Passa ai contenuti principali

SCHIAVI O LIBERI VI SALUTA

Amici, compagni di avventura... è arrivato il momento di salutarci: stacco un po' la spina.
Quest'anno devo ammettere di essere veramente stanco. La voglia di poter incidere provando a cambiare le cose è grande, ma purtroppo ci sono limiti fisici oggettivi ai quali non ci si può sottrarre. Nella vita bisogna lavorare almeno 8 ore, soddisfare i bisogni fisiologici, leggere informarsi e per quanto possa essere bello e appagante, anche il blog richiede impegno. Per poter fare tutto servirebbe una giornata di almeno trenta ore. Sono emotivamente esausto, e quando le persone che ti stanno a fianco iniziano a chiederti troppe volte come stai, bè...forse è arrivato il momento di fermarsi.
Di quest'anno, la cosa che ricordo con piacere è l'incontro con Alberto Granado, il compagno di viaggio del Che. Quanti giovani chiusi nella rassegnazione, dovrebbero imparare da quell'uomo ormai più che ottantenne. La frase da lui pronunciata che mi ha colpito è stata: " le rivoluzioni si fanno solo abbandonando l'io per il noi."
Quando ci riusciremo noi? Bah...
Come detto è stato un anno intenso ma ricco sotto il profilo della lotta, che mi ha portato anche a partecipare all'assemblea dei lavoratori davanti alla Thissen Krupp dopo la tragedia purtroppo accaduta i primi di Dicembre.
Ma ora voglio ringraziare tutti voi cari amici, per aver voluto condividere le vostre idee con questo piccolo e umile blog. Ringrazio di cuore chiunque si fosse fermato anche solo per un momento a riflettere in questo piccolo spazio nel web.
Grazie per le cosa scritte e non scritte.





Un uomo può uccidere un fiore, due fiori, tre... Ma non può contenere la primavera.
Ghandi.

Questa frase mi piace molto e devo dire, anche se difficile, che grazie a voi si può ancora credere nell'avvento della primavera.

Spero di ritrovarvi tutti a Settembre.

Un Abbraccio... Schiavi o liberi?

Commenti

Alessandro Tauro ha detto…
Buon riposo marco!
Puoi essere certo che a settembre mi ritroverai qui, con le dita sui tasti del pc e lo sguardo fisso sullo schermo, in attesa del tuo prossimo primo post stagionale!!

Grazie per lo straordinario lavoro che hai fatto finora! Sei una continua fonte di informazioni e di ottime opinioni!

Un abbraccio!
Anonimo ha detto…
Contentissima di averti conosciuto anche se solo virtualmente, ti auguro anche io un buon riposo. Credo che ne abbiamo bisogno tutti. Un arrivederci a presto. Giò
P.S ti "rubo" la frase..."le rivoluzioni si fanno solo abbandonando l'io per il noi." per farla mia
E' sempre stata la mia convinzione..non è l'individuo che può cambiare il mondo ma gli individui tutti insieme, possibilmente tenendosi per mano facendo un girotondo. Grazie e un grande ciao giò
il Russo ha detto…
Arrivederci Marco, mi mancherà in queste settimane una presenza incisiva e attenta come la tua, mi mancheranno i tuoi post, ma ti aspetto con ansia per settembre!
Ricaricati (almeno tu), temo che settembre e poi tutto l'autunno saranno gravidi di argomenti da trattare!
Lucia Cirillo ha detto…
Buona estate anche da parte mia. Grazie per le idee che hai veicolato, di avermi dato l'occasione di conoscerti e spero di ritrovarti al ritorno.

Abbandonare l'io per il noi, mi pare la più bella utopia che l'umanità possa raggiungere.
Ciao
Anonimo ha detto…
Buon riposo, e resiti anche in vacanza, al sole, alle tentazioni e alla carne (alla brace).
Ciao
Gap
calendula ha detto…
Grazie a te per i moment di riflessione, non ho sempre condiviso le tue idee, ma sono felicissima che ci siano persone che l pensano diversamente da me, siamo noi la democrazia!!!!
Buone vacanze, divertiti, rilassati,a settembre un saluto dalla Sardegna !!!
Anonimo ha detto…
Buone (più che meritate) vacanze amico, ritorna più riposato e agguerrito di prima, mi raccomando. ;)
pansy ha detto…
Ciaoooo! Buone vacanze! Sono felice di avere la fortuna di poterti leggere. Ma è giusto staccare la spina per tornare nuovamente in forma, il meritato riposo a te e un abbraccio!
Gatta bastarda ha detto…
Ti lascio una parola Goodbye!
Sempre nomadi! e buone vacanze
La frase di Ghandi è stupenda.

Ti auguro buone vacanze di cuore.

E anch'io non credo che riuscirò a guardare le Olimpiadi anche se spero di poterlo fare magari per rivedere un gesto un qualcosa di qualche atleta che ci ridia fiducia nel domani.

Ciao Marco
Daniele
articolo21 ha detto…
Riposati ^^
Luz ha detto…
Un abbraccio forte in vista di un autunno che ci vedrà in lotta. Perciò riposiamoci, liberiamo le menti e lo spirito, leggiamo, ridiamo, mangiamo gelati e passiamo il tempo con chi ci vuole bene. A settembre, più agguerriti che mai.
Luz
Marte ha detto…
L'abbraccio è assolutamente libero :)
felice di questo incrocio, fortuito ma inevitabile.
A settembre.
Pipoca ha detto…
Bevi solo acqua, copriti e non prendere fresco, ma se vai al mare mettiti la crema. Mangia, non far tardi la sera e non drogarti.

Boh! A me quando ero giovane e partivo mi dicevan sempre così.

Adesso invece mi chiedono solo se questa volta torno!
desaparecida ha detto…
Sai che nn conoscevo la frase di ghandi?

Vedi dove sta la speranza?

Dal nulla involontriamente...s'impare qlcosa di nuovo...e la primavera esiste cmq.....

un abbraccio della buonanotte!!! :)
Unknown ha detto…
Arrivederci carissimo amico...a presto!
Gianna ha detto…
E'una frase che ci dà speranza,marco.
Serene vacanze e un abbraccio.
Donna Cannone ha detto…
non ho capito, vai in vacanza o periodo blog-sabbatico? non ci molli mica definitivamente, vero?
SCHIAVI O LIBERI ha detto…
Grazie a tutti per i bei commenti.


Donna cannone: è solo un periodo sabbatico. Non vi mollo, ci sono troppe cose da dire.
Matteo ha detto…
Hey, volevo salutarti anche io e augurarti buone (se possibile, vista la situazione italiana) ferie... ma vedo che hai scritto di nuovo. :-P Corro a leggere.
Un saluto!

Post popolari in questo blog

CHI CONOSCE AMA, VEDE, OSSERVA...

Colui che non sa niente, non ama niente.
Colui che non fa niente, non capisce niente.
Colui che non capisce niente è spregevole.
Ma colui che capisce, ama, vede, osserva ...
La maggiore conoscenza è congiunta indissolubilmente all'amore ...
Chiunque creda che tutti i frutti maturino contemporaneamente come le fragole, non
sa nulla dell'uva.

Paracelso

Queste parole mi fanno riflettere sul periodo in cui viviamo. Forse perchè penso seriamente, che uno dei problemi della nostra società, sia l' ignoranza che sfocia in una banale superficialità. Guardandomi attorno, noto quanto i media siano riusciti nel compito, di farci credere informati quando in realtà la disinformazione dilaga. Noto quanto le persone siano sempre meno propense a riflettere e a fare una sana autocritica. Mi rendo conto, quanto siamo sempre più incapaci per fragilità, o mancanza di tempo, a gestire i rapporti umani. Quello che voglio dire con queste parole, è quanto sia importante la conoscenza, la riflessione e la …

LETTERA ALLA TERRA

Cara Terra, non so perchè sento il bisogno di scriverti. Forse è semplicemente perchè penso, di essere proprio come te, incompreso. Oppure, per rispetto nei confronti di chi, dall' alto della sua saggezza, ha visto sotto il suo cielo passare ogni cosa. Infatti, hai visto guerre anche di 30 anni, continui ad assistere a genocidi e non per ultimo, vedi fare festeggiamenti per uno stato nato da un' occupazione. Tu, tradita da quell' uomo a cui hai offerto ogni meraviglia, partecipi silenziosa ad ogni avvanimento. Anche alla tua lenta ma inesorabile fine. Ieri leggevo un dato allarmante: ogni 20 minuti circa, si estingue una specie diversa dell'ecosistema. Quanto potrai resistere ancora? Capisci il paradosso? Noi umani, facciamo liste di animali pericolosi quando in realtà, siamo noi i più pericolosi per il tuo benessere. Tuttora incapaci di sentirci parte di te, pensiamo di poterti sfruttare all'infinito dimenticando che solo nel tuo amplesso può esserci vita. Non ri…

IL CONSUMISMO

Origini del consumismo

di Andrea Bertaglio

“Se cerco di immaginarmi il nuovo aspetto che il dispotismo potrà avere nel mondo, vedo una folla innumerevole di uomini eguali, intenti solo a procurarsi piaceri piccoli e volgari, con i quali soddisfare i loro desideri” (Alexis de Tocqueville, 1835).

Sarebbe molto più facile uscire dall’ondata di depressione a cui stiamo assistendo se non avessimo paura di ammettere che la nostra società di consumi ci rende infelici (Bruce E. Levine, 2007).

Il consumismo è la manifestazione del bisogno cronico di acquistare continuamente nuovi beni e nuovi servizi, con scarso riguardo all’effettiva necessità che si ha di essi, alla loro durata, alla loro origine o alle conseguenze ambientali della loro produzione e smaltimento. Il consumismo è dovuto ad ingenti somme spese in pubblicità con lo scopo di creare sia il desiderio di seguire una moda, un trend, sia il conseguente sistema di auto-compiacimento che ne deriva. Il materialismo è uno dei risultati finali…