Passa ai contenuti principali

L'OPPOSIZIONE IN FAMIGLIA

Conflitto interessi, Barbara Berlusconi: servono più regole

MILANO (Reuters) - Parlando del tema dell'etica nell'economia e nella finanza, una delle figlie del presidente del Consiglio, Barbara Berlusconi, ha sottolineato oggi la necessità di disciplinare in Italia il conflitto di interessi, ammettendone l'esistenza riguardo alla posizione di suo padre, proprietario tra l'altro di tre fra le principali reti televisive del paese. "Sono convinta che il tema del conflitto di interessi abbia bisogno di una regolamentazione", ha detto la figlia 24enne del premier, già membro del consiglio di amministrazione della Fininvest, in un'intervista al quotidiano "La Stampa". "Ma il voto ha dimostrato che gli italiani non lo vivono come una necessità. Diciamo che esiste l'esigenza, ma non la richiesta". Alla domanda su cosa pensa dell'etica imprenditoriale di suo padre, Barbara ha risposto: "Apprezzo il rispetto per le altre persone e la disponibilità ad ascoltare".


Ormai, dato il profondo sonno nel quale è caduta l'opinione pubblica, siamo arrivati al punto che l'opposizione devono farsela in famiglia. Il voto degli italiani a mio avviso, ha dimostrato quanto, un popolo ormai nemmeno più in grado di riconoscere i propri interessi, sia caduto in basso.

Commenti

articolo21 ha detto…
Berlusconi che critica Berlusconi. L'interesse contro il coflitto di interesse e viceversa. Il colmo dei colmi.
Anonimo ha detto…
Eh, già: e l'opposizione? ...
Tace
Lucia Cirillo ha detto…
Vorrei poter credere che esista (almeno)questo tipo di conflitto...ma credo che sia molto più plausibile che si tratti dell'ennesima pagliacciata...E noi assistiamo indifesi e offesi
Pellescura ha detto…
Io non le darei credito.
Anonimo ha detto…
Aria che esce da una fogna di casa berlusconi...niente di più.
SCHIAVI O LIBERI ha detto…
Bè...naturalmente non faccio molto affidamento su questa "opposizione".
La cosa che più mi infastidisce è il fatto che ormai possono dire tutto e il contrario di tutto, come se tutto fossa normale.
Gabryella Costa Fdd ha detto…
se la cantano e se la suonano da soli,ninnina porrina,gli porto un chupa chupa per consolarla?
La verita' è che lei E' la figlia di secondo letto e conta poco,nel senso che si papa' mi vuole bene ma le redini le ha in mano ,maria elvira,cioè marina, che non si dice ma tantè non gli è mai andato giu il secondo matrimonio del padre.
E' coalizzata con Piersilvio che NON fa nulla che marina non voglia quindi???be dovresti capire il perchè lei spesso(non è la prima volta) fa queste dichiarazioni,servono a difendere la madre(so' che ti sembrera' strano ma è cosi,è un gioco sottile di equilibri familiari)
-Il pensiero di fondo in quella famiglia è questo:Noi siamo figli della borghesia milanese Loro(la seconda famiglia) vengono dal proletariato:NOn sono pari a noi,è una guerra' di classe all'interno degoli stessi Belrusconi,lo so fa ridere una cosa simile ,detta a chi magari fa fatica veramente ad arrivare non all'ultima settimana ma anche solo alla terza del mese-Ma che vuoi la storia ci ha consegnato migliaia di storie simili è sempre che:Ma tu di chi sei figlio?sopra o sotto di me? Insomma una lotta di classe fra ...RICCHI e non fra poveri,questa è la sola e semplice spiegazione e non il qualunquismo con cui i gossippari chiudono la vicenda:la figlia che contesta il padre,è molto piu profonda la cosa,se ne vedranno gli effetti fra allamorte del padre,..E poi Non dimenticare che a monte di simili idee,s simili geurre c'è sempre e solo il controllo del patrimonuo,che come sai GRAZIE A MILIONI DI ITALIANI E' INGENTI$$IMO,questa la vera verita' che nessuno ha il coraggio di scrivere....Certo per persone come NOI questo significa solo una cosa...ECCHISENFREGA CHE SE LA SCAZZINO FRA DI LORO.
Gatta bastarda ha detto…
no che dici il popolo italiano ha degli interessi, il calcio, i vestiti firmati e la xenofobia....

...che tristezza
Mah.... mi sa tutto di costruito per far vedere che c'è democrazia in famiglia....
Anonimo ha detto…
Santo... santo... benedetto colui che viene nel nome del signore, ma perchè hai riempito il mondo di idioti?

me lo copio e lo uso per commentare tutti i post che corcolano su internet. sei un grande.
ciao Gap
Il popolo italiano, scusa la mia onestà, da un punto di vista politico è sempre stato ciò che è: ignorante e cinico ( a ragione).
Tutti gli italiani dovrebbero vergognarsi della propria Storia Politica (non di quella culturale).
L'unificazione fu conquista, il Fascismo venne accettato e amato, la Resistenza ebbe l'appoggio popolare solo nel Nord e, ricordiamolo, solo dal 43'.
I protagonisti furono valorosi (liberali, comunisti o cattolici).
La "Prima Repubblica" fu governata dalla DC, partito unico con un appoggio enorme da parte della popolazione.
Ora Silvio ha il 67% d'appoggio popolare.
I DS possono prendere voti solo spostandosi al centro, cattolico e tradizionalista.
Sono felice di essere un italiano (culturalmente e linguisticamente parlando), mi vergogno di essere un cittadino italiano.
Dario
ITALY ITALIA

PS. Complimenti, bel post, veramente.
Anonimo ha detto…
tutto quanto fa....spettacolo per gli allocchi....

ciao,
aria
progvolution ha detto…
Quando il potere è saldo può permettersi anche finte autocritiche e signorili ammissione di scorrettezze perpetrate.
E' solo teatro di chi sa che l'opinione pubblica è uno zombie autolesionista che lascia campo libero a ogni sorta di deriva autoritaria.
Sussurri obliqui
Anonimo ha detto…
Sentite...ad ogni intervista l'unto del signore ci dice oltre a cosa deve fare la buona massaia per aggirarsi nella giungla dei prezzi,come si devono sposare i figli precari soprattutto cosa deve fare l'opposizione. Ora ha coronato il suo sogno.... lasciamoglielo credere per lo meno e noi lavoriamo sodo per iniziare a costruire una reale opposizione al cavaliere che in questi ultimi sei mesi ci siamo girati un po troppo le dita.
Gianna ha detto…
Qui non c'entra il Signore.
Solo contese tra uomini.
Anonimo ha detto…
Opposizione in famiglia dici?
Io non credo, ammette sì il conflitto di interessi ma poi lo liquida con la più classica regoli del Berluscon- pensiero..."Ma il voto ha dimostrato che gli italiani non lo vivono come una necessità. Diciamo che esiste l'esigenza, ma non la richiesta".

Mi auguro che in realtà non sia così, saremmo altrimenti arrivati ad un livello di indottrinamento veramente incredibile.
il Russo ha detto…
Berlusconi figlia che fà finta di criticare Berlusconi padre mentre Berlusconi sorellastra entra nel cda di mediobanca: patetici se non fossero pericolosi...
ladyoscar ha detto…
sono d'accordo con gabrybabelle, tutto nasce da loro intrighi di famiglia.
SCHIAVI O LIBERI ha detto…
Blogger e Progvolution, benvenuti...
Leonardo ha detto…
Per gap: Gli idioti ci sono come madre natura li crea,senza scomodare il Padreterno per le piccolezze umane,tipicamente umane...!
Ciao marco,ho la netta impressione che governo e opposizione si scornano davanti a noi e poi vanno a mangiare la pizza insieme...!
Buona serata.
SCHIAVI O LIBERI ha detto…
Sirio, quella è mia non di gap.
Grazie di essere passato. Buona serata..
Pipoca ha detto…
Mah, a questo punto io andrei diretta al passaggio successivo: cambiare il nome dell'Italia in Berluscalia.

P.S. Piero Ricca mette la pulce nell'orecchio: che sia il nostro prossimo presidente della repubblica?
Io preferirei l'annegamento.
Anticlericale89 ha detto…
L'unica cosa che risco a fare è ridere per non piangere...siamo al colmo del ridicolo,ci prendono in giro quando sanno meglio di noi che non cambiera niente :(:(
Anonimo ha detto…
Io ormai ho perso fiducia nel fatto che gli italiani un giorno prendano coscienza del fatto che lo stanno prendendo per il naso e lo stanno trascinando con il culo per terra. Sembra quasi che vogliano davvero smettere di pensare e lasciare l'incombenza ad altri, e in questo scenario siamo noi che siamo fuori posto...
Unknown ha detto…
Ecco perchè in Italia si parla di calcio da domenica a domenica, si fanno isole, fiction e programmi spazzatura vari...per mandare in pappa il cervello a tutti così da eviare di pensare in quale baratro siamo finiti...di ignoranza, qualunquismo e perbenismo finto snob!!!

Post popolari in questo blog

CHI CONOSCE AMA, VEDE, OSSERVA...

Colui che non sa niente, non ama niente.
Colui che non fa niente, non capisce niente.
Colui che non capisce niente è spregevole.
Ma colui che capisce, ama, vede, osserva ...
La maggiore conoscenza è congiunta indissolubilmente all'amore ...
Chiunque creda che tutti i frutti maturino contemporaneamente come le fragole, non
sa nulla dell'uva.

Paracelso

Queste parole mi fanno riflettere sul periodo in cui viviamo. Forse perchè penso seriamente, che uno dei problemi della nostra società, sia l' ignoranza che sfocia in una banale superficialità. Guardandomi attorno, noto quanto i media siano riusciti nel compito, di farci credere informati quando in realtà la disinformazione dilaga. Noto quanto le persone siano sempre meno propense a riflettere e a fare una sana autocritica. Mi rendo conto, quanto siamo sempre più incapaci per fragilità, o mancanza di tempo, a gestire i rapporti umani. Quello che voglio dire con queste parole, è quanto sia importante la conoscenza, la riflessione e la …

LETTERA ALLA TERRA

Cara Terra, non so perchè sento il bisogno di scriverti. Forse è semplicemente perchè penso, di essere proprio come te, incompreso. Oppure, per rispetto nei confronti di chi, dall' alto della sua saggezza, ha visto sotto il suo cielo passare ogni cosa. Infatti, hai visto guerre anche di 30 anni, continui ad assistere a genocidi e non per ultimo, vedi fare festeggiamenti per uno stato nato da un' occupazione. Tu, tradita da quell' uomo a cui hai offerto ogni meraviglia, partecipi silenziosa ad ogni avvanimento. Anche alla tua lenta ma inesorabile fine. Ieri leggevo un dato allarmante: ogni 20 minuti circa, si estingue una specie diversa dell'ecosistema. Quanto potrai resistere ancora? Capisci il paradosso? Noi umani, facciamo liste di animali pericolosi quando in realtà, siamo noi i più pericolosi per il tuo benessere. Tuttora incapaci di sentirci parte di te, pensiamo di poterti sfruttare all'infinito dimenticando che solo nel tuo amplesso può esserci vita. Non ri…

IL CONSUMISMO

Origini del consumismo

di Andrea Bertaglio

“Se cerco di immaginarmi il nuovo aspetto che il dispotismo potrà avere nel mondo, vedo una folla innumerevole di uomini eguali, intenti solo a procurarsi piaceri piccoli e volgari, con i quali soddisfare i loro desideri” (Alexis de Tocqueville, 1835).

Sarebbe molto più facile uscire dall’ondata di depressione a cui stiamo assistendo se non avessimo paura di ammettere che la nostra società di consumi ci rende infelici (Bruce E. Levine, 2007).

Il consumismo è la manifestazione del bisogno cronico di acquistare continuamente nuovi beni e nuovi servizi, con scarso riguardo all’effettiva necessità che si ha di essi, alla loro durata, alla loro origine o alle conseguenze ambientali della loro produzione e smaltimento. Il consumismo è dovuto ad ingenti somme spese in pubblicità con lo scopo di creare sia il desiderio di seguire una moda, un trend, sia il conseguente sistema di auto-compiacimento che ne deriva. Il materialismo è uno dei risultati finali…