mercoledì 16 settembre 2009

Il dialetto è una lingua seria

Il napoletano sbarca al Parlamento europeo. Al dialet, a lè na lingua seria.

11 commenti:

Silvia ha detto...

Che vergogna...

Andrew ha detto...

senza parole

and ha detto...

senza parole davvero! e io vengo dal nord dove sta roba del dialetto ha un bel po' di sostenitori anche se poi ne conosco veramente pochi che lo parlano.
ci attende un futuro molto buio.

Bruno ha detto...

io sono piemontese e adoro parlare il dialetto .... ovviamente nelle sedi giuste :-)

il Russo ha detto...

O madona signur, ma cullì da 'nduca 'lriva? Che figuri ad merda, povra italia...

luce ha detto...

Carissimo, oltre all'inappropriato uso del dialetto in Parlamento Europeo, la cosa che mi ha fatto veramente rabbrividire è il contorno: vociare, saluti, sorrisi, disattenzione disordine e tanta poca serietà.
Non so bene quale delle due cose è da disapprovare di più.
Un abbraccio

calendula ha detto...

quoto, Luce, ho gia visto questo video in un altro blog, di una giovane ragazzo napoletano, e il mio commento è stato proprio quello sulla disattenzione dilagante, sulla poca importanza data alle parole di un rappresentante italiano, che non dimentichiamolo il suo discorso l'ha fatto prima in italiano, e poi ha solo tradotto nel suo dialetto, mi sono chiesta la soglia d'attenzione era così bassa perchè parlava un italiano, o e per tutti gli interventi così? e dove si arriva con questa disattenzione? che decisioni si prendono? e non dimentichiamoci che quei rappresentanti sono pagati da tutti noi europei con le tasse, e sono pagati profumatamente...

♥gabrybabelle ۶(๏̯͡๏)۶ ha detto...

Per quanto contraria a queste sceneggiate in piena regola,quello che non s'è capito è che il parlamentare in questione l'ha fatto per "irridere" i leghisti,e non con fini meramente campani!!
Informations please!!!!!!

sai marco mentre questi cazzeggiano purtroppo la strage continua e tutti noi siamo complici!!!

Gap ha detto...

Simmo e Napule paisà.
Pizza e mandolino.
A da passà a nuttata.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Gabrybabelle, brava!
Da pura mezzo sangue italica - più nordica che ... sudicia - se fossi stata lì, mi sarei spellata le mani per applaudire chi ha avuto il coraggio di replicare per le rime alla Lega e irridere - con vero humor - alle sue proposte.
È vero, in quella sede può essere stato poco adeguato, ma se lo avesse fatto in un'intervista a Radio Posillipo, chi l'avrebbe rilevato???

emanuela ha detto...

Non ci sono parole, neanche in dialetto!