo benino...

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie

luce ha detto...

E non era dalla Grecia che partirono i moti rivoluzionari del 1848 o sbaglio? Quelli in cui Byton ci lasciò vita e poesia?
Vai Grecia, facci CAPIRE.
E vai, Marco, che le racconti!
Un abbraccio

Matteo ha detto...

Complimenti alla Grecia. Fosse successo da noi ci sarebbe stato uno sciopero generale, un corteo e tutto sarebbe finito (ammesso che Di Pietro voglia distrarsi dai processi di Berlusconi).