Passa ai contenuti principali

LA MIA COMPAESANA




EMMA MARCEGAGLIA LA PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA, PROPRIO LEI, E' LA MIA COMPAESANA ( TRA L' ALTRO LAVORO PER LEI MA SPERO ANCORA PER POCO).
OVVIAMENTE SONO UNO DEI POCHI CHE SE NE VERGOGNA PERCHE' A GAZOLDO (PAESE DOVE RISIEDE LA FAMIGLIA MARCEGAGLIA) E' VISTA COME UNA "DEA" SE COSI' SI PUO' CHIAMARE UNA CHE ALLA DOMANDA: "COSA PENSA DI FARE PER RIDURRE LE MORTI SUL LAVORO?" RISPONDE: "IL GOVERNO SE NA STA OCCUPANDO E LA PRIORITA' E' RIDURRE L' INDENNIZZO ALLE FAMIGLIE COINVONTE NELLE TRAGEDIE PERCHE' ALL' AZIENDA COSTA TROPPO".
INOLTRE, COME SE QUELL' AFFERMAZIONE NON BASTASSE, HA AGGIUNTO CHE BISOGNA RIVEDERE L' ACCORDO DEL 1993 PERCHE' NON CORRISPONDE PIU' ALLE ESIGENZE DI CONIUGAZIONE DELLA PRODUTTIVITA' CON I SALARI.
IN PRATICA UN FORTE ALLEGGERIMENTO ECONOMICO E NORMATIVO DEL CONTRATTO NAZIONALE.
IN TUTTO QUESTO CONTESTO GIA' ANGOSCIANTE DI PER SE', NON POTEVA MANCARE PERO' ANCHE SUO FRATELLO ANTONIO, IL QUALE, E' STATO INDAGATO E CONDANNATO PER CORRUZIONE NELL' AMBITO DELL' INCHIESTA SULL'ENIPOWER.
OVVIAMENTE LA PENA E' STATA IL PATTEGGIAMENTO A 11 MESI (NON PASSERA' NEANCHE UN GIORNO DENTRO) E 500 MILA EURO DI MULTA.
ORA LASCIO A VOI LE CONCLUSIONI, MA SE IN UN PAESE DOVE LA REALTA' E' SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI, E QUESTI, DIFENDONO IL POTERE NONOSTANTE VADA CONTRO IL LORO INTERESSE E' DIFFICILE CAMBIARE. MA RESISTERO' FINO ALLA FINE, NON POSSONO VINCERE!!!!!!!!!!!!!!!!!

Commenti

l'incarcerato ha detto…
Ma pensa che datrice di lavoro hai!
Comunque non esiste l'imprenditore buono, e tutti hanno i loro problemi con i padroni(usiamo il vero nome).

Non poteva capitare di peggio come rappresentante della confindustria, una che si permette di dire che ora la sinistra non esiste più e si possono fare finalmente le riforme. Le quali sono semplicemente un ritornare in dietro nel tempo, dove non contano i diritti dell'uomo ma semplicemente la produttività. Dopo tutto non a caso si chiama NEOliberismo!

Sai quando finalmente ci ribelleremo? Quando ci renderemo conto che quello che guadagniamo, il lavoro precario che facciamo, non ci basta per sopravvivere. E questo quando finirà l'assistenza data dalla famiglia, perchè la famiglia si è sostituita allo Stato. Mi dispiace dirlo, ma finchè la gente vive riparata dalle intemperie, non reagirà mai.

Scusami lo sfogo, spero che mi hai capito!
♥gabrybabelle♥♥ ha detto…
sono donna,MA come donna troppo spesso mi ritrovo con questo pensiero"meglio uno stronzo fuori dall'uscio di casa che una donna che mi comandi"sono per tante ragioni a nostro favore MA so' che quasi sempre le donne messe al comando(anche quando l'azienda non è la loro)sono peggiori degli uomini e questo per dimostrae che:1)loro sono MEGLIO DI...
2)lavorano il doppio,quindi sono MEGLIO DI...
3)sono piu intelligenti
4)si districano nei tanti problemi MEGLIO DI... altri,in primis gli uomini
insomma come la giri e la rigiri,sono sempre li a dimostrare che ce l'hanno piu duro di tanti uomini.Forse il vero femminismo comincera' quando al comando ci sara' una donna che si comportera' ovunque,anche nel lavoro da donna e non come un'uomo mancato
Ero passata di qua' per lasciarti questo
http://

www.youtube.com/watch?v=6VtkLvM_yP4


ma non ho poturo fare a meno di commentare,sara' che fin dalla prima volta che l'ho vista ho sempre diffidato di lei (e non è da oggi,ma per altre ragioni diversi anni fa)come vedi il mio buon fiuto femminile,che si pecca di convivere dolcemnte e in pace con la mia parte maschile aveva visto giusto,
quello che ha dichiarato è una vera porcata e spero che i sindacati le facciano rimangiare presto quel che ha dichiarato o perlomeno visto l'aria che tira che le diano filo da torcere,hai visto l'altro giorno come se le portva a braccetto entrambe il signor berlusconi?(lei a l'altra dei giovani industriali)phua!
Credo che nell'altro mio blog
qui-->
A360sulmondo

sia ora di scrivere anche di questa pseudpsignorina
ciao marco gabrybabelle


p.s. io vivo nel paese Economico del nano ma qui comandiamo ancora noi,anche se alle prossime provinciali non so' come finira' visto le Elezioni Nazionali....bha!!
GABRYBABELLE
NADIA ha detto…
hola grande esempio di umanità la Signora!!!!!!!!!
ma si in fondo che vuoi che sia togliere gli indennizzi alle famiglie, in fondo hanno perso il capofamiglia e il padre........
Bestia immonda!!!!!!!!!!!!!
Il PADRONE è sempre padrone e con i tempi che corrono e con il governo che abbiamo pensi che andremo meglio...................
gli imprendotori sono i padroni e tirano l'acqua al loro mulino....
Poveri noi!!!!!!!!!!!!!!!!!!
hasta siempre!!!!!!!!!!!!!!!!
Silvia ha detto…
Per ragioni che credo tu sappia fin troppo bene, la nomina della Marcegaglia mi aveva soddisfatta... MA DAVANTI A QUANTO DICI IO MI PIEGO, ABBASSO LA TESTA E POI MI RIBELLO! NON E' QUESTO QUELLO CHE VOGLIO DA UNA DONNA AL POTERE: MA GIUSTIZIA, EQUITA' E BUONSENSO! DA DONNA E DA FEMMINISTA MI VERGOGNO, MI VERGOGNO MILLE VOLTE E ANCORA MILLE PER QUANTO DETTO DA QUESTA DONNA CHE OFFENDE, UMILIA E DENIGRA IN POCHE RIGHE LA DIGNITA' DEI LAVORATORI E LE IMMANI TRAGEDIE DELLE MORTI BIANCHE...

"...RIDURRE L' INDENNIZZO ALLE FAMIGLIE COINVONTE NELLE TRAGEDIE PERCHE' ALL' AZIENDA COSTA TROPPO"..."...????? MI VERGOGNO IO PER LEI E PER LA FOLLIA DI TALE AFFERMAZIONE. QUESTA DONNA E' INDEGNA DI RICOPRIRE IL RUOLO CHE RICOPRE...

HA RAGIONE L'INCARCERATO: NON ESISTE UN IMPRENDITORE BUONO... SONO TUTTI PADRONI PRIVI DI SCRUPOLI CHE PENSANO SOLO AD ARRICCHIRE LE PROPRIE TASCHE CON IL SANGUE DEI LORO LAVORATORI.

Hai ragione, Marco (ti chiami così, vero??): devi resistere con tutte le tue forze a questa gente indegna... e noi resisteremo con te! Non possono vincere, oh no!!!!!!

***

PS: sono tornata! ;-)))
alfa ha detto…
Ridurre l'indennizzo perchè costa troppo? Ma è una genialata degna di Sacconi... come ha potuto la Marcegaglia rubargliela senza ritegno?!

In effetti perchè un'azienda che non ha assicurato sicurezza ai dipendenti dovrebbe pagare profumatamente la famiglia che si ritrova nella merda senza un genitore?!

Si, Confindustria non poteva finire in mani migliori...

Che schifo...
Gunther K.Fuchs ha detto…
come hai ragione, non capisco come la gente difende e si omaggia a queste persone una forma di referenza da medioevo tra signore e padrone, perche evopluzione tecnologica non è stata anche evoluzione sociale ?
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
PURTROPPO AL GIORNO D'OGGI QUELLO CHE CONTA è SOLO AVERE POTERE E SOLDI, COME SE QUESTO FOSSE NORMALE E GIUSTO. ORMAI IL VIVERE IN UNA SOCIETà DOVE IL SAPERE DI UNO è HA DISPOSIZIONE DELL' ALTRO, DOVE LA COLLABORAZIONE E L'AIUTARSI A VICENDA SIA UNA NORMALITà E DOVE I RAPPORTI E I DIRITTI UMANI SIANO UN FONDAMENTO PURTROPPO è UN UTOPIA.

INCARCERATO: NESSUN PROBLEMA PER LO SFOGO ANZI QUANTO DICI è GIUSTO I PADRONI, CHI PIù CHI MENO, FANNO SOLO IL LORO SPORCO INTERESSE.

GABRIBABELLE:COME HAI DESCRITTO LA DONNA IN CARRIRA EFFETTIVAMENTE è COSì. FINCHè LA DONNA VORRà ESSERE MEGLIO DELL' UOMO SBAGLIERà SEMPRE.LA DONNA DOVREBBE SFRUTTARE LA SUA SENSIBILITà E OCCULATEZZA PER AFFRONTARE I PROBLEMI IN MODO MIGLIORE. IN PAROLE POVERE SE RIMANE DELLA SUA ESSENZA ALLORA SI PUò CAMBIARE IN MEGLIO SICURAMENTE.

NADIA: DOBBIAMO COMBATTERE ANCORA TANTO PER RAGGIUNGERE IL NOSTRO OBIETTIVO. HASTA SIEMPRE!!!!!!

SILVIA: SCUSA SE TI HO DISTRUTTO UNA TUA CONVINZIONE PERò PURTROPPO ANCHE LEI NON è QUELLA PERSONA CHE TUTTI SPERAVANO, CHE POTESSE MIGLIORARE LE COSE. TRA L'ALTRO NON HO MENZIONATO TUTTO PERCHè HA ESPESSO ANCHE CHE:"Rispetto a quattro anni fa la situazione è più favorevole al cambiamento. Non sarà automatico, ma se davvero si vuol cambiare qualcosa si può fare" RIFERENDOSI AL FATTO CHE NON ESSENDOCI PIù LA SINISTRA IN PARLAMENTO,IN PRATICA, FANNO QUELLO CHE VOGLIONO SENZA OPPOSIZIONE.
TI RIPORTO QUA SOTTO IL LINK DOVE PUOI LEGGERE PIù IN DETTAGLIO LE SUE AFFERMAZIONI:http://www.repubblica.it/2008/03/sezioni/economia/confindustria-marcegaglia/marcegaglia-eletta/marcegaglia-eletta.html
OPPURE LEGGI ANCHE QUESTO TRATTO DA RIFONDAZIONE:http://home.rifondazione.it/xisttest/content/view/2453/81/
GRAZIE DI ESSERE TORNATA FA SEMPRE PIACERE CONDIVIDERE IDEE CON TE.

ALFA: SI HAI RAGIONE NON POTEVAMO FINIRE IN MANI MIGLIORI!!!!!!!!!!!!!!!!(AIUTO)
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
GUNTHER K.FUCHS: PERCHè SE AVESSIMO AVUTO UN' EVOLUZIONE SOCIALE NON SAREMMO RIDOTTI COSì MALE E I POTENTI LO SAREBBERO MENO.
IN QUESTO SISTEMA NOI "PLEBE" SIAMO RICATTABILI E GESTIBILI E TUTTO A VANTAGGIO DI UN SISTEMA CHE VUOLE LA GENTE IGNORANTE!!!! STA A NOI "ILLUMINATI" COMBATTERE CONTRO QUESTO DEGRADO DI VALORI E UMANITà.
Silvia ha detto…
No, non scusarti perchè non hai distrutto niente, anzi mi hai fatto aprire gli occhi su un personaggio meschino! Vedi, le mie convinzioni sono tese allo scopo di trovare finalmente un mondo giusto e più equo e se questo accade è perchè auspico che ci si evolva in meglio... ora questa donna, seppur donna al potere, NON è affatto il meglio che auspicavo, ma il peggio assoluto. Questo è intollerabile. E quasi me ne vergogno io.

La situazione in Italia va sempre peggio... e non riusciamo a levarci di mezzo questi personaggi in nessun modo...

Vado a vedere i link che mi hai segnalato! E grazie a te che mi hai fatto aprire gli occhi, grazie a te!
Gatta bastarda ha detto…
ridurre l'indennizo perchè all'azienda costa troppo?
non ci sono abbastanza insulti per questa donna (chiamarla tale oltretutto è un'offesa a tutto il genere femminile

Post popolari in questo blog

Considerazioni

La crisi morde, e il degrado al quale stiamo assistendo lascia sbalorditi. Tutto ormai si riduce ad una contrattazione al ribasso in  qualsiasi campo della vita politica, economica e sociale di questo paese. Sotto il peso del ricatto della crisi e di questa stolta teoria di sviluppo, subiamo miserie che fino a qualche decennio passato pensavamo buttate nel dimenticatoio della storia.
Così ci ritroviamo qui a difendere nel terzo millennio l'acqua come bene pubblico, ad aggrapparci ad un lavoro che nella maggior parte dei casi subiamo come violenza psicologica e sociale senza una qualche speranza di realizzazione professionale; a lottare per ciò che ritenevamo elementari diritti di una società civile come poter godere di una vecchiaia senza il dover pensare a come fare per mantenersi.
Siamo in crisi, in crisi di sistema economico e antropologica: ci hanno cambiati in questi 40 anni, adattati ad un pensiero unico che, promuovendo individualismo e competizione, ora ci sta conducendo …

Per la mia candidatura a rappresentante sindacale

La situazione economica che stiamo attraversando necessita di un’ analisi accurata.
Se guardiamo all’Europa e alla sua politica deflazionistica, dettata dai padroni della finanza per ridurre il potere dello Stato , lo scenario assume contorni apocalittici.
Ai vari Stati membri infatti, vengono imposte politiche di austerità condite con massicci piani di privatizzazioni e liberalizzazioni: una vera e propria macelleria sociale ( qui si apre anche la questione democratica sul perché due organismi come BCE e Commissione europea , i cui membri non sono eletti dai cittadini, possano decidere la politica di Stati con parlamenti eletti dai popoli). Senza parlare poi di questa globalizzazione, la quale serve solo ad una ristretta cerchia di persone al di sopra di tutto per arricchirsi ai danni dell’intera umanità.
In questo contesto la lotta capitale - lavoro, che qualcuno mistificando la realtà ci aveva detto superata, diventa non lotta per migliorare la propria condizione esistenziale,…

IL SENSO DI ESSERCI

Tutti noi siamo alla ricerca della felicità, di una vita tranquilla con i nostri cari. Ma cosa è la felicità, il benessere al quale tutti noi ambiamo in ogni anelito di vita? Questo sistema continua a illuderci che la felicità dipenda da un qualcosa di esterno da noi, dall'aver più cose, una bella famiglia o un amore per il quale scioglierci. Eppure, il consumo di psicofarmaci nell'occidente considerato ricco aumenta, e sempre più persone si aggrappano a effimere condizioni per superare il vuoto che attanaglia il quotidiano. Qui allora nasce l'eterno quesito filosofico sul quale sia lo scopo della nostra vita; possibile che lo scopo della vita sia accumulare cose che comunque un giorno dovremo lasciare in ogni caso? O la felicità e il senso di esistere dipendono da un percorso interno che porta all'autorealizzazione indipendentemente da ciò che ci circonda, da ciò che abbiamo o lavoro facciamo? Questi quesiti nascono in me dopo anni di impegno politico, credendo di po…