Passa ai contenuti principali

ANCHE POTER FESTEGGIARE IL NATALE E' UN PRIVILEGIO

Commenti

riccardo gavioso ha detto…
toccante e tristissimo video. Ricordavo un bellissimo racconto di Buzzati che narra di una Casa Senza Natale. Sono davvero troppe le case senza Natale, e non è questione di religione...

A te, e a tutti i tuoi lettori, Buone Feste. E che questa Notte sia incantata e luminosa come quelle della nostra infanzia.

con affetto e Amicizia, Riccardo
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
Naturalmente il video lo consiglio tutto, ma visto la lunghezza il finale è imperdibile.Dal sesto minuto in poi.
Buon Natale.
Consiglio anch'io il video e concordo con Marco sull'ultima parte.

Hai ragione Marco, anche festeggiare il Natale è un privilegio ed è per questo motivo che noi, che questo privilegio lo abbiamo ancora, dobbiamo, dovremmo, utilizzarlo al meglio ricordandoci anche degli altri e non solo a parole.

Buon Natale nonostante tutto a te Marco, a chi ami ed a tutti i tuoi lettori.

Daniele
Anonimo ha detto…
Oh, mio dio ... Giobbe ... verità da un comico (come al solito ..)
Anonimo ha detto…
Ciao marco bellissimo video ....sopratutto il finale concordo ,non sia da perdere.
Tanti auguri di buone feste a te e alle persone che ami
un abbraccio
progvolution ha detto…
Hai ragione, un rpivilegio.
Buone feste alla gente di buona volontà...
il Russo ha detto…
Ci vuole un grillo parlante anche la notte di natale, e tu fai benissimo ad esserlo mentre ci si abboffa o si ammucchiano regali sotto l'albero.
Per qualcuno è natale tutto l'anno, per molti altri non arriva mai.
I miei più cari auguri laici ed un abbraccio per un natale difficile ma, ricordatelo sempre, con noi al tuo fianco.
Rouge ha detto…
Ciao Libero, auguri.
catone ha detto…
Mi ha profondamente scosso e mi sono semtito ribollire il sangue, nonostante la mia età, specie nel finale. Ti ringrazio per questa ulteriore testimonianza della tua sempre attiva militanza sociale e ti auguro Buone Feste.
desaparecida ha detto…
forte e pesante il video!

Ti abbraccio ()
Sabatino Di Giuliano ha detto…
Buon Natale! Comunque... Cosa vorra' dire a questo punto Buon Natale?
Le Favà ha detto…
L'avevo già visto. Il film intendo. E non avevo sentito nulla. Strano mi son detto ora...magari sarà passato tempo, o altro.Magari ho avuto tempo di vedere e guardarmi intorno.

Che dire. Grazie e Tanti auguri.
Alessandro Tauro ha detto…
Forte e quantomai opportuno il video. Il finale merita davvero. Anzi, consiglio a tutti di vedere per intero il film da cui è tratto (Muzungu).

Un ottimo modo per riflettere su quanto un qualcosa di profondamente scontato e banale per noi possa essere qualcosa di totalmente inimmaginabile per altri.

In ogni caso ti mando una valanga di auguri di un ottimo natale, anche se nelle avversità. Te li meriti tutti e anche di più...
pierprandi ha detto…
Giusto inserire un video così in un giorno come oggi , per non dimenticare quante persone non festeggiano il natale,per non dimenticare nonostante tutto quanto siamo fortunati noi qui...Auguri di cuore a te e a tutti i tuoi lettori
stella ha detto…
Marco ti abbraccio.
articolo21 ha detto…
Purtroppo è così. Oggi è uscita la notizia, senza andare troppo lontano, che 400 operai hanno ricevuto in busta paga 0 euro. Uno ha minacciato il suicidio. Buon Natale, comunque.
Giovanni Greco ha detto…
Auguri di un sereno Natale ed un felice 2009.
Anticlericale89 ha detto…
Ciao SoL ,tristissimo il video,hai ragione il finale imperdibile.

Auguri di buon natale a tutti.
Grazie della visita. Auguri di Buon Natate.
Caterina

P.S. Approvo il messaggio sopra: "Questo blog, considera i commenti anonimi un'offesa...". Ben detto!
Alligatore ha detto…
Impressionante, bravo, bunueliano ...
Franca ha detto…
Purtroppo è così...
Comunque, Buone Feste....
Adriano Smaldone ha detto…
ciaooo. e' da parecchio che non passavo nel tuo blog per lasciare un commento. Comunque tanti auguri di buon natale e felie anno nuovo
Anonimo ha detto…
splendido!!
giobbe covatta è splendido. tremendamente vero e agghiacciante... ho amato il prossimo come me stesso perchè non c'avevo niente di meglio da fare...mamma mia...
comunque buon natale!
anch'io sono andata su un natale riflessivo
ciao
Maurone ha detto…
Non è che a Natale si stia veramente meglio in tutto il mondo, anzi.
Chi può si ristori, ma abbia l'onestà e il coraggio di farlo per ricominciare a lavorare per un briciolo di giustizia già dal 26...
Vagamundo ha detto…
un video che é pugno di sabbia negli occhi, solo se gli occhi sei solito girarli dall'altra parte... un pugno nello stomaco, ma solo se pieno di zampone, un calcio nel ventre molle di una falsa opulenza...
piccolè ha detto…
A me il Natale non piace, troppo e solo consumismo, comunque hai ragione, sono fortunata a poter decidere se festeggiarlo o meno, se sedermi a tavola per il pranzo, o no! Bravo. Auguri, e a presto.
sirio ha detto…
"Per non dimenticare"...ma quante sono le cose che un Natale consumistico cerca di zittire? troppe, e tu Marco fai benissimo a pubblicare post come questo.

GRazie.
il monticiano ha detto…
Pietro, non è la prima volta che vedo le tremende immagini del video nè che ascolto le indignate parole della "predica" finale. Ma l'onu, l'unione europea e le minchiate similari si rendono conto di queste tragedie e che quel poco che fanno non è sufficiente?. La mia indignazione conta poco anzi niente di fronte a quello che vedo. E ci mettiamo a pensare al menù del pranzo di natale oltre che ad ascoltare chi ci esorta a consumare di più. Io non lo penso proprio anche perchè le possibilità che ho non me lo consentono. Di fronte a quei popoli però, mi vergogno a sentirmi come un ricco e non lo sono. aldo.
il monticiano ha detto…
Scusami Schiavi o Liberi?, ovviamente il commento precedente era indirizzato a te e non a Pietro ma, a quest'ora, una botta di sonno può anche procurare una brutta figura come quella che ho fatto io.aldo.
Renata ha detto…
Non dimenticare esistenze misere aiuta ad apprezzare uno status che si è portati a ritenere normale.
Dovrebbe spronare anche a porgere aiuto a chiunque e in qualunque modo.
Un'occasione per meditare. Grazie.
Silvia ha detto…
Ci voleva proprio un video del genere per Natale...

Buona continuazione di vacanze allora ed a presto! :)
Sub ha detto…
A gaza ci sono più di 200 morti, stando a quanto ci riferisce Vik da Gaza - tramite Marele.

Lui sta bene, per ora.
Gli aggiornamenti ti arriveranno via mail, nel caso ce ne fosse bisogno ti chiedo di rilanciare via web.

Grazie di cuore,
SUB
Gatta bastarda ha detto…
guarderò il video domani con calma perchè è uno di quei video da non vedere di corsa... la verità che fa male deve essere vista e analizzata bene per cercare di cambiarla... un video così merita almeno tutta l'attenzione di cui si è capaci

Post popolari in questo blog

IL CONSUMISMO

Origini del consumismo

di Andrea Bertaglio

“Se cerco di immaginarmi il nuovo aspetto che il dispotismo potrà avere nel mondo, vedo una folla innumerevole di uomini eguali, intenti solo a procurarsi piaceri piccoli e volgari, con i quali soddisfare i loro desideri” (Alexis de Tocqueville, 1835).

Sarebbe molto più facile uscire dall’ondata di depressione a cui stiamo assistendo se non avessimo paura di ammettere che la nostra società di consumi ci rende infelici (Bruce E. Levine, 2007).

Il consumismo è la manifestazione del bisogno cronico di acquistare continuamente nuovi beni e nuovi servizi, con scarso riguardo all’effettiva necessità che si ha di essi, alla loro durata, alla loro origine o alle conseguenze ambientali della loro produzione e smaltimento. Il consumismo è dovuto ad ingenti somme spese in pubblicità con lo scopo di creare sia il desiderio di seguire una moda, un trend, sia il conseguente sistema di auto-compiacimento che ne deriva. Il materialismo è uno dei risultati finali…

IL SENSO DI ESSERCI

Tutti noi siamo alla ricerca della felicità, di una vita tranquilla con i nostri cari. Ma cosa è la felicità, il benessere al quale tutti noi ambiamo in ogni anelito di vita? Questo sistema continua a illuderci che la felicità dipenda da un qualcosa di esterno da noi, dall'aver più cose, una bella famiglia o un amore per il quale scioglierci. Eppure, il consumo di psicofarmaci nell'occidente considerato ricco aumenta, e sempre più persone si aggrappano a effimere condizioni per superare il vuoto che attanaglia il quotidiano. Qui allora nasce l'eterno quesito filosofico sul quale sia lo scopo della nostra vita; possibile che lo scopo della vita sia accumulare cose che comunque un giorno dovremo lasciare in ogni caso? O la felicità e il senso di esistere dipendono da un percorso interno che porta all'autorealizzazione indipendentemente da ciò che ci circonda, da ciò che abbiamo o lavoro facciamo? Questi quesiti nascono in me dopo anni di impegno politico, credendo di po…

CHI CONOSCE AMA, VEDE, OSSERVA...

Colui che non sa niente, non ama niente.
Colui che non fa niente, non capisce niente.
Colui che non capisce niente è spregevole.
Ma colui che capisce, ama, vede, osserva ...
La maggiore conoscenza è congiunta indissolubilmente all'amore ...
Chiunque creda che tutti i frutti maturino contemporaneamente come le fragole, non
sa nulla dell'uva.

Paracelso

Queste parole mi fanno riflettere sul periodo in cui viviamo. Forse perchè penso seriamente, che uno dei problemi della nostra società, sia l' ignoranza che sfocia in una banale superficialità. Guardandomi attorno, noto quanto i media siano riusciti nel compito, di farci credere informati quando in realtà la disinformazione dilaga. Noto quanto le persone siano sempre meno propense a riflettere e a fare una sana autocritica. Mi rendo conto, quanto siamo sempre più incapaci per fragilità, o mancanza di tempo, a gestire i rapporti umani. Quello che voglio dire con queste parole, è quanto sia importante la conoscenza, la riflessione e la …