giovedì 10 aprile 2008

L' ARTE GRECA CONQUISTA L' ITALIA

"La Forza del Bello. L'arte greca conquista l'Italia" è una mostra che si svolge a Mantova presso il Palazzo Te! A questo indirizzo potete trovare ogni informazione.Questa esposizione, di cui fanno parte oltre cento opere, si propone di mostrare la presenza sul territorio italiano di quest' arte e i millenerari scambi artistici che caratterizzano la trama delle diverse culture del mediterraneo. L'arte greca, la sua tradizione classica, ha avuto una grande importanza per la cultura occidentale visto che fino al XIX secolo ha ispirato molti artisti europei. Dal punto di vista dello stile si può suddividere in quattro periodi principali: Arcaico, Severo, Classico ed Ellenico. Sebbene ci siano pochissime informazioni sui primi 200 anni, tradizionalmente conosciuti come Medioevo ellenico il periodo Arcaico viene fatto risalire al 1000 a.C. ma anche, proprio per questa mancanza di informazioni al VII secolo a.C.. La transizione tra le altre epoche invece, si ha con le Guerre persiane (480-448 a.C.) tra il periodo Arcaico e quello successivo e il regno di Alessandro Magno (336-323 a.C.) caratterizza la linea di confine tra Classico ed Ellenico. Ufficialmente il periodo Ellenico termina nel 146 a.c.quando la Grecia diventa provincia romana. In realtà non ci fu una transizione netta tra le diverse ere ma, come in ogni epoca, alcuni artisti lavorarono in modo più innovativo dei propri contemporanei. I contenuti principali di quest'arte sono l' architettura, la scultura e la pittura. L'architettura greca riveste particolare importanza nella cultura occidentale e la codificazione che in età arcaica verrà sviluppata per l'architettura del tempio: dorico, ionico e corinzio nel periodo Ellenico avrà importanza universale nell'aria mediterranea. Per quanto riguarda la scultura, nonostante le varie mutilazioni subite dalle opere, questa parte viene considerata come l'espressione del bello ideale e la perfezione plastica. Dalla pittura invece, abbiamo solo notizie da fonti letterarie anche se, considerate importanti come la scultura, opere con rappresentazioni mitologiche decoravano uffici pubblici e pinacoteche.
Con questa piccola premessa auguriamo buona visione a tutti.

2 commenti:

guerrilla radio ha detto...

Schiavi o liberi Nik?
lo scopriremo fra qualche giorno...

saluti e rispetto

Vik

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Grazie Vik. Lo scopriremo veramente fra qualche giorno! Saluti e altrettanto rispetto