Passa ai contenuti principali

OGGI SONO POLEMICO

"Per assicurare prestazioni di importo adeguato a un numero crescente di pensionati e' indispensabile un aumento significativo dell'età media effettiva di pensionamento". Lo ha sottolineato il governatore della Banca d'Italia.

Draghi: "Indispensabile alzare l'età pensionabile"

"Chiediamo che i capitoli fondamentali per dare competitivita' alle imprese vengano rifinanziati.Lo chiediamo con chiarezza, forza e determinazione".

Marcegaglia: finanziaria insufficiente

Oggi guardavo un bambino: la sua tenerezza, la voglia di scoprire ciò che ignora e mi domandavo che mondo gli stanno lasciando, quegli stessi adulti, che si sciolgono in complimenti o dicono di volergli bene.
Devo dire che ho rischiato la depressione pensandoci.
Una vita di lavoro, nella quale se avrà la possibilità di studiare, forse riuscirà ad ottenere qualche posto dove sarà meno sfruttato; se invece non potrà disporre di questo, lo sfruttamento totale.
La logica dello sfruttamento però, rimane: capitale umano da usare, investire nel buon funzionamento del sistema, di questo terribile ingranaggio che allontana l'essere umano da ciò che è la sua natura. Il tutto correlato dalla paura di non arrivare alla fine del mese, e di perdere il lavoro sempre più precario in una società che emargina i disoccupati considerati paria dal progresso.
E' così, la logica è quella: lavorare di più perchè le aspettative di vita sono aumentate. Se ti ammali, o muori prima, ci sono i freddi numeri della statistica che dimostrano la verità, incontrovertibili come tutti quei dogmi che ormai rendono la vita una macchina nelle mani del nulla, del vuoto morale, intellettuale e spirituale. Produrre, consumare e crepare, devono essere i tre pilastri su cui erigere un'intera vita. La produttività, che uccide il senso critico rendendo ormai qualsiasi lavoro ripetitivo e frenetico, usata per atrofizzare definitavamente menti imprigionate dalla paura del domani e dal timore di chiedersi che senso abbia questa vita consumista, compie il resto. Non parliamo dei rapporti umani poi, sempre più superficiali e diffidenti avendo sempre meno tempo di coltivarli, o della lobotomizzazione causata dai media.
E tu lavoratore, se hai la fortuna di sopravvivere a tutto questo, alle morti sul lavoro e al dilagare dei tumori ( ormai sembra una pandemia) o altre malattie date dallo stress, ti ritrovi già vecchio senza nemmeno la sicurezza di una vecchiaia serena e tranquilla. I migliori anni spesi, andati, buttati nella diperata ricerca di una qualche forma di dignità, di una possibilità di restare a galla cercando di non affogare nell'irrazionalità.
E il dramma, è che questo sembra il miglior e unico sistema possibile.

Commenti

NADIA ha detto…
Holaaa....

alzano l'età pensionabile ma è difficile trovare un lavoro perchè considerati vecchi appena superati i 40 anni io ne ho 49 non vengo neanche presa in considerazione, sono arrivata a barare sui cv è tutto dire........
guardo i miei figli che ancora studiano e penso a che magro futuro avranno qui ........
non sono belle giornate.....
un abbraccio!!!!
Alessandro ha detto…
Amaramente stupendo! A differenza delle condizioni italiane, dove molte persone non avranno mai una pensione per colpa dei mancati contributi versati, dove altre potranno godersi un periodo di meritato riposo a 70 anni, altri che passeranno l'intera vita a lasciarsi traghettare da un posto di lavoro all'altro, da un contratto precario all'altro...

Flessibilità, opportunità, deregulation, innovazione. Parole che mascherano la realtà quotidiana: abbiamo svenduto gli ultimi 200 anni di storia e di conquiste. E ancora non si è capito per cosa...
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
Grazie Alessandro.
Come non darti ragione?
Abbiamo svenduto 200 anni di Storia, in nome di un falso progresso.
Alessandro Arcuri ha detto…
Mmm... "hanno" svenduto sarebbe più corretto. Abbiamo dato per decenni il nostro voto a classi dirigenti che si erano sperticate in promesse di futuri radiosi! Certo, forse sarebbe stato il caso di esser più critici e smettere di votarli dopo la terza o quarta promessa mancata, e invece... ma vabbè questa è ancora un'altra questione!
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
Proprio per questo Alessandro dico abbiamo svenduto: la crocetta l'abbiamo messa noi in quanto cittadini.
Noi ci siamo fatti abbaiare dai sogni, distaccandoci sempre più dalla realtà.
Noi abbiamo abdicato ai diritti, in nome del consumismo e del falso progresso.
Alessandro Tauro ha detto…
Per la cronaca, l'Alessandro di prima era il sottoscritto! ;)
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
Hai fatto bene a precisare Alessandro, ti avevo scambiato per un altro.
il monticiano ha detto…
E tu lo chiami essere polemico?
Tu stai dicendo con questo post - manifesto da affiggere in tutte le strade d'Italia - una verità sacrosanta che dovrebbe toccare le menti di quegli elettori che ancora si lasciano abbindolare da chi dovrebbe andare a vendere padelle e tegami, lui e tutti i suoi lecchini. E che non rompessero più le cosiddette.
articolo21 ha detto…
Detto questo, la legge Brunetta aumenterà la confloittualità interna nei rapporti lavorativi. Ci stanno mettendo tutti contro tutti per impedirci di ragionare e protestare.
Io mi chiedo una cosa: se ci sono tanti disoccupati e moltl precari e qualche tempo fa era venuto fuori che l'Inps poteva aver problemi perché non ha linfa nuova da cui succhiare denaro, non sarebbe più logico invece di innalzare l'età pensionabile cercare di dare lavoro fisso e sicuro a tanti in modo che dovrebbero pagare i contributi inps e quindi far riprendere tutto il sistema?

In questo frangente, l'afferamazione di Draghi é secondo me una sciocchezza assoluta.
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
Daniele, L'INPS è in attivo, quindi sono sciocchezze.
Se poi consideriamo che hanno unito le due casse, quella imprenditoriale e quella dei lavoratori, la prima in oerdita e la seconda in attivo, ci rendiamo conto di quanto è abominevole questa questione.
Noi a 100 euro al mese, paghiamo le pensioni d'oro ai cagnoni.
sirio ha detto…
Faccio solo una piccola considerazione: Se tra un po' si dovrà andare in pensione a 100 anni, come fanno i giovani a trovare lavoro? dov'è il ricambio?
FAcciano una riforma SERIA per gli evasori fiscali e chi esporta i capitali all'estero,sono convinto che le casse dell'INPS
rifiorirebbero!

Ciao.
il Russo ha detto…
Produci, consuma, crepa.
Produci, consuma, crepa.
Produci, consuma, crepa.
Produci, consuma, crepa.
Produci, consuma, crepa.
Produci, consuma, crepa.
Produci, consuma, crepa.
Produci, consuma, crepa.
Produci, consuma, crepa.
Produci, consuma, crepa.
Produci, consuma, crepa.
Produci, consuma, crepa.
Vabbè, lasciamo perdere il produci...

Post popolari in questo blog

Considerazioni

La crisi morde, e il degrado al quale stiamo assistendo lascia sbalorditi. Tutto ormai si riduce ad una contrattazione al ribasso in  qualsiasi campo della vita politica, economica e sociale di questo paese. Sotto il peso del ricatto della crisi e di questa stolta teoria di sviluppo, subiamo miserie che fino a qualche decennio passato pensavamo buttate nel dimenticatoio della storia.
Così ci ritroviamo qui a difendere nel terzo millennio l'acqua come bene pubblico, ad aggrapparci ad un lavoro che nella maggior parte dei casi subiamo come violenza psicologica e sociale senza una qualche speranza di realizzazione professionale; a lottare per ciò che ritenevamo elementari diritti di una società civile come poter godere di una vecchiaia senza il dover pensare a come fare per mantenersi.
Siamo in crisi, in crisi di sistema economico e antropologica: ci hanno cambiati in questi 40 anni, adattati ad un pensiero unico che, promuovendo individualismo e competizione, ora ci sta conducendo …

Per la mia candidatura a rappresentante sindacale

La situazione economica che stiamo attraversando necessita di un’ analisi accurata.
Se guardiamo all’Europa e alla sua politica deflazionistica, dettata dai padroni della finanza per ridurre il potere dello Stato , lo scenario assume contorni apocalittici.
Ai vari Stati membri infatti, vengono imposte politiche di austerità condite con massicci piani di privatizzazioni e liberalizzazioni: una vera e propria macelleria sociale ( qui si apre anche la questione democratica sul perché due organismi come BCE e Commissione europea , i cui membri non sono eletti dai cittadini, possano decidere la politica di Stati con parlamenti eletti dai popoli). Senza parlare poi di questa globalizzazione, la quale serve solo ad una ristretta cerchia di persone al di sopra di tutto per arricchirsi ai danni dell’intera umanità.
In questo contesto la lotta capitale - lavoro, che qualcuno mistificando la realtà ci aveva detto superata, diventa non lotta per migliorare la propria condizione esistenziale,…

IL SENSO DI ESSERCI

Tutti noi siamo alla ricerca della felicità, di una vita tranquilla con i nostri cari. Ma cosa è la felicità, il benessere al quale tutti noi ambiamo in ogni anelito di vita? Questo sistema continua a illuderci che la felicità dipenda da un qualcosa di esterno da noi, dall'aver più cose, una bella famiglia o un amore per il quale scioglierci. Eppure, il consumo di psicofarmaci nell'occidente considerato ricco aumenta, e sempre più persone si aggrappano a effimere condizioni per superare il vuoto che attanaglia il quotidiano. Qui allora nasce l'eterno quesito filosofico sul quale sia lo scopo della nostra vita; possibile che lo scopo della vita sia accumulare cose che comunque un giorno dovremo lasciare in ogni caso? O la felicità e il senso di esistere dipendono da un percorso interno che porta all'autorealizzazione indipendentemente da ciò che ci circonda, da ciò che abbiamo o lavoro facciamo? Questi quesiti nascono in me dopo anni di impegno politico, credendo di po…