Passa ai contenuti principali

RICOMINCIARE

Mi ero ripromesso cari amici, di non parlare del congresso di Rifondazione prima della sua fine. I motivi sostanzialmente erano 2 : il primo perchè pur avendo una preferenza, credo sia ora di ricominciare a costruire assieme qualcosa, il secondo per rispetto delle scelte altrui. Devo ammettere, che sono rimasto abbastanza deluso di come ognuno di noi si sia arroccato nella sua mozione, quasi venissero da 5 partiti diversi. Io ammetto di aver votato per la 3 perchè credo, visto le scelte politiche fatte dalle passate avanguardie, nella necesità di un cambio di rotta. Però, e questo a mio avviso è importante, il fatto che abbia vinto Ferrero oltre a non dispiacermi non mi preoccupa neppure. Perchè? Perchè non ho votato in base al leader, ma alla scelta politica visto, che noi comunisti non dovremmo avere miti ma rappresentanti. Ognuno di noi deve essere il leader di se stesso, ognuno di noi deve mirare alla propria crescita culturale e personale; solo i fascisti hanno bisogno di un'autorità che li guidi. La società, persa nella spaventosa regressione in ogni suo ambito, ora più che mai ci chiede unione e organizzazione. E' finito il tempo dell'egocentrismo, dell'egoismo e del deresponsabilizzarsi, è ora di farci promotori di quel cambiamento che tramite slogan elettorali predichiamo, ma che purtroppo non siamo ancora in grado di perseguire con i fatti. Ho avuto uno scambio di email interessanti su questo argomento con Paolo Barnard. Noi, portatori di maggiore consapevolezza e coscienza del problema, dovremmo essere come un virus nella società senza bisogno di guide, ma solo l' aiuto di persone che convidono gli stessi ideali. Certo, sono il primo a dire che serve enorme pazienza soprattutto con chi non ti vuole ascoltare, ma il risveglio e la relativa responsabilizzazione, può venire solo dal basso: da chi vive sulla propria pelle il peso di una società sbagliata. Come dissi a Paolo, i palazzi devono interessarci relativamente, il nostro parlamento deve essere la strada, la fabbrica o qualsiasi altro luogo dove ci sia fruttamento dell'uomo e dell'ambiente. Ricordiamoci che il vecchio Pc, i maggiori risultati in termini di lotta sociale li ha avuti all'opposizione perchè radicato nel territorio. Quindi cari amici, pur essendo importante, non preoccupiamoci di chi abbia vinto, ma di fare reale opposizione sul territorio in cui viviamo.
Però l'essenziale è unirsi, raccogliere tutte le forze possibili per fronteggiare questo sistema fondato sulla paura e la diffidenza. Solo unendoci potremmo provare a cambiare.
Sono consapevole del fatto che non tutti sarete d'accordo con quanto scritto sopra, ma questo infondo, è il bello della democrazia.

Commenti

peace and love ha detto…
ciao!!
prego per la storia!!
la scuola,meglio fare latino,lettertura latina,serve a qualcosa!!!
COMUNISTA!!!
sei anche un antifa??
ciao ciao!
Silvia ha detto…
Hai perfettamente ragione, caro! Non importa chi sia il leader, questo non è un concorso di bellezza, importa che chiunque sia scelto sappia indirizzare il pensiero e le azioni verso un progresso morale di cui abbiamo tanto bisogno.

Hai ragione: "non bisogna avere MITI", questo non è più tempo di miti, ma ci vogliono idee e persone che sappiano rappresentarle e concretizzarle al meglio!

"Solo unendoci potremmo provare a cambiare", sì, sì, è così.
♥gabrybabelle♥♥ ha detto…
IO al contrario sono contentissima per Ferrero,l'avevo previsto ,me lo auguravo.come a suo tempo capii bene che il berlusconismo l'avrebbe messa in quel posto ancora una volta a milioni di noi...Ma SAI LA SPERANZA è L'ULTIMA AMORIRE e comunque è ora che si diano una mossa.Da troppo tempo avevano perso il contatto con la massa,quella massa che era la loro riserva di voto,e sai perchè l'hanno persa?perchè non facevano piu gli interessi del popolo ma della casta.Ferrero nel governo Prodi è uno dei pochi che si salvava,quindi mi va benissimo.Ora è il tempo di pensare ai problemi di tutti e non solo ai loro,di federazione etc etc,Mentre... IL PAPA manda i suoi auguri a tutti i poveracci che a differenza sua NON potranno andare in vacanza,una MISERA VACANZA DA 600.000 OFFERTA
GENEROSAMENTE con i SOLDI PUBBLICI DEL COMUNE DI BRESSANONE..
Questo spreco di denaro pubblico il nostro governo berlusconi se ne infischia,per il papa
questo ed altro,comprese le prese per il kulo.aL CONTRARIO SI PREOCCUPA DI
"AFFAMARE ULTERIORMENTE LE CATEGORIE DEBOLI DEL PAESE.
Questo governo vuol togliere i 380 Euro di minima a quei lavoratori IN GRAVE DISAGIO
sociale che NON avendo lavorato almeno 10 anni consecutivamente(pensate alle casalinghe che si sono
spaccate il kulo na' vita,ma senza contributi) hanno diritto a questo sotegno sociale,dicono che lo fanno per far fuoriscire da questi aiuti gli extracomuninati!!!
A parte lo schifo(è un emendamento all'interno della proposta dei precari da NON
assumere in caso di diatriba lavorativa)ma che schifo,pensa con questi 600.000mila
euro qunti anni di pensione(aiuto) sociale per migliaia di persone..non c'è niente da fare
sono propio na manica di strz e pensare che in tanti li hanno votati con la promessa solita
dell'aumento pensionistico .Mi piacerebbe parlare a quattrocchi con Berlusconi o
il Minstro La Russa,quando dichiara che le vere "politiche sociale"le sta facendo
la destra,anzi che la loro politica è piu di sinistra della sinistra,ecco carisimmo marco,questo è uno dei problemi a cui dare voce e lotta e FORTE,questi cagnacci non sono grassi abbastanza,vogliono ulteriormente affamare la polazione per ingrassarsi con le loro puttane,scusa lo sfogo ma spesso vivo sulla mia pelle simili problemi con i miei amati vecchiettini del centro che nessuno caga,perchè NON hanno nulla da lasciare a nessuno,gabrybabelle
Io non dico molto.... solo che io non potrò certo far parte di un partito.....non credo di esserci tagliato...
Fiordaliso ha detto…
Questa volta non siamo daccordo e non lo siamo in maniera radicale.
Come puoi leggere sul mio ultimo post e come già sai io ero con Vendola e sono stata al Congresso.
Due cose principalmente voglio capire da te:
1. cambio di rotta verso cosa? Non si è assolutamente capito il disegno politico di Ferrero.
2. Ferrero si è posto come nuovo leader di Rifondazione il giorno dopo le elezioni, quando noi ancora dovevamo capire cosa era successo lui era già lì a spalare merda, lui che era ministro del governo Prodi e candidato della tanto bistrattata sinistra arcobaleno. Non ti sembra che questo nuovo che tu vedi sia solo una foto sbiadita di 20 anni fa?
Ferrero ha usato il richiamo identitario, le paure e i rancori per prendere qualche voto in più e nutrire la sua fame di potere.
Non dovremo più pensare: il Partito lo farà per noi!!!!!!!!!
Gap ha detto…
Questo è il post lasciato a Fiordaliso ma che vale anche per il tuo.

Cara Fiordaliso,
vorrei scriverti e darti qualche certezza, perlomeno mia. Ma non sono in grado.
Sono uscito da Rc a dicembre 2007 lasciando anche un incarico nel comune dove risiedo. Ho lasciato perchè non vedevo e sentivo più una spinta coerente del partito. Non si può accettare di ingoiare sempre rospi.
Il buon Fausto ha prodotto parecchi danni, se vuoi in buona fede (anche se a un politico navigato si fa fatica a concedere la buona fede), decisioni prese e fatte conoscere attraverso i giornali, gestione pocco collettiva del partito, e non ti dico le questioni dei piccoli paesi.
Purtroppo non vedo molto futuro davanti a noi. Da una parte sono d'accordo con Ferrero che non si può far conto sul Pd e sono anche d'accordo con Vendola quando dice che il risultato è un'alchimia di correnti. Sarò più duro, qualsiasi operazione la vedo come un tentativo di salvare la poltroncina su cui sono seduti, e vale per il Pdci, i Verdi, Sinistra Democratica.
In questo momento non prendo posizione e attendo ulteriori sviluppi.
Teniamo duro, il sole sorgerà ancora.
Ciao
Gap
Lucia Cirillo ha detto…
Anche io non dirò molto per gli stessi motivi di Daniele. Di una cosa però sono sicura: la prossima volta voterò comunista. Non so cosa mi abbia spinto a credere nel PD...bastav in fondo rifletterci giusto un pò di più per rendersi conto di quanto quel progetto fosse fallimentare....
P.S. (...io però avrei tanto voluto Vendola :(((...)
Un saluto
NADIA ha detto…
hola non sò chi sia meglio o no!!!
ma spero soltanto di poter di nuovo votare per un partito che tenga a cuore i lavoratori e la famiglia, tu dirai parole ovvie, ma non e' proprio così visto che ultimamente rifondazione non se ne era, a mio avviso , preoccupata tanto e forse anche per questo e non solo a perso tanti voti.
quello che e' certo che il P.D. non riavra' il mio voto!!!!
hasta siempre!!!!!!!!!!!1
besito!!!!
l'incarcerato ha detto…
Finalmente vedo un cambiamento di rotta degli amici blogger( e spero che siano tanti) che non ripeteranno più l'errore di votare il PD!

Io come ho già detto a fiordaliso a me Ferrero non dispiace, primo perchè condivido quello che ha detto, poi è anche valdese e non cattolico come Vendola.
Chi ha letto la Questua di Maltese capirà perchè ho scritto questa cosa che potrebbe apparire assurda, ma non lo è...
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
Cara fiordaliso,non immagini neppure minimamente quanto mi piacerebbe discutere con te di questa cosa a quattr'occhi.Innanzitutto grazie per il tuo bel commento.Allora... premetto che se fosse stato per me, nemmeno Ferrero sarebbe diventato segretario. La pesante sconfitta elettorale ha infatti come principale causa, oltre la gestione verticistica del partito, una dirigenza con scelte che di comunista avevano poco o niente. Se penso a questi 2 anni in parlamento, abbiamo votato un Walfare da far pena, il rifinanziamento alle guerre ( 28 miliardi),la commissione al G8 non si è mai vista, il conflitto di interessi è diventato pura utopia, la legge trenta non è mai stata superata figuriamoci abrogata e infine abbiamo votato l'indulto con al suo interno reati come corruzione e altro. Ti rendi conto? Cosa abbiamo raccolto noi se non veleno? Questo vuol dire fare i conti con i propri errori: capire il perchè non siamo stati in grado di raccogliere niente.Eravamo alleati con Padoa Schioppa diventato uno dei dirigenti del fondo monetario internazionale: secondo te poteva fare una politica per i più deboli? Detto questo, è stata una diaspora qui nel mantovano: avevamo più di venti circoli siamo rimasti 6 o 7.
Allora... con cambio di rotta intendo iniziare dal basso, giorno per giorno manifestando in questo modo la nostra opposizione serrata allo stato attuale di cose. Non dimentichiamoci che è stato Veltroni a non volerci ed è anche grazie a lui e Berlusconi se non siamo più in parlamento con la beffa del voto utile.Essere comunisti, è difficile perchè vuol dire essere diversi, vuol dire avere contro un sistema che ti uccide perchè non ammette la possibilità che qualcuno professi uno stile di vita differente. Oggi secondo il mio punto di vista, essere comunisti vuol dire difendere l'ambiente, il lavoratore e provare a offrire uno stile di vita diverso, che esca dal semplice profitto e capitale. Una società dove i rapporti umani siano preminenti a tutto e dove si possa dire di vivere a misura di essere umano e non al servizio dell'economia. Questo per me vuol dire essere comunista.E poi, mi dici che sarà il partito a decidere per noi: perchè in questi 2 anni chi ha deciso? Questo congresso era da fare in Ottobre dell'anno scorso e lo hanno spostato per paura della base, Giordano è diventato segretario senza essere eletto da nassun congresso, Ferrando è stato espulso per aver detto la verità sull'Iraq, Turigliatto era l'unico coerente con l'idea iniziale del partito eppure lo abbiamo sospeso. Non eravamo noi a dire sempre e comunque contro la guerra? .Poi quello che non capisco è questo parlare di sconfitta,ma quale sconfitta? A Venezia era uscita la linea di Bertinotti, perchè adesso non si può cambiare? Infondo io mi sento iscritto a Rifondazione e non ad una mozione in particolare. Se tutti ragioniamo a mozioni è finita davvero; noi ci scanniamo tra compagni e gli altri fanno quello che vogliono. Ti sembra logico?
Io più che farmi la guerra fra noi penso di farla a chi sta rendendo la mia vita pura follia facendo ritornare la società all'800. Altrochè 20 anni fa, andrebbe ancora bene. Se hai bisogno di qualsiasi altro chiarimento bastra dirlo. Mi fa solo piacere.
Grazie.
Un caro saluto
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
Peace and love: Antifascista sempre.

Silvia: lo dico sempre che tu sei la sorella di questo blog. Devo lasciare testamento in tuo favore. Nel caso ci penserai tu ad aggiornarlo...Grazie cara.

Gabry: Per me ogni chi abbia vinto anche se imporatante cona relativamente. Piuttosto iniziamo a farci su le maniche: il partito siamo noi. Basta delegare, basta...
Grazie per i tuoi commenti sempre interessanti.

Daniele: rispetto, ma purtroppo senza una organizzazione come può essere quella di un partito, è difficile incidere nella società.

Gap: grazie per il tuo commento. Speriamo che il sole risorga veramente. Ti invito a leggere la mia risposta a Fiordaliso. Grazie.

Lucia: mi verrebbe da dirti chi è senza peccato scagli la prima pietra. Non preoccuparti, l'importante è che la prossima volta il tuo voto vada dalla parte giusta. Per Vendola, il segretario è una figura importante ma deve essere la gente comune ad aver voglia di incidere nel partito, e nella società.
Ciao Grazie per il tuo commento.

Nadia: lo spero vivamente che il Pd non abbia più il tuo voto.
Un abbraccio e un besito.

Incarcerato: si...speriamo che sempre più gente capisca che votare Pd è un suicidio.
Grazie...
peace and love ha detto…
ciao grandeeeeeeee!!
non pensavo avresti capito la parola antifa...sai non tutti comprendono cos'è!!
SEI UN GRANDEEEE AD ESSERLO!!
io ho amici che lo sono...e a volte vado alle loro "riunioni"...
da me c'è una lotta continua tra fa contro antifa e comunisti...
non mi ricordo quando cmq l'anno scorso,qui a merano (che tu conosci... :-( ... )c'è stato un corteo contro i fa...sono venuti un po' da tutte le parti...è stato veramente figo!!
non è successo niente di grave...c'è non ci sono state risse o robe del genere...!!

ciao ciao!
p.s.:piacere io sono barbara,babi per gli amici!
Elia Pirone ha detto…
Molto strani questi comunisti. L'intervento dell'ex leader Bertinotti è stato accolto da applausi prolungati a scena aperta e dire che - dopo il fallimento delle elezioni e la conseguente cacciata dal Parlamento - gli hanno tirato dietro i peggiori accidenti! Basta così poco tempo per risistemare le cose?

E comunque, sul congresso, il partito è spaccato e diviso. E' piccolo di per sè e le sue divisioni interne accentueranno il fallimento dei prossimi anni.

Già che hanno alle spalle un'ideologia fallimentare e criminale, in più ci sarà anche una corrente interna...
Spero non andranno mai più in Parlamento, non se lo meritano.
il Russo ha detto…
Spero tu abia ragione, non capisco però perchè fu dato del dittatore a Bertinotti forte del suo 60% circa dopo Venezia, mentre questo tutti contro uno che vede la maggioranza di n correnti al 53% contro una sola linea al 47% viene descritta come una gran prova di democrazia: grande é il disordine sotto il cielo di Chianciano...
peace and love ha detto…
si va bene ti farò sapere quando ci sarà un altro corteo CONTRO i FASCISTI!

cioa ciao!
Cris ha detto…
ciao!!!!!!!!!scusa il ritardo.ma sono troppo indafarato prima delle ferie.per il post che mi hai chiesto ,lo puoi pubblicare!ci mancherebbe!!!figurati.quando vuoi puoi prendere quello che vuoi.mi piace se collaboriamo!!!!!!ok!!!!ciao,a presto.

Post popolari in questo blog

Considerazioni

La crisi morde, e il degrado al quale stiamo assistendo lascia sbalorditi. Tutto ormai si riduce ad una contrattazione al ribasso in  qualsiasi campo della vita politica, economica e sociale di questo paese. Sotto il peso del ricatto della crisi e di questa stolta teoria di sviluppo, subiamo miserie che fino a qualche decennio passato pensavamo buttate nel dimenticatoio della storia.
Così ci ritroviamo qui a difendere nel terzo millennio l'acqua come bene pubblico, ad aggrapparci ad un lavoro che nella maggior parte dei casi subiamo come violenza psicologica e sociale senza una qualche speranza di realizzazione professionale; a lottare per ciò che ritenevamo elementari diritti di una società civile come poter godere di una vecchiaia senza il dover pensare a come fare per mantenersi.
Siamo in crisi, in crisi di sistema economico e antropologica: ci hanno cambiati in questi 40 anni, adattati ad un pensiero unico che, promuovendo individualismo e competizione, ora ci sta conducendo …

Per la mia candidatura a rappresentante sindacale

La situazione economica che stiamo attraversando necessita di un’ analisi accurata.
Se guardiamo all’Europa e alla sua politica deflazionistica, dettata dai padroni della finanza per ridurre il potere dello Stato , lo scenario assume contorni apocalittici.
Ai vari Stati membri infatti, vengono imposte politiche di austerità condite con massicci piani di privatizzazioni e liberalizzazioni: una vera e propria macelleria sociale ( qui si apre anche la questione democratica sul perché due organismi come BCE e Commissione europea , i cui membri non sono eletti dai cittadini, possano decidere la politica di Stati con parlamenti eletti dai popoli). Senza parlare poi di questa globalizzazione, la quale serve solo ad una ristretta cerchia di persone al di sopra di tutto per arricchirsi ai danni dell’intera umanità.
In questo contesto la lotta capitale - lavoro, che qualcuno mistificando la realtà ci aveva detto superata, diventa non lotta per migliorare la propria condizione esistenziale,…

IL SENSO DI ESSERCI

Tutti noi siamo alla ricerca della felicità, di una vita tranquilla con i nostri cari. Ma cosa è la felicità, il benessere al quale tutti noi ambiamo in ogni anelito di vita? Questo sistema continua a illuderci che la felicità dipenda da un qualcosa di esterno da noi, dall'aver più cose, una bella famiglia o un amore per il quale scioglierci. Eppure, il consumo di psicofarmaci nell'occidente considerato ricco aumenta, e sempre più persone si aggrappano a effimere condizioni per superare il vuoto che attanaglia il quotidiano. Qui allora nasce l'eterno quesito filosofico sul quale sia lo scopo della nostra vita; possibile che lo scopo della vita sia accumulare cose che comunque un giorno dovremo lasciare in ogni caso? O la felicità e il senso di esistere dipendono da un percorso interno che porta all'autorealizzazione indipendentemente da ciò che ci circonda, da ciò che abbiamo o lavoro facciamo? Questi quesiti nascono in me dopo anni di impegno politico, credendo di po…