domenica 14 settembre 2008

SONO UN CITTADINO ONESTO

Ieri questo blog, è stato per l'ennesima volta vittima di attacchi tesi a discreditarne l'operato. In primis voglio ribadire il mio assoluto rispetto nei confronti delle forze dell'ordine, le quali ritengo essere composte nella maggior parte da persone per bene. Un certa Francesca, tra l'altro senza nessun link che potesse aiutarmi a conoscere qualche suo dato personale, ha etichettato come un covo di eversivi questo blog, cosa che mi reca un gran fastidio. Non sono ne un eversivo ne un criminale, sono un semplice cittadino anche impegnato nelle istituzioni che cerca solo la verità. Ma in questa Italia è così, quando non hai idee e non riesci a giustificare il tuo operato difronte a persone che ragionano in modo diverso, l'importante è gettare fango o criminalizzare l'avversario.
Infondo è il paese ottuso dove:

Se vai a manifestare a Vicenza contro una base militare, sei etichettato direttamente come antiamericano: andate a spiegare che sei solo contro la base e non un intero popolo.

Se parli di un episodio, tra l'altro reperito da altre 4 fonti affidabilissime, che se accertato sarebbe di una gravità assurda, vieni ascritto come contro le forze dell'ordine. Cosa assolutamente non vera.

Sono un cittadino onesto, amico di carabinieri, non ho mai rubato, non bevo, non mi sono mai fatto nemmeno una canna, non mi drogo, pago le tasse, lavoro dalle 8 di mattina alle 6 di sera a volte anche oltre, non ho mai preso nemmeno una multa, mai scalato punti dalla patente, anzì...se non erro dovrei averne 24, e in questa Italia mi ritengo un cittadino modello.

Ma quando la smetterete? Prima o poi vi stancherete di sputare veleno sulle persone oneste.
La classica frase andate a lavorare...signora mia, non ho nemmeno trent'anni ed ho già fatto più della metà della mia vita a lavorare, io. Perchè vengo da una famiglia povera, io. Perchè in Italia tutti sono uguali e hanno le stesse possibilità, ma chi ha i miliardi parla di povertà. Prima di offendere le persone, soprattutto che non si conoscono, bisognerebbe accertarsi del loro passato che può essere carico di sofferenza e in alcuni casi disperazione. Io non mi permetterei mai di andare nel blog di uno sconosciuto ed attaccarlo come ha fatto lei, semmai esprimo la mia opinione e basta.

Ma io sono un coglione, un coglione che prima di distruggere gli altri si autodistrugge perchè troppo buono.

Faccio sempre più fatica a riconoscermi in questa società dove l'odio, il non rispetto, la cattiveria gratuita e la prevaricazione sono all'ordine del giorno.

Concludo dicendo, che non avrei mai davvero immaginato di verdere l'inferno, concretizzarsi davanti ai miei occhi.

Per correttezza e onestà intellettuali, a questo link: La denuncia dei Carabinieri, potete trovare quella che dovrebbe essere la versione dei militari.

22 commenti:

Marte ha detto...

Se ti oscurano il blog ti do la password del mio ;)

Anonimo ha detto...

la versione dei carabinieri mi pare attendibile. E' la classifico rapporto ordinario che viene fatto in questi casi. Di sicuro abbiamo dei carabinieri da una parte e dei nomadi dall'altra. La logica vuole che la parola dei carabinieri valga il doppio di quella dei nomadi, ne consegue che i carabinieri hanno ragione.

Un piccolo appunto su uno delle fonti che avete citato. Un collettivo antifascista. ecco questa cosa mi inquieta.
Intanto bisogna prendere in considerazione il fatto che siamo nel 2008 e che bisogna superare le divisioni tra fascisti e antifascisti, tra fascismo e antifascismo prestando onore sia a chi si è battuto per il fascismo che per chi si è battuto per l'antifascismo. E' l'unico modo secondo me per chiudere 50 anni di rancore e di scontri.
Lodevole l'iniziativa vicino Frosinone di nominare giudice di un concorso di bellezza, Erike Pribke. Non si può condannare un uomo per un presunto crimine commesso in stato di guerra 60 anni fa. Qualsiasi cosa abbia fatto ora è un cittadino onesto e degno di rispetto.
Inoltre, avendo la divisa, non era responsabile a quel tempo di ciò che commetteva, facendo altro che eseguire degli ordini.
Io spero che tu possa presentare dei siti più obiettivi la prossima volta.

francesca

Franca ha detto...

Io ho sempre avuto grande rispetto per le forze dell'ordine fino ai fatti di Genova...
Certo le mele marce stanno dappertutto, ma si deve avere la forza e la volontà di punire chi sbaglia altrimenti l'immagine che viene fuori è che sono tutti collusi.
Trovo aberrante la logica sostenuta nel commento precedente.
Posso solo esprimerti la mia piena solidarietà e darti un consiglio "dantesco": Non ti curar di lor ma guarda e passa...

calendula / trattalia ha detto...

Ciao Marco, sono entrata a leggere il tuo articolo sulla questione del pestaggio dei rom vicino a Verona, mi sono dovuta fermare a metà dei commenti perchè quando si raggiunge un certo tipo di linguaggio senza nessuna ironia ( ciucciami il c....o) io non riesco più a partecipare, non so quindi se tu hai commentato dopo, ma sono sicura che l'avrai fatto in maniera esemplare, sono scioccata dalla notiza che avevo gia letto sul blog di Gabry e che ho riportato sul mio. Nutro profondo rispetto per le forze dell'ordine, ma so che purtroppo le mele marce ci sono e non sono neanche poche.
Detto questo mi auguro che l'anonimo che ti scrive da un paio di giorni lasci commenti sarcastici come quello sul concorso di bellezza di cui penso di fare un post domani: le accuse al signor Priebke non sono presunte, cè una sentenza di condanna. Il signor Priebke se avesse avuto uun po più di buon senso ( ma visto quello in cui è immischiato mi sembra difficile) non si sarebbe permesso di partecipare. Mi fa specie che si parli di perdono, ti sei dimenticato caro anonimo che stiamo parlano di 5 milioni di persone uccise ? per certe cose non cè e non ci deve essere perdono, per quanto mi riguarda, vedere quell'uomo che augurava buona fortuna a quelle ragazze mi ha fatto rivoltare lo stomaco... hai idea di quante ragazze della loro stessa età abbia trucidato o fatto trucidare ?

Scusa Marco se ti ho invaso i commenti. Ti auguro una buona domenica anche se i pensieri negativi non la renderanno serena come noi tutti vorremmo.
Calendula

Matteo L. ha detto...

La logica tua è quella che dice che la parola dei carabinieri valga il doppio. Io penso che tu non sei mai stata allo stadio. Io da giovane mi sono arricchito andando in tribuna (TRIBUNA NO CURVE) perchè i tifosi della'ltra squadra lanciavano monetine in testa alla gente con la polizia che li gurdava e rideva. RIDEVA! Anonima, ha anche rispetto e dice che la loro parola vale il doppio per chi ha pestato a sangue delle persone innocenti e dei turisti che avevano la sfiga di essere lì, a Bolzaneto? Ha anche rispetto e dice che la loro parola vale il doppio per chi pesta a sangue dei vecchietti (PENSIONATI) con le mani alzate che stanno davanti alle discariche napoletane perchè non vogliono morire di cancro? Allora, non bisogna generalizzare ma questi fatti esistono e di questo "Schiavi o Liberi" ha parlato. Di fatti! I fatti si devono commentare e quando sono scandalosi vanno denunciati e dovrebbero essere denunciati da lei per prima che dice di essere cresciuta col valore del rispetto per le forze dell'ordine, perchè in questi fatti ordine non ce n'è proprio.

natale ha detto...

SoL Sei uno dei pochi ad aver il coraggio di cercare la verità anche dove è scomoda e nel tuo piccolo anche a cercare di migliorare il sistema...
Continua così e tienici informato...

Per quanto riguarda l'opinione di "Francesca" (che si screve con l'iniziale maiuscola e nn minuscola come fa lei... O LUI!!!) Molto probabilmente è qualcuno che si diverte a farci innervosire, quasi sicuramente ed è quasi più sicuro il fatto che sia un uomo come lo so semplice:

"ah alessandro arcuri dimenticavo...
io non c'ero ma se ci fossi stata sicuramente mi sarei unito ai carabinieri e avrei preso quei criminali a calci in bocca..."
Questo è un commento lasciato nell'altro post e come vedete ad un certo punto dice unito e non unita un errore molto comune tra i maschietti che si fingono donna...

COMUNQUE SOL CONTINUA ED IGNORA QUESTI COSI DETTI ESSERI...

ps: Per quanto rigurda la versione dei carabinieri non mi sembra poi così attendibile, visto che quelli con le ferite sono i rom e non i carabinieri... Che quindi hanno risposto comunque in maniera esagerata!!

E se qualuno prova a fare qqualcosa al tuo blog stai tranquillo che uniti ne usciremo... E anche i miei dati di accesso sarebbero a tua disposizione... e non solo quelli...

NADIA ha detto...

hola Marco la solidarietà è il minimo che possa darti dopo quello che ho letto.
Mi rivolgo a te Francesca (anonimo/a)non mi metto a sindacare sui fatti di Verona ma è chiaro che le mele marce ci sono dappertutto, hai usato come esempio la Fiat bianca, se ti sempra poco, oppure i collusi con mafia e camorra, e anche questo non è che un buon esempio,Tu continui a dire di rispettare le forze dell'ordine,giusto!! Che i fatti di Genova, più o meno un'invenzione ma c'è una sentenza. Poi in un attacco di genio hai tirato fuori Pribke, e qui ma ti sei fatta del male poichè sono sicura che saprai che codesta persona non è che ha fatto una gita di piacere in guerra, avere una divisa non vuol dire ammazzae milioni di persone solo perchè qualcuno te lo dice, c'è anche una coscienza, mi dispiace che a Frosinone abbiano fatto questo, ma soprattutto che tu l'abbia portato come esempio denota una vera mancanza di sensibilità, mia cara.
In quanto a obbiettività credo che dovrai farti un piccolo dico piccolo esamino prima di chiederlo ad altri.

un abbraccio e un besito marco!!

Farfallaleggera ha detto...

Caro amico, dopo un pò tempo torno a leggerti e ti trovo amareggiato per dei commenti che non hanno un alcunchè di fondamento. Su su coraggio e passa oltre...Sei così bello, vivo, dolce, buono, credi ancora nella possibilità di un mondo migliore e ti lasci intristire da un anonima che scrive sciocchezze senza avere il coraggio di farsi rintracciare. Allora mi vuoi deludere? Sai io tempo fa ho passato un'esperienza come la tua, c'era una tipa che mi attaccava per qualsiasi cosa io scrivessi sul mio blog. Io, come una scema mi lasciavo prendere e rispondevo. Poi ho capito che la sua era semplicemente invidia e si sfogava in questo modo, non potendo fare altro. Cmq fui costretta a cancellarmi da quella obsoleta piattaforma e mi sono trasferita qui su blogger dove posso tranquillamente gestire i commenti con la moderazione. Cosa che cerco di usare poco, visto che la tipa in questione sembra sparita dal mio blog, anche se so che esiste ancora. Ciao Marco, un abbraccio da giò
P.S adesso vado a leggere i tuoi post precedenti...

♥gabrybabelle(#..#) ha detto...

la mia postilla caro Marco,il resto l'ho cancellato,certe persone NON sono degne di risposta.
-------------------------------

Prima che qualcuno passando da questo blog,e sia intenzionato in questo post, o in altri,
di lasciare commenti al vetriolo,pieni di parolacce ,senza nessun construtto se non la vostra cattiveria e ignoranza,
di chiara stampa nazi /fascista sappiate bene che:
I fatti sono nero su bianco e ci pensera' la magistratura
a chiariere la vicenda-Sono oggi e lo sono seìmpre stata dalla parte della Magistratura,quella sana,quella onesta,
che lavora senza pregiudizi e vuole che le legge e la verita trionfi.!
Non per nulla mi sono sempre "affidata a loro"convinta che in Italia
se uno è innocente puo' e deve far valere i propi diritti di cittadino,detto questo-
Ho estremo rispetto per le forze dell'ordine,
MA so bene che come in un qualunque settore lavorativo ci sono le mele marce,che si fanno
corrompere da idee e idelogie che prevaricano il cittadino nei suoi dirittti, e di cui si devono vergognare!
Penso anche che nel caso anche uno solo di loro,
facenti parte dell'Arma,fosse oggetto indiscriminato di qualunque forzatura e prevaricazione o errore di giudizio
NOI tutti dovremmo alla pari di qualunque altra persona,
che potrebbe essere un estraneo piuttosto che un familiare essere SOLIDALI.
In Italia,si è perso il senso della solidarieta'
E QUESTO è FRUTTO SOLO ED UNICAMENTE DI "POLITICHE e POLITICANTI
scellerati,che instillano idde naziste/fasciste,oltreggiosi delle idee e liberta' altrui,
della popolazione e NOI tutti compresi coloro che lavorano per l'ordine pubblico,potrebbero
cadere in questo tranello mentale,-
Lungi da me fare facili sommatorie e dare giudizi affrettai,in questo caso restano i fatti accaduti che sono
pesantissimi.-Augurandomi che venga a galla la verita' dico questo:
Chiunque ha fatto del male ad un'altra persona merita tutto il mio disprezzo e la mia maledizione,
quel tipo di maledizione che egli stesso/ssa si è autoprocurato/ta con i suoi atti indiscriminati,
perchè è sempre vero il detto:Cio' che è fatto è reso,
quindi coloro che si fossero macchiati di gesti simili saranno puniti dalla
MADEZIONE CHE ESSI STESSI HANNO ATTIVATO

Anonimo ha detto...

Non devi dirci della tua onestà morale ed intellettuale. Vale ciò che quotidianamente scrivi. Come nipote di un generale dei Carabinieri ed amico di qualche poliziotto, uno l'ho addirittura abbracciato dopo la manifestazione di protesta per i fatti di Genova che si tenne a Roma con sommo scandalo dei suoi colleghi, posso dirti che le parole di "francesca" non fanno onore a coloro che vorrebbe difendere. Sul fatto che non facciano onore nemmeno a lei che le scrive è superfluo dirlo.
Non facciamoci prendere in giro dalla prima che passa. Ci sono problemi ben più importanti davanti a noi che rispondere alle provocazioni.
Gap

Pipoca ha detto...

Ciao Marco [ti avevo scritto un mega commento che ho perso] pare che 'sti sistemi inizio a perdere un po' i colpi [chiamiamoli così per essere ottimisti, va'].

Siamo in un periodo estremamente delicato e dualistico.
L'altro giorno ho trovato un articolo in un sto di controinformazione che parlava di come sia l'informazione che la contro informazione, appunto, siano parimenti strumentalizzate.
Ti do il link, se non lo conosci già.

Tutto ciò mi ha messo incredibilmente in difficoltà, perché mi vengono a mancare i punti fermi del mio modo di pensare.

Abbiamo un incredibile discrepanza tra le informazioni che riceviamo, una mancanza di comunicazione (non più dettata dal confronto, ma dal bisogno di imporci sull'altro), una preparazione scolastica e universitaria che sta perdendo la sua elasticità ed il suo senso critico, un crollo del socialismo ed uno del capitalismo (che c'aveva visto bene Marx)...

Anch'io non mi riconosco più in questa società...

Anticlericale89 ha detto...

Solidarietà SchiaviOLiberi,vengo dal blog del Russo dove,ahime,è raccontato un altro episodio di censura o quasi.
In questo periodo per la rete si aggira la censura destroide e clericale,ma non molliamo ragazzi.

Luz ha detto...

Per la "fantomatica Francesca":
Ma che vuol dire "la logica vuole che la parola dei carabinieri vale il doppio di quella dei nomadi"?
Quale logica? Quella filosofica che studia le funzioni della struttura del pensiero in sé, o quella classica che considera solo due valori di verità, il vero e il falso (ma chi lo stabilisce)? Oppure ti sei sbagliata e non volevi parlare di logica, ma di fisiognomica? (perché è dal volto che si evince se sei un delinquente), magari sei pure una seguace di Lombroso! Oppure Francesca, sei un carabiniere sotto mentite spoglie?
A te Schiavi il mio saluto, la mia stima e il mio abbraccio. Luz

Pape Satan Aleppe ha detto...

Marco, hai dedicato un post ad una sedicente anonima che sostiene che "tutto quello che si dice su Berlusconi sia frutto di una manipolazione storica sovietica .... "
Troppo buono.
In più "la logica vuole che la parola dei carabinieri valga il doppio di quella dei nomadi" ... agghiacciante. E' la verità che conta, Bolzaneto insegna ...

Pape Satan Aleppe ha detto...

@ Francesca:

E' un peccato che Saddam non sia più dei nostri, io avrei chiamato lui a presiedere il consorso di bellezza ...

il Russo ha detto...

Punto primo, disabilitare i comenti anonimi;
Punto secondo, e mi assumo le mie responsabilità per tale informazione, questa Francesca é una deficiente che minaccia, usa toni razzisti supportando nazisti e probabilmente manco si chiama Francesca ma é un internet warriors frustrato che viene qua a delirare e mi sembra gli si sia concesso troppo spazio, trovo più dignitoso ed equilibrato mentalmente Paolini che va a piantare casino nei collegamenti dei tg;
Punto terzo, dopo questo dilagare di malcostume tutto italiota vile e fascista che tramite anonimato sparge letame e contesta chi ha il coraggio di dire le cose come stanno come te documentando il tutto, uno come Gap ha chiuso, onde evitare un altro caso Gap oltre a rimandarti al punto primo riprendi in mano il tuo blog (che é casa tua) e non temere di passare per quello che non sei, evitare che si illordi un belo spazio come questo cancellando commenti deliranti che giustificano i Priebke non significa essere antidemocratici, semmai l'opposto contrario.
A BRIGANTE, BRIGANTE E MEZZO!

Nicola ha detto...

La divisa di un carabiniere ha lo stesso valore di una tuta di operaio o di altre categorie di lavoratori,detto questo....
Per quanto riguarda i criminali di guerra,bisognerebbe fare una piccola distinzione: nell'ultimo conflitto mondiale ci sono stati dei ragazzi costretti ad andare in guerra ed altri che si sono arruolati come volontari..tra queste due "categorie" c'è una certa differenza!!
Ciao

Rouge ha detto...

Giuro, non ho parole.

elena ha detto...

Piena solidarietà, caro Liberotutto... scusami ma non ho resistito: ho letto questo post e sono andata subito a vedere quello incriminato... forse ho esondato, di là, ma certa gente farebbe bene a riflettere prima di parlare.
OPS, ho detto una cosa impossibile: chi non può, non vuole e non deve, aprioristicamente, criticare determinate categorie, va da sé che non può neppure riflettere...
Brutta aria c'è in giro... ma anche il mio spazio, eventualmente, è tuo.
REISISTERE!!!

Gatta bastarda ha detto...

lascia perdere le provocazioni...di gente soprattutto che fa accuse senza dare una vera spiegazione...
lascia stare e continua a far quel che fai...anche se il tuo blog aprisse il cuore ad una sola persona ne sarebbe valsa la pena... tu ne hai aperti molti di più...

elena ha detto...

@ilRusso: non sono d'accordo nel disabilitare i commenti anonimi (ma è solo la mia opinione): semplicemente perché molto spesso si commentano da soli... :)
e poi chissà: se chi scrive certe cose nel rileggersi non ci arriva, magari qualcuno altro che le pensa e trova anche posizioni diverse riesce a rimettere in moto il cervello...
Suerte!

arial ha detto...

non so dove postarlo dai la massima diffusione all'aggiornamento di vikhttp://oknotizie.alice.it/go.php?us=4851003051411dfc