Passa ai contenuti principali

PROGRESSO



Video tratto dal bel blog di LANDRU'

Dedico questo video, e il discorso di Charlie Chaplin al suo interno, a tutte quelle persone che si lavano la bocca con la parola progresso, riportando l'umanità all'800.

Lo dedico: a chi si definisce liberale, e poi con le sue leggi rende i contratti di lavoro più simili alla schiavitù.

A chi vorrebbe i cittadini sempre più indebitati per manipolarli come vuole.

A chi parla di benessere, e poi aumenta a 60/65 le ore di lavoro a settimana

A chi esporta la democrazia con le bombe

A chi parla di democrazia, e distrugge la magistratura

A chi parla di democrazia, e poi tira manganellate a chi manifesta il proprio dissenso

A chi parla di interesse del popolo e con le leggi si salva il culo

A chi usa le macchine per aumentare la produttività dei dipendenti ed è pieno di miliardi a fare niente

A chi usa le macchine per ridurre i lavoratori, invece che agevolarne il lavoro

A chi definisce benessere l'essere circondati da cose inutili

A chi vorrebbe che smettessi di pensare con la mia testa

A chi non è più in grado di pensare con la sua testa.

Come avrete capito sono abbastanza stanco di questa situazione, di sentire parlare di progresso e vedere la mia vita trascorrere in questa penuria. Viviamo nella più completa mistificazione della realtà, indotti a credere che troveremo la felicità in base a quello che abbiamo, e intanto, pur di inseguire una falsa ricchezza, lavoriamo sempre di più per avere sempre meno. Per come la penso io, questo è l' esatto opposto della felicità. Infatti, come puoi essere felice quando vendi la maggior parte della tua giornata, tra l'altro sempre con compromessi al ribasso, per scopi che non sono i tuoi? Come puoi essere felice, quando sai che perdere il lavoro significherebbe non aver quasi più diritto a vivere visto lo stato sociale che ci ritroviamo? E questa sarebbe la democrazia che tanto ci vantiamo di esportare? Quello che più acuisce il mio rammarico, è vedere come siano riusciti a farci passare per progresso, lo schifo e il degrado che ci circonda.

Invito i lettori a passare per il blog del Russo a questo link: Napolitano, se ci sei batti un colpo!

Commenti

il Russo ha detto…
Grazie mille per il rimando, anche alla luce del tuo bel post odierno credo giorno dopo giorno di aver fatto uno dei più grossi affari del blog del Russo diventando amico di questo stimolante spazio che é Schiavi o Liberi!
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
Grazie a te caro Russo che passi, e lasci sempre il tuo commento.
l'incarcerato ha detto…
Non posso che essere d'accordo con te, giusto dedicare il video a quella gentaglia che citi!
Anonimo ha detto…
Mio adorato, sono io oggi a chiederti un favore. Posso aggiungere il tuo post al mio video su Youtube, citando la fonte?
Un bacio, Landrù
Anonimo ha detto…
Sono stanco anch'io di questo mondo ipocrita
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
"A chi parla di benessere, e poi aumenta a 60/65 le ore di lavoro a settimana"

Ahimè in questo caso ovviamente non esiste alcuna contraddizione... è al loro benessere che stanno pensando purtroppo...sic.

Scusa questo sarcasmo ovviamente non rivolto a te o al tuo post.

Condivido il tuo post e provo la stessa rabbia e lo stesso senso di frustrazione. E crescono giorno dopo giorno.
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
landrù:grazie per l' adorato. Assolutamente si non ci sono problemi anzi grazie a te.

l'incarcerato, cesco: purtroppo questa è la situazione al quale dobbiamo porre rimedio al più presto

daniele verzetti il rockpoeta: questa nostra rabbia dobbiamo metterla a disposizione per provare a cambiare.
Silvia ha detto…
Che bel post, bravo! L'estratto del video è fantastico!!! (uno dei miei preferiti).

Dedicato a chi ci sta massacrando la vita e precludendo il futuro...

Ma noi nonostante tutto non siamo disposti a farci togliere il futuro, vero Marco???
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
Cara Silvia: dobbiamo assolutamente riappropiarci del nostro futuro! La vita è una sola e non merita di essere offesa, asservendola per scopi che non sono i nostri.

Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo.
~ Mahtma Gandhi ~

Insieme... possiamo farcela.
Grazie del complimento
Silvia ha detto…
Se ne avremo tutti piena coscienza e piena volontà di non farcelo togliere, beh, uniti nessuno ci potrà togliere il futuro che ci aspetta!!! (e che meritiamo).

;-)))

Post popolari in questo blog

IL SENSO DI ESSERCI

Tutti noi siamo alla ricerca della felicità, di una vita tranquilla con i nostri cari. Ma cosa è la felicità, il benessere al quale tutti noi ambiamo in ogni anelito di vita? Questo sistema continua a illuderci che la felicità dipenda da un qualcosa di esterno da noi, dall'aver più cose, una bella famiglia o un amore per il quale scioglierci. Eppure, il consumo di psicofarmaci nell'occidente considerato ricco aumenta, e sempre più persone si aggrappano a effimere condizioni per superare il vuoto che attanaglia il quotidiano. Qui allora nasce l'eterno quesito filosofico sul quale sia lo scopo della nostra vita; possibile che lo scopo della vita sia accumulare cose che comunque un giorno dovremo lasciare in ogni caso? O la felicità e il senso di esistere dipendono da un percorso interno che porta all'autorealizzazione indipendentemente da ciò che ci circonda, da ciò che abbiamo o lavoro facciamo? Questi quesiti nascono in me dopo anni di impegno politico, credendo di po…

Storiella...........................

Figlio: "Papà, posso farti una domanda?"
Papà: "Certo, di cosa si tratta?"
Figlio: "Papà, quanti soldi guadagni in un ora?"
Papà: "Non sono affari tuoi. Perché mi fai una domanda del genere?"
Figlio: "Volevo solo saperlo. Per favore dimmelo, quanti soldi guadagni in un ora?"
Papà: "Se proprio lo vuoi sapere, guadagno $100 in un ora"
Figlio: "Oh! (con la testa rivolta verso il basso)
Figlio: "Papà, mi presteresti $50?"
Il padre si infuriò.
Papà: "La sola ragione per cui me lo hai chiesto era per chiedermi in prestito dei soldi per comprare uno stupido giocattolo o qualche altra cosa senza senso, adesso tu fili dritto per la tua stanza e vai a letto.
Pensa al perché stai diventando così egoista. Io lavoro duro ogni giorno per questo atteggiamento infantile.

Il piccolo bambino andrò in silenzio nella sua stanza e chiuse la porta.
L'uomo si sedette e diventò ancora più arrabbiato pensando alla doma…

IL CONSUMISMO

Origini del consumismo

di Andrea Bertaglio

“Se cerco di immaginarmi il nuovo aspetto che il dispotismo potrà avere nel mondo, vedo una folla innumerevole di uomini eguali, intenti solo a procurarsi piaceri piccoli e volgari, con i quali soddisfare i loro desideri” (Alexis de Tocqueville, 1835).

Sarebbe molto più facile uscire dall’ondata di depressione a cui stiamo assistendo se non avessimo paura di ammettere che la nostra società di consumi ci rende infelici (Bruce E. Levine, 2007).

Il consumismo è la manifestazione del bisogno cronico di acquistare continuamente nuovi beni e nuovi servizi, con scarso riguardo all’effettiva necessità che si ha di essi, alla loro durata, alla loro origine o alle conseguenze ambientali della loro produzione e smaltimento. Il consumismo è dovuto ad ingenti somme spese in pubblicità con lo scopo di creare sia il desiderio di seguire una moda, un trend, sia il conseguente sistema di auto-compiacimento che ne deriva. Il materialismo è uno dei risultati finali…