Passa ai contenuti principali

C'E' SEMPRE DA IMPARARE

Grazie ad una cara amica del blog "Come l'acqua" , vengo a conoscenza di questo splendido video che non posso fare a meno di postare.



Questo è il livello culturale di chi si prende la briga di fare proposte come le classi separate per gli stranieri. Bene, io per non sbagliare parto sempre dal presupposto di essere ignorante, perchè tutti più o meno lo siamo. Certo mi fa sorridere mettere delle barricate per gli stranieri, e poi trovarsi difronte a certi acculturatissimi personaggi nelle sedi che rappresentano lo stato italiano.
Ma è sempre un insegnamento: dimostra come l'intolleranza e il pregiudizio siano proprio figlie dell'ignoranza.

Commenti

desaparecida ha detto…
E se uno fosse d'accordo con qsta legge?
Che dici almeno i 3/4 dei nostri parlamentari potrebbero tornare a casa,no?

Un abbraccio....forte della buonanotte e buona settimana! ;) ()
Franca ha detto…
Con gente come Borghezio...
Non mi aspettavo certo dalla Lega nulla di diverso....
Pupottina ha detto…
le classi separe sono l'inizio della discriminazione.... invece dovremmo integrarci per evitare che crescendo i bambini diventino adulti che non accettano gli altri

buon inizio settimana
Alessandro Tauro ha detto…
Vergognosi!! Ma ascoltando cosa sono in grado di dire durante i loro comizi, c'è da aspettarsi questo e anche peggio!
Comunque questo video parla più di tante ipotetiche considerazioni...
stella ha detto…
Avevo seguito queste interviste e mi ero messa le mani tra i capelli!!!

Come ei fa a non vergognarsi???
Roberta da Sydney ha detto…
Solo al pensiero di questa orrenda trovata, mi si rizzano i capelli in testa e penso: mi sarebbe piaciuto che, quando sono emigrata in Australia mio figlio di 14 anni fosse stato trattato allo stesso modo? L'integrazione parte proprio dalla scuola.
Quella gente e` di un'ignoranza abissale. Quelli che strillano piu` forte sono coloro che dovrebbero andare a scuola, in classi separate per adulti decerebrati ... e senza passare dal via!
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
Roberta da Sydney benvenuta nel blog.
grazie del commento.
Silvia ha detto…
:) avevo già visto il video

Buona settimana!
l'incarcerato ha detto…
Guarda avvolte quando mi arrabbio(e quindi in preda all'irrazionalità) vorrei proprio che facciano la secessione e non rompino più le balle!

ps grazie per il commento,quanta ingiustizia esiste su questa terra...
Silvia ha detto…
Ma caro, te lo spiego io la "logica delle classi separate per stranieri": queste speciali classi, per l'insegnamento della lingua e cultura italiana, avanzate come ipotesi dalla Lega... verranno istituite per... i figli dei leghisti! Ovvero, essendo quelli della Lega originari della Padania... CHE NON E' ITALIA (per loro stessa ammissione, poiché i leghisti NON sono italiani e odiano il nostro Paese), possono considerarsi a tutti gli effetti stranieri... ed essendo stranieri... devono imparare la nostra lingua e la nostra cultura (ché ora il massimo che sanno fare della bandiera italiana o del nostro inno... è fischiarli...), ecco spiegato perchè i leghisti vogliono le classi separate...

Ahhhhh, io NON LI SOPPORTO quelli della Legaaaaaa!!!!!!!!!

Tra l'altro, uno di quegli energumeni del video non sapeva dire chi ha scritto "A Silvia", beh, mi sento personalmente offesa per questa mancanza....

;-)
Pietro ha detto…
Che i nodi vengano al pettine e che la gente capisca in che mani siamo messi ...anzi, sono messi.
Crocco1830 ha detto…
Avevo già visto il video. Guardandolo ridevo della loro stupidità, ho avuto paura della loro ignoranza ed ho provato vergogna di essere costituzionalmente rappresentato da loro.
calendula / trattalia ha detto…
non avevo dubbi, in un servizio dell'anno scorso parlamentari di destra come di sinistra non sapevano cosa fosse il DARFOUR... e non ti stoa dire tutte le minchiate che si sono inventati...
nonnoenio ha detto…
il problema degli stranieri è stato inizialmente sollevato da alcune maestre di classe elementari ( 1° e 2° )che si sono viste impotenti ( avendo classi per il 50% di extracomunitari )nello spiegare matematica a bambini che non conoscevano bene o conoscevano poco la lingua italiana.Il tempo pieno (del pomeriggio) potrebbe essere usato per accelerare questo apprendimento e inserire anche altre lingue come inglese o francese.Nella classe di mio nipote fanno così anche se lui vede (e mi parla )in maniera particolare la maestra del mattino.Ha in lei un punto di riferimento ed è con lei ( quarta elementare )che dialoga ed è a lei che ci indirizza. Un motivo ci sara'!
Adriano Smaldone ha detto…
segui se ti va il mio blog il link è www.smaldoneadriano.blogspot.com ciao ciao
luce ha detto…
Caro Marco intracomunitario, e che ti aspetti da un partito come quello xenofobo razzista della Lega?
Ah poveri noi ma soprattutto poveri quelli che li hanno votati: ma se lo sono scordato che anche noi siamo un popolo di emigranti?

Baci e abbraccio integrati.
♥gabrybabelle(#..#) ha detto…
marco è risaputo che i leghisti sono una manica di....INTELLETUALI!!!!!!
AH,AH,AHAH,AH,AH,AH,AH,AHAH,AH,
AH,AH,AH,AHAH,AH,
AH,AH,AH,AH,AH,AH,AH,AH,AH,AHAH,
AH,AH,AH,AH,AHAH,
AH,AH,AH,AH,AHAH,AH,AH,AH,AH,AHAH,
AH,AH,AH,AH,AH,
AH,AH,AH,AH,AH,AHAH,AH,AH,AH,AH,
AHAH,AH,AH,AH,AH,
AHAH,AH,AH,AH,AH,AHAH,AH,AH,AH,AH,
AH,AH,AH,AH,AH
,AH,AHAH,AH,AH,AH,AH,AHAH,AH,AH,
AH,AH,AHAH,AH,AH,
AH,AH,AHAH,AH,AH,AH,AH,AH,AH,AH,
AH,AH,AH,AHAH,AH,AH,
IN PARTICOLARE ........
chissa' come mai ,ma quelli che vanno giu' in quel di Roma ladrona
sono i peggiori e "le iene" e altri programmi simili ,li hanno sempre smascherati nelle loro
"scemenze...opppsss conoscenze culturali"
Castelli è cosi' inviperito di come li si prende in giro che sbandiera a destra e a manca
ad ogni piè sospinto,in ogni trasmissione tv dove va,
la sua laurea-Se è vero che la lingua batte dove il dente duole...fai tu
Anticlericale89 ha detto…
Eh vabè,ma quì andiamo sul sicuro..

Lega Nord...voglio dire...non è che servano iterviste...


Io non me lo vedo Zapatero o Angela Merkel a fare ste figure di merda...ma noi Italiani dobbiamo accontentarci di questi 4 cavernicoli...com'è ingiusto il mondo.
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
ot: adal, un personaggio, che equipara una sorta di manipolazione mentale ad atti di pedofilia per me è poco credibile soprattutto in questo sistema fatto appunto di manipolazione. Prova a pensare: se fosse così tutte le pubblicità ingannevoli o da puro lavaggio del cervello dovrebbero essere abolite. Per me, può essere anche professore alla Sapianza, ma una persona intelligente è più disponibile verso il prossimo con qualche aria in meno. E poi, parla di cultura e tu mi dici che è consigliere della Gelmini, c'è qualche affinità in questo? Bah...credo sia un blog da evitare...Attendo tua risposta.
Grazie.
Un caro saluto
il Russo ha detto…
Questi sono animali, un pò meno intelligenti, ma sempre animali sono...
emanuela ha detto…
Sei riuscito a lasciarmi senza parole e, credimi, non è facile
Renata ha detto…
Qualcuno mi ha spiegato che "le classi di inserimento" possono costituire un buon percorso di formazione base per bambini stranieri. Se non altro per l'apprendimento della nostra lingua e delle regole che reggono il nostro Paese.
Mi dicono che molti Paesi europei hanno già costituito luoghi specifici di apprendimento per bambini immigrati.

E io...non so più cosa pensare.

Un saluto, sempre affettuoso. muccina
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
Renata, per integrarsi la cosa migliore è far stare i bambini assieme, magari aiutando maggiormente chi è più in difficoltà.
Per le regole, visto il senso civico di noi italiani, capisco a chi possano servire.
Un saluto e grazie della visita.
Gio ha detto…
Sono cotta dalle risate! :)
E comunque i bambini piccoli hanno grandissime capacità di apprendimento e non hanno bisogno di queste pessime trovate leghiste!
buona settimana
gio
adal ha detto…
schiavi o liberi ti rispondo subito.

Sono capitato in quel blog per caso un paio di giorni fa. Avevo letto un articolo di travaglio in cui criticava un certo Giorgio israel, ho fatto un rapido giro nella rete e ho trovato un attacco più o meno duro contro travaglio di questo signore, quindi sono andato nel suo blog e ho iniziato a leggere un po' di materiale su questo signore.
In passato ho avuto modo di discutere con sedicenti professori universitari e mi sono sempre trovato male. Molte cose che scrivevano mi sembravano a posto però c'era qualcosa di sbagliato, qualcosa di stonato. Secondo me anche questo professore ha qualcosa che mi lascia perplesso. Forse è più un'intuizione. Mi sembra una persona che ami molto pontificare. non che ciò che dica sia sbagliato, anzi..
in alcune cose mi sembra anche anticonformista e originale..ma è come se posasse, non te lo so spiegare bene.
Anche le risposte date a molti suoi iscritti sono categoriche, imperative.. si prende la briga di essere molto screanzato ma pretende grande rispetto.

ovviamente questa è una mia impressione.
In ogni caso ho indagato e ho scoperto che questo signore è un consigliere tecnico e lo è stato anche di Fioroni e della Moratti. Professore di matematica è stato tra coloro che hanno duramente condannato la presa di posizione degli studenti della facoltà di scienze contro il Papa. Lui in quella occasione ha difeso il Papa e ha dato, senza mezzi termini dei delinquenti agli studenti. La sua difesa ad oltranza del Papa mi garba poco anche perché in quell'occasione il Papa non è stato cacciato dall'università ma ha deciso lui stesso di non andarci. Nessuno lo ha costretto a desistere.
In ogni caso questo professore è una persona di destra, sembrerebbe destra conservatrice.
SCHIAVI O LIBERI? ha detto…
Adal, non mi piace molto, non so cosa dire...lo seguirò un pò.
Grazie mille, a presto
Gatta bastarda ha detto…
già qui l'ignoranza è palese! e si dovrebbero vergognare per la proposta della classe separata per immigrati...che schifo

Post popolari in questo blog

Considerazioni

La crisi morde, e il degrado al quale stiamo assistendo lascia sbalorditi. Tutto ormai si riduce ad una contrattazione al ribasso in  qualsiasi campo della vita politica, economica e sociale di questo paese. Sotto il peso del ricatto della crisi e di questa stolta teoria di sviluppo, subiamo miserie che fino a qualche decennio passato pensavamo buttate nel dimenticatoio della storia.
Così ci ritroviamo qui a difendere nel terzo millennio l'acqua come bene pubblico, ad aggrapparci ad un lavoro che nella maggior parte dei casi subiamo come violenza psicologica e sociale senza una qualche speranza di realizzazione professionale; a lottare per ciò che ritenevamo elementari diritti di una società civile come poter godere di una vecchiaia senza il dover pensare a come fare per mantenersi.
Siamo in crisi, in crisi di sistema economico e antropologica: ci hanno cambiati in questi 40 anni, adattati ad un pensiero unico che, promuovendo individualismo e competizione, ora ci sta conducendo …

Per la mia candidatura a rappresentante sindacale

La situazione economica che stiamo attraversando necessita di un’ analisi accurata.
Se guardiamo all’Europa e alla sua politica deflazionistica, dettata dai padroni della finanza per ridurre il potere dello Stato , lo scenario assume contorni apocalittici.
Ai vari Stati membri infatti, vengono imposte politiche di austerità condite con massicci piani di privatizzazioni e liberalizzazioni: una vera e propria macelleria sociale ( qui si apre anche la questione democratica sul perché due organismi come BCE e Commissione europea , i cui membri non sono eletti dai cittadini, possano decidere la politica di Stati con parlamenti eletti dai popoli). Senza parlare poi di questa globalizzazione, la quale serve solo ad una ristretta cerchia di persone al di sopra di tutto per arricchirsi ai danni dell’intera umanità.
In questo contesto la lotta capitale - lavoro, che qualcuno mistificando la realtà ci aveva detto superata, diventa non lotta per migliorare la propria condizione esistenziale,…

IL SENSO DI ESSERCI

Tutti noi siamo alla ricerca della felicità, di una vita tranquilla con i nostri cari. Ma cosa è la felicità, il benessere al quale tutti noi ambiamo in ogni anelito di vita? Questo sistema continua a illuderci che la felicità dipenda da un qualcosa di esterno da noi, dall'aver più cose, una bella famiglia o un amore per il quale scioglierci. Eppure, il consumo di psicofarmaci nell'occidente considerato ricco aumenta, e sempre più persone si aggrappano a effimere condizioni per superare il vuoto che attanaglia il quotidiano. Qui allora nasce l'eterno quesito filosofico sul quale sia lo scopo della nostra vita; possibile che lo scopo della vita sia accumulare cose che comunque un giorno dovremo lasciare in ogni caso? O la felicità e il senso di esistere dipendono da un percorso interno che porta all'autorealizzazione indipendentemente da ciò che ci circonda, da ciò che abbiamo o lavoro facciamo? Questi quesiti nascono in me dopo anni di impegno politico, credendo di po…