Passa ai contenuti principali

REQUIEM FOR A DREAM

Qualche tempo fa, il blog amico INCARCERATO al quale va tutto il merito per aver diffuso la notizia, ha portato alla luce la storia di Niki, ragazzo morto misteriosamente in carcere.
Oggi la notizia è uscita anche sul blog di Beppe Grillo , riporto qui sotto la testimonianza della madre.



Questa è una di quelle notizie, che porta a chiederti tante cose, personalmente inizio a dubitare sull'effettiva utilità di questo mio spazio, mi domando se sia sufficiente e la risposta è no. Perchè se è come dice qualcuno che poi è la verità a nutrire i sogni, qui ormai ci resta veramente poco da sognare al cospetto di una realtà a volte, terribilmente disumana.



Questa canzone dai contorni malinconici, la dedico ad una società che può decretare ciò che non dovrebbe mai accadere, semplicemente per una ipotesi.

Potete visitare il blog di Ornella la madre di Niki qui.

Commenti

Anonimo ha detto…
Speriamo che sia accertata al più presto la verità.
Alessandro Arcuri ha detto…
Anche se quel ragazzo fosse stato rtesponsabile del più efferato delitto non c'è ragione nell'intero universo per la quale una madre deve essere tenuta all'oscuro di tutto, con ferocia e accanimento. Perché evitare scrupolosamente di dare notizie (manco si trattasse dell'Area 51 o dove cazzo si dice che siano atterrati gli UFO) è disumano, gratuito e senza senso.
E il fatto che sia stato tutto portato avanti dalle istituzioni e dalle forze dell'ordine è semplicemente agghiacciante.
Fa capire quanto in realtà le nostre vite siano totalmente in mano al sistema che dovrebbe sostentarci e che se invece solo gli girano le balle, può annientarci.
Quel ragazzo poteva anche essere colpevole di chissà cosa... la madre non andava trattata così.
(Figuriamoci se poi le accuse dovessere rivelarsi lievi o addirittura infondate!)
Punzy ha detto…
ma povera donna
come se gia il suo dolore non bastesse, nessun rispetto per lei e la sua agonia..che schifo..
Gap ha detto…
Sulla vicenda ho già detto, è inutile ripetere quanto sia vicino ad una madre che ha perso un figlio.
Ma voglio rispondere a te, caro amico e compagno. Non mi piaci quando scrivi se tu e il tuo blog siete utili, mi auguro che fosse solo una domanda retorica, altrimenti dovremmo fare tutti come la setta del Reverendo Jones che si suicidò in massa in Guyana. Se iniziamo a pensare che ognuno di noi è inadeguato, poco utile, ecc. abbiamo già finito di esistere e lasciato il campo libero agli avversari. Che c... di comunista sei se oggi domenica mi ti deprimi così?
Un salutone e resisitere sempre e comunque.

Ps ti seguo anche quando non commento. Preferisco il silenzio ad un commento banale.
Silvia ha detto…
Ho un nodo in gola. Siamo così inutili dinanzi a questa tragedia. Giustizia. Solo questo ci deve essere adesso: Giustizia e chiarezza. Giustizia per un giovane di 26 anni e per sua madre, che combatte coraggiosamente per la Verità. Giustizia.

E poi, sì, si potrà rispettare il silenzio che tu invochi nell'etichetta di questo post: ma solo DOPO aver ottenuto Giustizia.

:*-(
Anonimo ha detto…
Fastidio?? Ma scherzi?
Grazie, grazie a tutti per l'aiuto,
aiutatemi ne ho davvero bisogno!
Senza polemiche,si pensa purtroppo, che le cose possano accadere sempre agli altri, ma a volte arrivano tornadi e ci spazzano via il nostro piccolo orticello....perciò, stringiamoci insieme nella lotta per avere la Giustizia, quella Vera per noi e per i nostri figli (per Niki ora....solo la Verità)
Grazie
la mamma di Niki
Franca ha detto…
Ripeto da te ciò che ho detto dal "Rockpoeta":

"Questo non è l'unico caso di queste strane morti in carcere.
E come sempre in questi episodi verità e giustizia non sono termini che vengono declinati.
Spero vivamente che questa madre, così come i familiari di tutti gli altri casi, possa ottenerle..."
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
Grazie Ornella, grazie davvero per questa tua testimonianza.
stella ha detto…
Marco,abbraccio Ornella.
Anonimo ha detto…
Ok per scambio link: ti ho linkato anch'io, a presto!
l'incarcerato ha detto…
Bè Marco, hai confortato una madre come hai potuto ben vedere!
E ti pare poco??

Se scrivi un altra volta che ti sei sentito inutile scrivendo questo post, inizio prima io a chiudere baracca!
natale ha detto…
CAZZO! (e permettimi la parolaccia) Ho visto il video ora e sono senza parole... Di questa storia non sapevo niente... é assurdo... é inspiegabile... Cioè non so che dire... Tutte le parole del mondo mi sembrano ARIA... Tutte le parole suonano come Nulla... Non riesco a spiegarmi nulla di questa faccenda... So solo una cosa che questo spazio non basta ma serve...
♥gabrybabelle(#..#) ha detto…
Sai Marco,so che questo tuo post in fondo non è per me il posto giusto dove scriverti il mio pensiero-Conosco la storia,ne ho letto da l'incarcerato ,ma ho letto sopratutto il suo blog,e li ho messo il mio pensiero,quella sera che le ho scritto è stato straziante,perchè all'improvviso,come accade in certi frangenti,la mente ti fa brutti scherzi e ha portato a galla tutti I MIEI PERSONALI RICORDI,sono passati anni,ma nulla da me è staTo dimenticato-Per questo le ho scritto,l'ho messa nella mia lista cosi quando scrive dei nuovi post per aggiornarci io li leggero'ma sara' difficile per me scriverle ancora,perchè so' che COSA in questi casi in me avviene "lo sfracello" dei miei sentimenti-se ti fa piacere leggermi ,cerca pure nel suo post,nei commenti cio' che le scrissi-Che se ne interessi Beppe Grillo mi fa felice,e basta cosi!
-----------------------------------

per il tuo commento posso risponderti cosi............

Marco@ To be or not to be?
crazy or not Crazy.?.this is the problem.....PER QUALCUNO x CUI SONO.....UNA SPINA NEL FIANCO...eh,eh,eh,eh, ciao marcolino un abbraccio stritolante
Gabrybabelle

MA RICORDA(per il post sottostante)
su Obama a cui anch'io come avrai notato ho dedicaTO ALCUNI POST,PERO' okkio,okkio con la kappa,perchè DOBBIAMO STARE ALL'ERTA,ci sono NUBI NERE,che stanno sorvolando la testa di Obama e non parlo di cio' che strombazzano i giornali(tentatito di ammazzarlo)parlo delle sue prossime intenzioni che NON rispecchiano cio' che in campagna elettorale prometteva,di che parlo?ARGOMENTO GUERRA, IRAK,quindi NON strombazziamo troppo questa o quella iniziativa,potremmo essere presi per i fondelli dal grande Kapo' per ...l'ennesima volta!!!
Capisci a me,spesso nella mente dei cosidetti pazzi aleggia un velo di dolce follia ,si vero,ma cìè anche tanta saggezza,la saggezza di chi sa,di chi ha gia visto,di chi ha vissuto profondamente angosce,dolori,problemi e le risolve a modo suo,che è mille volte meglio di come fanno certi signori.un bacio :-)
Hai fatto una bella cosa Marco nel postare anche tu il video. Questo fatto deve essere conosciuto da tutti.
Pupottina ha detto…
speriamo che presto qualcuno faccia luce sulla vicenda...
Anticlericale89 ha detto…
Non posso far altro che sperare che qualcuno decida al più presto di fare chiarezza e giustizia...
desa ha detto…
ero passata la scorsa settimana da ornella....
ci sono diverse forme di crudeltà!

ciao
Anonimo ha detto…
Speriamo che al più presto venga fatta giustizia.

aria

Post popolari in questo blog

CHI CONOSCE AMA, VEDE, OSSERVA...

Colui che non sa niente, non ama niente.
Colui che non fa niente, non capisce niente.
Colui che non capisce niente è spregevole.
Ma colui che capisce, ama, vede, osserva ...
La maggiore conoscenza è congiunta indissolubilmente all'amore ...
Chiunque creda che tutti i frutti maturino contemporaneamente come le fragole, non
sa nulla dell'uva.

Paracelso

Queste parole mi fanno riflettere sul periodo in cui viviamo. Forse perchè penso seriamente, che uno dei problemi della nostra società, sia l' ignoranza che sfocia in una banale superficialità. Guardandomi attorno, noto quanto i media siano riusciti nel compito, di farci credere informati quando in realtà la disinformazione dilaga. Noto quanto le persone siano sempre meno propense a riflettere e a fare una sana autocritica. Mi rendo conto, quanto siamo sempre più incapaci per fragilità, o mancanza di tempo, a gestire i rapporti umani. Quello che voglio dire con queste parole, è quanto sia importante la conoscenza, la riflessione e la …

IL CONSUMISMO

Origini del consumismo

di Andrea Bertaglio

“Se cerco di immaginarmi il nuovo aspetto che il dispotismo potrà avere nel mondo, vedo una folla innumerevole di uomini eguali, intenti solo a procurarsi piaceri piccoli e volgari, con i quali soddisfare i loro desideri” (Alexis de Tocqueville, 1835).

Sarebbe molto più facile uscire dall’ondata di depressione a cui stiamo assistendo se non avessimo paura di ammettere che la nostra società di consumi ci rende infelici (Bruce E. Levine, 2007).

Il consumismo è la manifestazione del bisogno cronico di acquistare continuamente nuovi beni e nuovi servizi, con scarso riguardo all’effettiva necessità che si ha di essi, alla loro durata, alla loro origine o alle conseguenze ambientali della loro produzione e smaltimento. Il consumismo è dovuto ad ingenti somme spese in pubblicità con lo scopo di creare sia il desiderio di seguire una moda, un trend, sia il conseguente sistema di auto-compiacimento che ne deriva. Il materialismo è uno dei risultati finali…

IL SENSO DI ESSERCI

Tutti noi siamo alla ricerca della felicità, di una vita tranquilla con i nostri cari. Ma cosa è la felicità, il benessere al quale tutti noi ambiamo in ogni anelito di vita? Questo sistema continua a illuderci che la felicità dipenda da un qualcosa di esterno da noi, dall'aver più cose, una bella famiglia o un amore per il quale scioglierci. Eppure, il consumo di psicofarmaci nell'occidente considerato ricco aumenta, e sempre più persone si aggrappano a effimere condizioni per superare il vuoto che attanaglia il quotidiano. Qui allora nasce l'eterno quesito filosofico sul quale sia lo scopo della nostra vita; possibile che lo scopo della vita sia accumulare cose che comunque un giorno dovremo lasciare in ogni caso? O la felicità e il senso di esistere dipendono da un percorso interno che porta all'autorealizzazione indipendentemente da ciò che ci circonda, da ciò che abbiamo o lavoro facciamo? Questi quesiti nascono in me dopo anni di impegno politico, credendo di po…