domenica 12 ottobre 2008

UNA GIORNATA DA INCORNICIARE

Partire alle 5 e 30 del mattino con una speranza, con la voglia di far sentire la propria voce e di esserci. Una di quelle mattine autunnali in cui la nebbia inizia a fare la sua comparsa. Il ritrovo con alcuni compagni, qualche considerazione sul triste operato del governo, e inizia il viaggio.

La prima foto è per lui, eravamo in autogrill e non riuscivo a smettere di ridere, scherzando gli dicevo che da questa immagine si capiva il perchè siamo finiti fuori dal Parlamento. Ma è solo uno scherzo, sabato è stato un esempio di democrazia partecipativa. Sindacalista in una fabbrica dell'Iveco nel mantovano dove 160 operai rischiano il licenziamento, durante il corteo ha fermato ogni tipo di dirigente del sindacato e di partito per raccontare la sua storia. E' stato un grande!!! Il viaggio prosegue, per mio conto più che un manifestante sembravo un ragazzino in gita, già ero d'accordo di trovarmi con qualche amica e amico. L'arrivo a Roma è stato a Cinecittà, abbiamo preso la metropolitana e via verso Piazza della Repubblica. Qui ho chiamato Silvia, la rete emergeva nella realtà, il bello di sentirsi così vicini, ma non essere in grado di trovarsi e ridere di questo. Alla fine dopo qualche spiegazione il grande incontro è avvenuto, purtroppo, incredibile ma vero, entrambi ci siamo dimenticati di fare una foto che testimoniasse il tutto. Cercate di capire: l'emozione ha avuto il sopravvento. Qualche parola, la possibilità di conoscersi e conoscere anche la sua deliziosa madre, e la promessa di ritrovarsi in un futuro non molto lontano. A lei, dedico questa canzone che non conosce:

Fin da subito ho perso la delegazione di Mantova, lasciata Silvia ho intrapreso il cammino nella direzione del corteo.


Dopo tutti i recenti fatti di cronaca Nera, trovarsi in mezzo a tutto questo rosso mi dava l'impressione di essere caduto in un sogno dal quale non mi sarei più svegliato.


Ecco il popolo che avanza, quello che non si arrende e cerca di resistere ad una politica sempre più lontana dall'essere umano.


Cantando "Bella ciao" in mezzo a tutte queste persone, io che ancora ricordo quanto sia stata importante questa canzone, mi sono commosso.

Eccoci alla conquista del Colosseo. Subito dopo aver scattato questa foto, ho chiamato l'amico Gap per sapere dove fosse. Il ritrovo è stato stabilito nella piazza dove terminava la manifestazione.


Ormai anche il Colosseo è stato invaso dal rosso. Era la prima volta che lo vedevo, e devo dire che l'impressione è stata ottima. Ah ah ah ah


Non poteva mancare l' "omaggio" alla bandiera rossa tutti insieme cantando "Avanti popolo" ecc....



Ormai eravamo nell'ultimo tratto della manifestazione e cominciavamo a tirare le conclusioni della giornata.


Rincuorati dal fatto che questo tipo di Italia ancora esiste.
Resta ancora l'ultima occasione per parlare con Vittorio Agnoletto e Ferrero sulla questione dei 160 operai che verranno licenziati per fare qualcosa di concreto in loro aiuto.


Dicevo, l'Italia è anche questa: quella che ancora possiede un briciolo di consapevolezza per poter reagire a ciò che ci circonda.


L'Italia è anche questo: il bello di provare a chiamare un amico in mezzo a 300 mila persone, e sentirsi dire "non ti sento Marco".


L'Italia è anche questo: sapere che in mezzo a quelle 300 mila persone, c'è qualcuno che vuoi vedere e sta aspettando di vederti.

L'Italia è anche questo: risalire il corteo perchè non puoi non conoscere delle persone che anche se lontane, hai sentito sempre vicine. Mettersi d'accordo da che parte stare, descrivere il proprio abbigliamento per riconoscersi e poi il bellissimo incontro, gli abbracci e una familiarità come conoscersi da sempre.
L'Italia è anche questa: quella che si fida e sa andare incontro al prossimo perchè infondo, capisce di averne bisogno. Un incontro che resterà un bellissimo ricordo per noi blogger, qualche chiacchiera in compagnia, la chiamata ad un amico che anche se non presente era li con noi, le foto e poi gli inevitabili saluti per colpa di quella dimensione chiamata tempo che nei momenti belli sembra sempre troppo breve.

Questa è l'Italia che vorrei: quella che seppur rincasando alle due di notte dopo aver trascorso una giornata fuori, mi ha fatto sentire un po' meno stanco e con una speranza in più nel cuore.

Questo post, lo dedico a tutte quelle persone che hanno contribuito in un modo o nell'altro a rendere questa giornata indimenticabile. Una giornata stupenda sotto il profilo della manifestazione e dell'amicizia.

Il mio grazie va a Silvia, Gap, Fiordaliso, Luz, Il Russo e a una US ( lei sa) che non potendo esserci mi aveva chiesto di fare qualche passo anche per lei.

Grazie di cuore.

30 commenti:

Blogger ha detto...

Ciao, non sono stato in Piazza - sono di Milano - non alzerei mai il pugno sinistra - non sono comunista - ma i complimenti a chi c'è stato li posso fare, è il minimo in questo momento.

Ciao, piacere, Dario
ITALY ITALIA
Satira Politica

Silvia ha detto...

.... Ma perché... tu sabato eri a Roma????!!!!

;-))

Che altro posso aggiungere, caro??? Che sei fantastico, anzi che sei FANTASTICO!!!

Grazie della canzone: sei un tesoro, tesoro, tesoro...

:-)

desa ha detto...

bellissimo qsto post!!!!
speravo lo pubblicassi prima che andassi a nanna!

Mi sento felice ed emozionata come se fossi stata lì....che poi lo so che nn è lo stesso....

Un GRAZIE enorme e rosso come sai tu! :)

Luz ha detto...

Mi fai commuovere, mi fai venire le lacrime agli occhi e mi fai chiudere la gola dall'emozione. Non si fa così!
E' stato bello conoscerti e poterti abbracciare, sentire la tua voce e guardarti negli occhi, riconoscendoti.
La giornata è stata splendida, in tutti i sensi, e così mi faccio coraggio per andare avanti, ancora e ancora.
Un bacio. Luz

Fiordaliso ha detto...

Purtroppo rischio di ripetermi... Credo di essere un po' come Luz e quando mi emoziono gli occhi mi si riempiono di lacrime e non riesco più a vedere lo schermo...
Sono stata proprio brava e fortunata nello scegliere i miei amici virtuali e conoscervi ne è stata la conferma...

stella ha detto...

Marco tutto commovente ed emozionante!
Ti ammiro veramente!

gap ha detto...

Cosa altro aggiungere a quello che è stato detto da Silvia, che non ho conosciuto, da Fiordaliso e Luz?
Resitere sempre e comunque !!!!!

nespolina ha detto...

Marco c'ero anche io!!!

l'incarcerato ha detto...

Devo essere sincero, a me dispiace proprio di non avervi conosciuto. Io purtroppo lavoravo, ma per fortuna hai fatto un bellissimo resoconto della giornata.

ps però una foto di tutti voi la potevi pure fare!

pansy ha detto...

La canzone che hai dedicato a Silvia è bellissima! Ricordo ancora quando con la scuola siamo andati a vedere Moni Ovadia. Grande uomo, nulla da aggiungere. Per non parlare dei Modena City Ramblers! Che bravi, quando sento Ebano mi viene la pelle d' oca! Un buon inizio settimana!

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

A dire il vero, mentre facevo il post mi sono commosso pure io.
Grazie a tutti voi.

nespolina: peccato, sarebbe stata l'occasione per vedersi.

Pupottina ha detto...

bello questo post!
rende l'idea che l'unione fa la forza!

luce ha detto...

Grazie Marco dell' emozione che hai condiviso con noi, quella di sentirsi parte di qualcosa in cui si crede ancora.
Poi c'è la foto del bandierone rosso che è stupenda, vibra di luce sua...

Spero anche io che certi valori, magari adeguati e modernizzati, ma saldi e puliti alla base, possano essere il punto di partenza di un miglioramenteo che, cristo santo!, deve arrivare prima o poi.

Un bacetto commosso e tanto politicamente impegnato.
Alessia

Alessandro Tauro ha detto...

Bel post... molto trascinante!
Sembra di essere davvero nel corteo, scorrendo foto e racconti...

Punzy ha detto...

a me pero' non mi hai cagata eh per sapere se magari c'ero alla manifestazione

brutto&cattivo sei

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Panzy, scusami hai perfettamente ragione, a dirti il vero mi sei venuta in mente anche in metropolitana a Termini ripensando al post dove descrivevi le difficoltà per andare al matrimonio di tuo fratello.Ma non avevo il pc e non sapevo come fare a rintracciarti.Chiederti il numero prima non sapevo se ti avesse fatto piacere.
Purtroppo per conoscervi tutti sarei dovuto rimanere a Roma anche domenica.
Però...saprò come farmi perdonare.
E se lo dico puoi starne certa perchè Roma non è poi così lontana.
Un caro saluto

calendula / trattalia ha detto...

sottoscrivo le parole di Dario...

Silvia ha detto...

Ci siamo commossi tutti... ci hai fatto commuovere tutti! Tu già mi hai fatto commuovere sabato...

Ho appena risentito la canzone: è bellissima, davvero bellissima e... mi sono commossa un'altra volta!

E' stato tutto così meraviglioso, così perfetto sabato che forse ciò che stiamo provando ora non è che una minima parte della grandiosità di quanto è stato, di quanto ci è capitato. E magari ne valuteremo fino in fondo la grandezza solo fra un po' di tempo...

Che altro aggiungere?? Solo questo: ricordati ciò che mi hai promesso, Roma non è così lontana e devi tornare presto... non dimenticarlo!

Vado ad ascoltare di nuovo la canzone, in fondo, l'hai messa per me, no??!!

;-))

Punzy ha detto...

va bene, per stavolta passi
la mia e mail e' Puzilla@gmail.com, srivimi pure quando ti pare e il nmero posso dartelo tranquillamente ma ovviament ein privato
baci

Mariarita ha detto...

Post da brividi...allora non è finito tutto...allora ci siamo ancora...allora siamo ancora compagni...allora le bandiere rosse non sono state gettate...che sollievo...finalmente qualche cosa si smuove!!!
Grazie per avermi fatto vivere questa grande ed importante giornata.
Mariarita

Alligatore ha detto...

No, la Storia non è finita...

Franca ha detto...

Una grande giornata!

elena ha detto...

Sissì, però a noi mica ci hai cercato... ma non dubito ci saranno altre occasioni!

Belle le tue foto, complimenti. Io aspetto quelle degli altri e poi faccio una "sfilata"... :)

Sinceramente non ho capito il primo commento... davvero, non c'è ironia, proprio non ci arrivo... dov'è l'inghippo?

nespolina ha detto...

davvero sarebbe stato bello vedersi lì...però purtroppo negli ultimi tempi sto poco dietro al blog e allora non mi sono informata su chi andava...
alla prossima ;)

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Io ero al mio reading a Rovigo a parlare di sociale come sempre.

Post bellissimo, commovente, emozionante, e che regala speranza.

il Russo ha detto...

Ho letto finora molti post (tutti belli, ma sono di parte!) sulla manifestazione di sabato, mi manca ancora quello di Gap anche se ha avuto la cortesia di mandarmi nel giro di 24 ore (quasi) tutte le foto.
Il grazie lo devo dare io a te, Fiordaliso e a quell'altro vecchio adorabile blogger che con la vostra passione mi avete fare 500 km in due minuti....

il ricciolo ha detto...

grazie del bel reportage foto.
hasta la victoria siempre (ma non si potrebbe ogni tanto essere più uniti?)!

Maurone ha detto...

La lezione che ci dobbiamo far passare l'un l'altro/a, chi c'è stato e chi no a Roma, è quella che il tempo non aspetta.
Bisogna fare, fare, fare.... mercoledì e giovedì noi si va in un paio di scuole occupate in quartiere per fare rete contro la riforma Gelmini, è da queste cose che si deve ripartire, ma subito!!!!

Anonimo ha detto...

Complimenti per questo post,per il racconto e le foto, deve essere stato davvero magnifico dopo tanto tempo restare immerso nei colori !:-)
ciao,
aria

Gatta bastarda ha detto...

mi è dispiaciuto molto non esserci... e sono contenta che invece molte persone abbiano potuto partecipare...