Passa ai contenuti principali

AUGURI DISILLUSI

E' così...siamo arrivati anche alla fine di quest'anno. Visto le vicende accadute in Italia e nel mondo, non posso dire sia da incorniciare: la crisi finanziaria, le elezioni italiane, gli atti di razzismo, le aggressioni fasciste e le varie guerre nel mondo fanno di quest'anno un anno alquanto disastroso. Sarà perchè sono diventato un terribile rompiscatole, ma a dire il vero non sento nemmeno il bisogno di abbandonarmi a quegli auguri, utili solo ad alimentare illusioni o la convinzione che le cose vengano favorite da qualche congiunzione astrale. Devo dispensare felicità, quando nell'ultimo periodo le casse integrazioni sono aumentate a dismisura, conseguenza di una crisi economica senza precedenti, oppure vedendo come girano le cose nel mondo sempre più impestato di guerra e violenza? Non me la sento. E' inutile, se l'anno vecchio si chiude nel declino più totale a meno di un miracolo, ai quali difficilmente credo, quello nuovo non può essere molto migliore. L'unico augurio che mi sento di fare, è rivedere il popolo italiano svegliarsi dal torpore, iniziando a capire che il problema oltre alla classe politico-economico e finanziaria è esso stesso. Se è vero come credo, che poi è la verità a nutrire i sogni, è inutile sperare in qualcosa di migliore: per far venire le cose bisogna lottare con una coscienza del problema che non vedo. Qui ognuno rema in maniera confusa su una barca che affonda in direzione di un anno, che molto probabilmente sarà peggiore di questo passato. Detto ciò, non ho voglia di fare auguri a un popolo già di per sè troppo portato nel credere a sogni e illusioni. La felicità, va conquistata e guadagnata giorno per giorno.

Commenti

SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
Tanto per non perdere l'abitudine a rompere le scatole...
Per i più deboli, per chi muore sotto le bombe o è oppresso da questo sistema sbagliato, il primo dell'anno è un giorno come un altro.
desa ha detto…
Hai ragione Marco c'è poco da festeggiare.

allora,permettimi di farti gli auguri affinchè la tua forza,la tua determinazione continui ad essere più forte di un sistema che tende con il mutismo a schiacciarci.

Ti abbraccio forte()
Kristel ha detto…
Ciao,
bel post, come sempre :). Auguri per l'anno nuovo!
no,non c'è propo nulla da festeggiare,ma io ti auguro un buon 2009,no dico ottimo,sai com'è il troppo storpia,accontentiamoci,
certo del nulla, ma con quel che sta' succedendo nel mondo,noi siamo qua' e siamo vivi è gia qualcosa
gabrybabelle ^..^
Punzy ha detto…
Buongiorno Marco e comunque auguri, di cuore> ne abbiamo tutti bisogno, teniamo duro

baci
stella ha detto…
Marco fai sempre riflettere,ma un augurio benevolo scambiamocelo.
il monticiano ha detto…
Già, con tutto quello che succede e quello che si prevede succederà
da domani in poi, ci sarebbe poco da festeggiare. Io poi, per quello che mi riguarda, spero solo che vada meglio per l'anno che finisce, anche solo di poco. In bocca al lupo!
Pino Amoruso ha detto…
Un passaggio veloce per augurarti un felice 2009 :)
pierprandi ha detto…
Un 2008 disastroso e un 2009 che probabilmente sarà sulla stessa falsa riga...Ma comunque auguri di un buon anno nuovo. Un saluto
NADIA ha detto…
HOLAAAAAAAAAAAA!!!! MARCO!!!

E' VERO CHE OGGI SARA' COME DOMANI E DOMANI L'ALTRO, E' VERO CHE QUESTO POPOLO SA' DA' SVEJA'!!

MA CON VERO AFFETTO E CON IL CUORE TI AUGURO UN BUON ANNO!!!!

TI ABBRACCIO E TI MANDO UN BESITO SUL NASINO!!!!

HASTA SIEMPRE!!!
Auguri particolari: magari privi di una illusoria speranza ma auguri che hanno dentro di sè il volerci credere ancora.

Crederci fortemente, lottare con determinazione perchè le cose cambino anche se dentro la speranza è affievolita.

Buon Anno Marco te, ed a tutti i tuoi lettori
Daniele
La Mente Persa ha detto…
sopratutto bisogna che il popolo italiano impari a non apprezzare un certo tipo di furbizia...

Cmq io ti auguro di continuare a resistere e a promuovere gli ideali positivi. Servono sempre.
un fanculo a questo mondo di merda!
gio
Pietro ha detto…
Già, non cambia molto...
Buon 2009
sirio ha detto…
Ciao Marco,se mai dobbiamo essere contenti di quest'anno che finisce è perchè noi siamo qui a raccontarcelo...altri purtroppo no!
Gli auguri te li faccio perchè tu voglia continuare "a rompere le scatole" con la determinazione che ti caratterizza.
progvolution ha detto…
Auguri per il 2009. Nonostante tutto, auguri di speranza
Sussurri obliqui
Cesco ha detto…
Ciao Schiavi o Liberi, sono stato assente per molto tempo, avevo problemi che mi impedivano di essere tranquillo con me stesso, ma ho recuperato il blog, e ti sono grato per esserti ricordato di me.

Mi trovo d'accordo con te, il 2008 non è certo da incorniciare, e per certi versi è uno dei più brutti che io ricordi, ma questo succede da almeno dieci anni, e va sempre peggio. Spero solo che le cose cambino, ma sospetto che il pessimismo significhi più spesso realismo.

In ogni caso ti auguro un felice e sereno anno nuovo, sperando pvviamente che sia così per tutti, anche chi in questo momento vive sotto le bombe, sotto le baracche o cerca di proteggersi dal freddo sotto un ponte con una coperta di fortuna.
natalibera ha detto…
Auguro a te ,a tutti noi disillusi un 2009 di lotta,ma spero finalmente di qualche vittoria...

Ne abbiamo bisogno per ricominciare a credere nel futuro.....

Un abbraccio
Anna ha detto…
Buon anno e tanta speranza per tutti. Felicità per te.
Anna
Alligatore ha detto…
Buon anno Marco, la vita è una lotta continua, meglio esserne consapevoli.
Nicolanondoc ha detto…
Cià Marco,con l'inizio dell'anno ho cominciato a ballare :-)
Essendo un giorno come un altro ti spedisco un caro saluto :-)
Franca ha detto…
Perchè mai rinunciare a speranze e a sogni?
Come ho detto tante altre volte, le rivoluzioni cominciano da piccoli gesti...
Io il mio augurio te lo lascio: buon 2009!
Silvia ha detto…
Tanti auguri comunque caro Marco...
Anticlericale89 ha detto…
Non molliamo,per adesso non possiamo fare molto se non sperare che il 2009 sia migliore di questo becero 2008 che ci ha dato di che discutere ogni laico giorno...


Auguri SoL,ti auguro buon anno.
Anonimo ha detto…
Comunque sia,Buon Anno Marco !
speriamo che sia un 2009
di risveglio per tutti.
aria
Gap ha detto…
La felicità, va conquistata e guadagnata giorno per giorno.
E' una verità che sottoscrivo. Un augurio di poter realizzare qualsiasi cosa ti passa per la tua bella testolina.
Ciao
Crocco1830 ha detto…
E' imbarazzante augurare un buon 2009 dopo quello che accade in questi giorni.
Dobbiamo resistere già da oggi. Questo è il mio primo augurio.
Dino ha detto…
E possa questo 2009 risvegliare le coscienze degli italiani!!
Buon Anno
il Russo ha detto…
Eccoci qua allora, il 2009 è inziato: buon anno Schiavi o Liberi!
Sabatino Di Giuliano ha detto…
Finalmente posso connettermi con calma a Internet per dirti personalmente e semplicemente: BUON 2009
marcaval ha detto…
interessantissimo il tuo blog!! lo seguirò più spesso ... intanto auguri di Buon 2009
Marco
Gatta bastarda ha detto…
che l'italia si svegli dal torpore? più che un augurio serve un miracolo!

Post popolari in questo blog

Considerazioni

La crisi morde, e il degrado al quale stiamo assistendo lascia sbalorditi. Tutto ormai si riduce ad una contrattazione al ribasso in  qualsiasi campo della vita politica, economica e sociale di questo paese. Sotto il peso del ricatto della crisi e di questa stolta teoria di sviluppo, subiamo miserie che fino a qualche decennio passato pensavamo buttate nel dimenticatoio della storia.
Così ci ritroviamo qui a difendere nel terzo millennio l'acqua come bene pubblico, ad aggrapparci ad un lavoro che nella maggior parte dei casi subiamo come violenza psicologica e sociale senza una qualche speranza di realizzazione professionale; a lottare per ciò che ritenevamo elementari diritti di una società civile come poter godere di una vecchiaia senza il dover pensare a come fare per mantenersi.
Siamo in crisi, in crisi di sistema economico e antropologica: ci hanno cambiati in questi 40 anni, adattati ad un pensiero unico che, promuovendo individualismo e competizione, ora ci sta conducendo …

IL SENSO DI ESSERCI

Tutti noi siamo alla ricerca della felicità, di una vita tranquilla con i nostri cari. Ma cosa è la felicità, il benessere al quale tutti noi ambiamo in ogni anelito di vita? Questo sistema continua a illuderci che la felicità dipenda da un qualcosa di esterno da noi, dall'aver più cose, una bella famiglia o un amore per il quale scioglierci. Eppure, il consumo di psicofarmaci nell'occidente considerato ricco aumenta, e sempre più persone si aggrappano a effimere condizioni per superare il vuoto che attanaglia il quotidiano. Qui allora nasce l'eterno quesito filosofico sul quale sia lo scopo della nostra vita; possibile che lo scopo della vita sia accumulare cose che comunque un giorno dovremo lasciare in ogni caso? O la felicità e il senso di esistere dipendono da un percorso interno che porta all'autorealizzazione indipendentemente da ciò che ci circonda, da ciò che abbiamo o lavoro facciamo? Questi quesiti nascono in me dopo anni di impegno politico, credendo di po…

Per la mia candidatura a rappresentante sindacale

La situazione economica che stiamo attraversando necessita di un’ analisi accurata.
Se guardiamo all’Europa e alla sua politica deflazionistica, dettata dai padroni della finanza per ridurre il potere dello Stato , lo scenario assume contorni apocalittici.
Ai vari Stati membri infatti, vengono imposte politiche di austerità condite con massicci piani di privatizzazioni e liberalizzazioni: una vera e propria macelleria sociale ( qui si apre anche la questione democratica sul perché due organismi come BCE e Commissione europea , i cui membri non sono eletti dai cittadini, possano decidere la politica di Stati con parlamenti eletti dai popoli). Senza parlare poi di questa globalizzazione, la quale serve solo ad una ristretta cerchia di persone al di sopra di tutto per arricchirsi ai danni dell’intera umanità.
In questo contesto la lotta capitale - lavoro, che qualcuno mistificando la realtà ci aveva detto superata, diventa non lotta per migliorare la propria condizione esistenziale,…